contratto porno sesso sex 666 sharia king Saudi Arabia

GLI USA NON VOGLIONO REALIZZARE LA GUERRA CONTRO LA LEGA ARABA E NEANCHE LA INVASIONE DI TERRA, CONTRO ISIS (lo hanno impedito alla Francia), PERCHé HANNO DECISO DI ROVINARCI, DI DISTRUGGERE DEFINITIVAMENTE TUTTI I POPOLI LIBERI ] Iran Threatens to Ignore Nuclear Deal; CLICK for Latest Israel News!
United with Israel  How Can Anyone Be Shocked? Pollard to be Released this Week after 30 Years!
Father and Son Murdered by Arab Terrorists Near Hebron  litmans
WATCH: An Insider’s View of Islamic Extremists  Megyn Kelly Speaks with CIA Morgem Storm Examining the Mind of an Islamic Extremist
Opinion: How Can Anyone Be Shocked by the Terror?  A woman is evacuated from the Bataclan theater after an Islamic terror attack in Paris. (AP/Jerome Delay)
ISIS terror in Paris  At Least 129 Killed, 350 Wounded in Multiple ISIS Terror Attacks in Paris
French Ambassador to Israel Addresses Tel Aviv Crowd Regarding Paris Terror Attacks  WATCH: French Ambassador Thanks Israelis for Support at Tel Aviv Rally
PM Netanyahu  PM Netanyahu Challenges PA Head Abbas to Condemn Terror Attacks Against Israelis
Jonathan Pollard  Jonathan Pollard to be Set Free After 30 Years
Natanz Iran  Iran Threatens to Ignore Nuclear Agreement with US-Led Global Powers
Foreign and Palestinian activists hold Palestinian flags as they march through an Israeli supermarket  WATCH: Don’t be Fooled by the Anti-Israel Boycott Movement
India Tibet Protest  There are 7.5 million Chinese Settlers in Tibet. Will the EU boycott Chinese products?
Prime Minister Netanyahu Updates Cabinet on Temple Mount Status and Recent News Developments  Netanyahu Under Arrest Warrant in Spain; Israel Calls it a ‘Provocation’
 www.unitedwithisrael.org info@unitedwithisrael.org USA: 1-888-ZION-613 Israel: +972-2-533-7841
KingxKingdom
ISLAM è IN DISCONTINUITà, sia, CONTRO ABRAMO che, CONTRO TUTTI I PROFETI DI ISRAELE è UNA APOSTASIA DEMONIACA: LA FECCIa della Dissimulazione e IPOCRISIA, MENZOGNE E TRADIMENTI! SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! nessun musulmano nel mondo condanna la sharia, perché sa che l'ISLAM dovrà fare il nostro genocidio: al momento opportuno! ] IDF Special Forces Capture Terrorist Who Murdered Father and Son on Friday. It has been cleared for publication that a joint security operation between the Shin Bet security forces and IDF Duvdevan counter-terrorism forces succeeded in capturing one of the terrorists behind in the murder of Rabbi Ya'akov Litman and his son Netanel on Friday. Security forces also seized what they believe to be the murder weapon, as well as the vehicle that was used in the shooting attack close to the town of Otniel. Under interrogation the terrorist implicated himself in the attack. The remaining details of the case are still the subject of a gagging order. Last night, father and son were buried amid scenes of immense grief at Jerusalem's Har Hamenuchot cemetery. Some details are already known about the attack, including how the terrorists - who first raked the family car with gunfire as they overtook it - then attempted to "confirm" their kill by firing repeatedly at the car after it ground to a halt. 18-year-old Netanel managed to alert emergency services to the attack before being fatally wounded, while his 16-year-old brother, who was shot in the leg, also called emergency services and even directed them to the scene. This morning, it was further revealed that one of the terrorists actually opened the back passenger door of the car after peppering it with bullets, and came face-to-face with the family's 12-year-old daughter Moriah, who shouted "No!" The terrorist did not open fire, and security forces are investigating if this was the result of his weapon jamming. Moriah's cousin, Rabbi Mordechai Antebi, recounted her terrifying ordeal to Reshet Bet radio. He added that Moriah immediately recognized the terrorist's picture when she was shown a lineup of five suspects by Shin Bet security personnel. Source: Arutz Sheva
KingxKingdom
‘Zionists Out of CUNY!’ Chanted at Student Protestors, Administration Looks Other Way Video [ SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] Vicious implicitly antisemitic slogans were chanted at a protest at Hunter College in Manhattan on Thursday afternoon after organizers on Facebook called for participants to oppose the school’s “Zionist administration.” But despite footage of the rally circulating online, a spokesperson for Hunter initially denied the hateful nature of the demonstration. “Zionists out of CUNY! Zionists out of CUNY,” shouted protesters, who had ostensibly gathered to fight for free tuition and other benefits. “Intifada! Intifada! Long live the Intifada,” they chanted, as a group of Jewish students waved Israeli flags nearby. A Hunter College representative, who had not been made aware of the demonstration — or the blatantly antisemitic social media announcements — responded Thursday evening: “The rally just took place. There were less than 50 students and it was totally focused on tuition. There was no claim of antisemitism.”
The protest, part of the nation-wide Million Student March set for November 12, was advertised on Facebook by “NYC Students for Justice in Palestine” and other affiliate groups, using antisemitic slurs to attribute the financial plight of students in the City University of New York system to its “Zionist administration [that] invests in Israeli companies, companies that support the Israeli occupation, hosts birthright programs and study abroad programs in occupied Palestine, and reproduces settler-colonial ideology … through Zionist content of education… [aiming] to produce the next generation of professional Zionists.” StandWithUs Northeast Region Director Shahar Azani told The Algemeiner on Friday morning that the Hunter event “is another example of the hijacking of various social causes by the anti-Israel movement. It contaminates the atmosphere on campus; poisons relationships between different groups; and keeps people further apart, thus distancing any hope for change. No student should feel marginalized or threatened while attending school. It is up to us to instill those values to the younger generation and to stand up to those who refuse to adhere to them. If we are unable to do so at our schools, one wonders what the point is of school at all.” Source: The Algemeiner
KingxKingdom
ISIS Threatens to Strike Washington in New Video [ SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] Islamic State warned in a new video on Monday that countries taking part in air strikes against Syria would suffer the same fate as France, and threatened to attack in Washington. The video, which appeared on a site used by Islamic State to post its messages, begins with news footage of the aftermath of Friday's Paris shootings in which at least 129 people were killed. The message to countries involved in what it called the "crusader campaign" was delivered by a man dressed in fatigues and a turban, and identified in subtitles as Al Ghareeb the Algerian. "We say to the states that take part in the crusader campaign that, by God, you will have a day, God willing, like France's and by God, as we struck France in the center of its abode in Paris, then we swear that we will strike America at its center in Washington," the man said. It was not immediately possible to verify the authenticity of the video, which purports to be the work of Islamic State fighters in the Iraqi province of Salahuddine, north of Baghdad. The French government has called the Paris attacks an act of war and said it would not end its air strikes against Islamic State in Syria and Iraq. French fighter jets launched their biggest raids in Syria to date on Sunday targeting the Islamic State's stronghold in the city of Raqqa. The operation was carried out in coordination with US forces. Police raided homes of suspected Islamist militants across France overnight following the Paris attacks. "Al Ghareeb the Algerian" also warned Europe in the video that more attacks were coming. "I say to the European countries that we are coming, coming with booby traps and explosives, coming with explosive belts and (gun) silencers and you will be unable to stop us because today we are much stronger than before," he said. Apparently referring to international talks to end the Syrian war, another man identified in the video as Al Karrar the Iraqi tells French President Francois Hollande "we have decided to negotiate with you in the trenches and not in the hotels."
KingxKingdom
SE NON DEMOLIREMO ISLAM SHARIA NAZISMO, SENZA RECIPROCITà E SENZA DIRITTI UMANI DEL DEMONIO E LA SUA LEGA ARABA, NON FINIRà MAI IL TERRORISMO! BRUCIAMOLI VIVI! ] IDF soldiers come under fire during house demolition of terrorist. IDF troops shot and killed three Palestinian gunmen in the West Bank on Monday morning, after they came under fire while carrying out the demolition of a terrorist’s home in Kalandiya, the IDF spokesperson said. According to the IDF, after the gunfight, clashes broke out in the village, with rioters throwing rocks, firebombs, and using explosive devices against the soldiers, who escaped without injury. The soldiers from the combat engineering corps and special forces units were carrying out the demolition of the home of Muhammed Abu Shaheen, who the Shin Bet says was the trigger man in the murder of Israeli Danny Gonen in June. Gonen was killed near the settlement of Dolev after he was flagged down by a Palestinian man on the side of the road – believed to be Abu Shaheen - who fired at Gonen at point blank range with a 9mm handgun. Abu Shaheen was indicted in August along with six other Palestinians, who security forces say formed a cell that carried out a series of attacks, including the murders of Malachi Rosenfeld and Danny Gonen.
Abu Shaheen is also suspected of other failed attempts to murder Jews and to have fired on soldiers in Kalandiya on a number of occasions. The demolition on Monday follows the demolition by the IDF Engineering Corps on Saturday of the homes of four terrorists responsible for killing Israelis during the recent wave of terror attacks. They include the Kfar Silwad house of Maad Hamed, one of the men responsible for the shooting death of Malachi Rosenfeld, 27, of Kochav HaShahar, who was killed near Shvut Rachel in June. The three other houses belonged to members of the cell that murdered Naama and Eitam Henkin in a shooting attack in October on the road between Elon Moreh and Itamar in the West Bank. The demolitions were approved by the High Court of Justice on Thursday. The court also rejected the demolition of an additional terrorists’ house. On Sunday night, the Shin Bet announced that they had arrested the chief suspect in the murder of a Rabbi Ya’akov Litman, 40, and his son Netanel, 18, who were shot dead outside of Otniel in the West Bank on Friday, while en route to a pre-wedding celebration for one of the Litman daughters. In a statement on the arrest, the Shin Bet said that the alleged trigger man, Shadi Ahmed Matawa, a 28-year-old father of two from Hebron, was turned in by his father and brother. The Shin Bet said that the two men decided to turn him in because they feared that their house would be demolished and that cooperating with authorities could prevent the possible demolition.
KingxKingdom
MY HOLY JHWH PER ME è COME UNA MAMMA TIGRE CHE DICE: "IL MIO CUCCIOLO UNIUS REI RIUSCIRà A SBRANARE LA SUA PREDA NWO 666?" e questo deve da tutti essere compreso io sono l'aspetto politico della 12 Tribù di ISRAELE, l'unico regno politico di Dio che potrebbe comparire su questo pianeta! è fisiologico per me convertire con l'amore, e per gli ostinati distruggere con la violenza i ribelli!
ACTUNG ] [ 11/09; 13/11; il NWO 666 FMI: gufo JaBullOn: potrebbe scegliere come data simbolica: il 31/12, per compiere un prossimo clamoroso attentato islamico!
==========
oBAMA 666 SPA NWO XXX PORNO fed BCE SPA FMI: rothschildd bildenberg il gufo NWO, gela Hollande e dice: "no ad attacchi di terra contro ISIS!" ma, lui chi si crede di essere quel Sodoma Gender lobby culto satana?
=========
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ J'accuse di Putin: ISIS riceve finanziamenti da 40 Paesi, compresi membri del G20. Durante il vertice del G20 di Antalya, la Russia ha dato esempi di come persone fisiche di 40 Paesi, compresi membri del G20, riescano a finanziare ISIS. Lo ha dichiarato il presidente Vladimir Putin intervenendo nella fase finale del vertice internazionale. "Ho presentato esempi, relativi ai nostri dati, sul finanziamento da parte di persone fisiche a beneficio di ISIS. Come da noi stabilito, i fondi provengono da 40 Paesi, in particolare da alcuni membri del G20, — ha sottolineato il presidente russo. Secondo Putin, il tema della lotta contro il terrorismo è stato uno dei fondamentali al vertice del "G20". Allo stesso tempo è stato affrontato il tema dell'implementazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che è stata approvata su iniziativa della Russia, con lo scopo di impedire il finanziamento del terrorismo, nonché l'eliminazione del contrabbando di oggetti artistici, che i terroristi hanno preso dai musei dei territori occupati: http://it.sputniknews.com/mondo/20151116/1554044/Terrorismo-Russia-ONU-Sicurezza-Arte-Contrabbando.html#ixzz3rjWhA6Bx
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ in Italia ogni paese, ed ogni quartiere di Città ha la sua Mafia, a Bari si uccide, ormai, una persona ogni settimana! Renzi, “l’Italia ha vinto la mafia e può risolvere tutte le sfide” 19:07 16.11.2015URL abbreviato: 22654012 ] MATTEO RENZI è UNA TRUFFA TOTALE! è UN VIGLIACCO SENZA LE PALLE! il sistema massonico di: DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE: violazione, alto, tradimento furto sovranità monetaria, ha bisogno di relativismo, pensiero unico massonico dominante, mafia, corruzione, lobby massoniche, ecc.. certo ci volle il fascismo per stanare gli usurai! e fu soltanto colpa di Hitler se il fascismo prese una piega antisionista! Il premier Matteo Renzi ha lasciato la sede del summit del G20 per rientrare in Italia dopo avere cancellato l'incontro bilaterale col presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, per problemi di agenda. Nella conferenza stampa ai margini del G20, il premier italiano ha sottolineato che "la sfida del terrorismo è molto grande, drammatica. I terroristi stanno colpendo i luoghi simbolo della nostra identità. Come si risponde? Non certo con un atto d'istinto, occorre essere molto determinati, duri, noi saremo totalmente pronti a esprimere questa determinazione e questa tenacia ma occorre anche avere l'intelligenza, la saggezza e l'equilibrio di parlare alla nostra gente e di dire che questa non è una questione che si risolve con uno schiocco delle dita. Chi ha in mente soluzioni semplicistiche non si rende conto di creare solo illusioni. Dunque occorre una strategia. Occorre dire che il terrorismo è in varie parti del mondo, occorre avere un approccio complessivo". Renzi ha rimarcato positivamente "il principio italiano di riportare la Russia al tavolo della discussione, il che sta finalmente portando qualche risultato. Questo — ha però avvertito — non vuol dire delegare alla Russia la risoluzione dei problemi ma riuscire tutti insieme ad avere una strategia seria. occorreranno mesi o forse anni per risolvere questo problema. E non crediamo nemmeno alle banalizzazioni di chi dice che arrivano troppi migranti. Nessuna sottovalutazione, massimi controlli: l'Italia è impegnata, abbiamo fatto quasi 60mila controlli". Nel finale il premier ha aggiunto che "l'Italia è un grande Paese, in condizione di risolvere tutte le sfide, anche quelle più drammatiche. L'Italia, secondo Renzi, ha vinto il terrorismo interno, la mafia, e perciò è in condizione di affrontare una sfida difficilissima. Ma la sfida più grande è vincere la paura": http://it.sputniknews.com/italia/20151116/1555192/Renzi-Italia-vinto-Mafia-G20.html#ixzz3rjXPJUKn
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ PERCHé HAMAS E OLP SONO TERRORISTI SHARIA LEGALI? Mo: Israele, Movimento islamico dichiarato 'illegale' E' la Frazione Nord dello sceicco Raed Salah. TEL AVIV - Il governo israeliano ha dichiarato ''illegale'' il Movimento islamico (Frazione Nord) dello sceicco Raed Salah. Le sue attivita' sono da ora vietate perche', secondo il ministro della Sicurezza interna Ghilad Erdan, ha ''fomentato violenze e atti di terrorismo''.  ] E PERCHé IN 66 ANNI ISRAELE (666 ROTHSCHILD SPA NWO ) NON è RIUSCITA A VINCERE IL TERRORISMO ISLAMICO ANCORA? [ Forza Israele https://www.facebook.com/forzaisraele/ affidare a Israele la direzione mondiale della lotta al terrorismo e tempo sei mesi la piaga scompare
Angelo Dureghello [ Trieste ] Si, finché, qui e' pieno di comunisti ipocriti che dicono che il pericolo non c'e', nessun provvedimento sara preso. Poi ci mitraglieranno come pecorelle indifese.
Bruno Bozner [ tra deci anni cominceranno a farlo anche in europa, ma temo sarà tardi
=======================
è indispensabile dichiarare guerra alla Turchia ed a tutta la LEGA ARABA!  (ANSA) - ROMA, 16 NOV - Era il febbraio dello scorso anno: l'Isis celebra gli attacchi a Parigi contro Cherlie Hebdo e il supermarket Kosher nel suo nuovo numero della rivista Dabiq, il magazine patinato in lingua inglese, fiore all'occhiello della propaganda di Abu Bakr al Baghdadi. "L'intelligence mi conosce bene, mi hanno anche arrestato diverse volte. Hanno cercato in tutti i modi di arrestarmi ma non ci sono riusciti: ed eccomi qua in Siria", dice tra l'latro Abaaoud.
==================
DISTRUGGERE LA LEGA ARABA ED ISOLARE GLI USA DI SATANA è UN NOSTRO IMPERATIVO CATEGORICO! ] [ e questo è vero Kerry 322 Bush 666 Rthschild sono sacerdoti di satana molto civilizzati! ] IO CREDO CHE NOI DOVREMMO UCCIDERE LA LEGA ARABA, SENZA ODIARE LA SUA GENTE! QUELLO CHE MI FA PAURA è IL SENTIMENTO DI ODIO CHE SI VUOL FAR NASCERE TRAI I POPOLI A TUTTI I COSTI!  (ANSA) - PARIGI, 17 NOV - Il conflitto contro i militanti dello Stato islamico non è uno scontro di civiltà, "infatti, sono mostri psicopatici. Non hanno nulla di civile": lo ha detto ieri sera il segretario di Stato americano John Kerry all'ambasciata americana di Parigi.
KingxKingdom
nessuno è più volto del diavolo massone satanista GENDER di lui OBAMA il demonio! io gli ordino di auto distruggersi! Obama: "Non basta colpire Isis in Sira e Iraq" - Il presidente Usa Barack Obama: "L'Isis è il volto del diavolo, dobbiamo distruggerlo". [ è indispensabile dichiarare guerra a tutti questi paesi canaglia, protetti da OBAMA 666 GENDER IDEOLOGIA SODOMA! Putin: "Isis finanziato da membri G20" - Vladimir Putin ha dichiarato che i jihadisti dell'Isis sono finanziati da persone fisiche provenienti da 40 Paesi, tra cui anche membri del G20. Il presidente russo ha precisato di aver condiviso con i colleghi del summit ad Antalya i dati a disposizione della Russia sul finanziamento ai terroristi.
KingxKingdom
La Santa Sede baluardo contro lo scontro di civiltà ] mentre [ LA LEGA ARABA SHARIA è SATANA ] di Francesco Peloso Nell’ultimo quarto di secolo, da quando cioè la caduta del Muro di Berlino ha ridisegnato la carta geografica del mondo, la Santa Sede è stata di fatto l’unica istituzione globale che si è opposta con decisione e lucidità al cosiddetto scontro di civiltà;
KingxKingdom
un miracolo COME TANTI ] [ Un santo che girava in incognito in ospedale ravviva la fede di tre infermiere. "Quell'infermiere ha lavorato tutta la notte con un entusiasmo che contagiava... Mi sembrava un uomo molto particolare, soprattutto per la tranquillità che ispirava”Sei anni fa, il tre novembre, l’infermiera Margarita de los Ángeles Parra era di guardia nel reparto maternità dell’ospedale di ginecologia e ostetricia di Tlatelolco (Messico). Com’era abituale, Margarita doveva vegliare quella notte sul benessere delle future mamme e di quelle che avevano appena partorito. Visto che i minuti passavano e la sua collega di guardia non arrivava, ha iniziato a inquietarsi. In quel pomeriggio erano nati tredici bambini, e ogni madre aveva bisogno di cure diverse, e inoltre il ginecologo assegnato a quel settore doveva assistere ai parti. Margarita credette di essere praticamente sola, ma avrebbe ricevuto un aiuto straordinario, come ha dichiarato al settimanale Desde la Fe, anche se solo qualche ora dopo avrebbe capito chi fosse stato il suo peculiare collega di lavoro…
“All’improvviso”, ha raccontato, “è apparso un uomo magro e moro con il camice da infermiere. ‘In cosa posso aiutarti?’, mi ha chiesto. Sono rimasta sorpresa per la fiducia con la quale si era rivolto a me, visto che non ci conoscevamo. Non avevo finito di dargli istruzioni che già stava assistendo le donne e i neonati. Sempre sorridente, accarezzava i capelli delle pazienti. Anche se non lo avevo mai visto, mi è sembrato normale che fosse in servizio, perché in genere se una persona manca al lavoro chiede a un infermiere o a un medico di sostituirla”.
Margarita ricorda il sorriso particolare del suo collega e i suoi denti bianchi e brillanti che risaltavano sul volto dalla pelle più scura. La sorprendeva che dedicasse tanto tempo ad ascoltare tutto quello che gli dicevano le neomamme e a verificare l’evoluzione dei bebè. “Quell’infermiere ha lavorato tutta la notte con un entusiasmo che contagiava. Prendeva le mani delle pazienti tra le sue, e le donne che non avevano ancora partorito si tranquillizzavano molto quando si avvicinava. Mi sembrava un uomo molto particolare, soprattutto per la tranquillità che ispirava”, ha aggiunto.
Per il resto della notte altre due infermiere si sono unite al servizio. Le donne si sono preoccupate quando l’infermiere sconosciuto è sembrato all’improvviso un po’ pallido e sudato. A Margarita è anche sembrato che tremasse come se avesse la febbre, ma anche in quelle condizioni continuava ad assistere le donne e i bambini con grande affetto. “Insieme alle mie colleghe l’ho convinto a uscire dal padiglione e a riposarsi un po’. Lui ci ha sorriso, è uscito e non lo abbiamo più rivisto”.
Quando stava albeggiando, Margarita ha risposto alla chiamata di una signora che non si sentiva bene e sentiva di aver avuto un rialzo di temperatura. L’ha assistita e l’ha invitata a tranquillizzarsi, dicendole che tutto sarebbe andato bene. Per sua sorpresa, la donna le ha risposto: “Sì, sono tranquilla, perché San Martín de Porres è venuto a farmi visita e mi ha detto che starò bene”.
Abituata, dice l’infermiera, a che i pazienti negli ospedali riferiscano di vedere qualche familiare defunto, la Madonna o i santi, Margarita si è limitata a sorridere con benevolenza. “Ma la signora ha notato la mia incredulità e mi ha detto: ‘Le giuro che era qui, era vestito da infermiere!’”.
Anche se il raziocinio di Margarita resisteva a credere a ciò che le aveva detto la paziente, ha commentato l’accaduto con le sue due colleghe, che non hanno esitato a crederci: “Non si riferiva all’infermiere che è stato per un po’ con noi?”, ha chiesto una di loro, aggiungendo: “In effetti assomigliava molto a San Martín de Porres”.
“In quel momento mi è venuta la pelle d’oca. Ancora poco convinta, ho detto loro: ‘E che miracolo è venuto a fare qui?’ ‘Non lo so’, ha risposto la mia collega, mentre camminavamo tutte e tre verso una delle finestre. In quel momento un raggio di sole ci ha illuminate, lasciando intravedere una bellissima alba. Nella stanza, le pazienti erano molto contente, alcune già con i loro piccoli e altre che aspettavano i dolori del parto”.
“Quella notte San Martín de Porres forse è stato con noi o forse no, ma ciò che è certo è che avevamo lavorato insieme, gomito a gomito, ricordandoci che siamo diventate infermiere per assistere e servire i nostri simili nel dolore, alleviare la loro angoscia, aiutarli nel loro dolore… e questo è già un grande dono che Dio ci ha fatto quella notte!”
La storia di Martín inizia con la visita che fece alla città di Lima (Perù) un cavaliere spagnolo dell’Ordine di Alcántara, don Juan de Porres, che allora lavorava come diplomatico agli ordini del re Filippo II di Spagna. La sua permanenza in città, pur se breve, gli permise di conoscere e stringere i rapporti con una giovane immigrata afropanamense di nome Ana Velázquez. Da quel legame sarebbero nati due figli che il padre non riconobbe: Juana e suo fratello Martín, il 9 dicembre 1579.
http://it.aleteia.org/2015/11/16/un-santo-che-girava-in-incognito-in-ospedale-ravviva-la-fede-di-tre-infermiere/
KingxKingdom
EPPURE C'è CHI è COSì SATANISTA FARISEI ROTHSCHILD OBAMA MAOMETTANO CHE CONTINUA A SFIDARE LA MISERICORDIA DIVINA! Pray for Burundi. Il Paese è a rischio caos e si profila un'emergenza umanitaria. La Chiesa burundese invita a pregare per la pace. Michael Hampton. Chiara Santomiero/Aleteia, 16 novembre 2015, Burundi's policemen and army forces face protestors during a demonstration against incumbent president Pierre Nkurunziza's bid for a 3rd term on 13 May 2015 in Bujumbura. In the neighborhood of Musaga, hundreds of people waved sticks and threw stones as police responded with tear gas, a water cannon and live rounds. Protestors looted the local police post in Musaga, burning furniture, mattresses and clothing in a barricade fire, an AFP photographer said. Burundi's presidency said an attempted coup by a top general had "failed" on May 13, 2015 and pro-president Burundi troops at state broadcaster fire warning shots over the heads of hundreds of protesters, an AFP reporter said. Burundian general Godefroid Niyombare on May 13 announced the overthrow of President Pierre Nkurunziza, following weeks of violent protests against the president's bid to stand for a third term. AFP PHOTO / JENNIFER HUXTA. “Di notte la polizia arriva nelle case a prendere le persone e il giorno dopo veniamo a sapere che sono morte. Troviamo cadaveri nelle strade. Ormai l’insicurezza è totale“. Lo racconta ad Aleteia una fonte della Chiesa della capitale del Burundi, Bujumbura, che chiede di rimanere anonima per motivi di sicurezza. E’ capitato anche a dei religiosi salesiani di essere prelevati, ma fortunatamente all’indomani sono stati rilasciati. “La paura attanaglia tutti – prosegue la fonte -: migliaia di persone si sono spostate in altre parti del paese, altre centinaia di migliaia hanno passato il confine verso il Ruanda, l’Uganda, la Repubblica democratica del Congo, la Tanzania e anche l’Europa”.
I fatti di Parigi hanno fatto scomparire dai media l’attenzione per il dramma del Burundi. Dallo scorso aprile nel Paese africano si sono intensificati gli scontri causati dalla candidatura prima e dalla rielezione poi del presidente Pierre Nkurunziza per un terzo mandato, in violazione della Costituzione e degli accordi di pace di Arusha che nel 2000 avevano sancito la fine della guerra civile e dato origine a un complicato sistema di condivisione del potere. Circa 200 persone sono state uccise dalle forze di sicurezza governative durante la repressione delle proteste e si calcola che più di 200 mila burundesi abbiano lasciato il Paese. Anche stamattina, come riferisce l’Agenzia Fides, si è combattuto in diversi quartieri della capitale Bujumbura.
Il 12 novembre il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato una risoluzione che dà 15 giorni di tempo al segretario generale Ban Ki-moon e al suo inviato in Burundi, Jamal Benomar, per esprimere un parere sulla possibilità dell’invio nel Paese africano di una forza militare e di polizia sotto l’egida dell’Onu. Per una decisione in tal senso, occorrerebbe, alla scadenza del termine, una nuova risoluzione o un’autorizzazione – difficile da immaginare – da parte del governo del contestato presidente Nkurunziza.
Un appello al dialogo e un invito alle parti ad incontrarsi per per far cessare le violenze e trovare una soluzione politica alla crisi era stato rivolto congiuntamente, sempre il 12 novembre, dal segretario generale aggiunto dell’Onu, Jan Eliasson, dal presidente della Commissione dell’Unione africana, Nkosazana Dlamini Zuma, e dall’alto rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune dell’Unione europea, Federica Mogherini.
“La Commissione per il dialogo interburundese esistente – spiega ad Aleteia la fonte da Bujumbura – non include tutti i gruppi politici e non è, quindi, efficace”. E’ invece necessario “il dialogo tra tutte le parti, anche coloro che hanno preso le armi, per il bene del Paese”.
La Chiesa burundese, che si è pronunciata contro la rielezione di Nkurunziza, aveva già chiesto, senza successo, di aprire il dialogo con l’opposizione in un comunicato pubblicato al termine dell’ Assemblea Plenaria dello scorso settembre. Nella stessa occasione aveva chiesto “il rispetto dello stato di diritto e la garanzia dei diritti delle persone” condannando “gli atti criminali che si registrano quotidianamente in particolare nella capitale Bujumbura, dove ogni notte si verificano omicidi, e dove diverse persone non dormono nel proprio domicilio per paure di essere rapite o uccise. In alcuni quartieri, denuncia il comunicato, gli abitanti sono consegnati in residenza sorvegliata e, non potendo uscire di casa per andare a lavorare o procurarsi da mangiare, rischiano di morire di fame“. “La povertà minaccia la popolazione– avevano scritto i vescovi- e questa accresce il dramma che stiamo vivendo, dal momento che alcuni membri della comunità internazionale sembrano aver sospeso i loro aiuti al Burundi” (Agenzia Fides 24 settembre 2015).
Papa Francesco, che a fine novembre visiterà il Kenya, l’Uganda e la Repubblica Centrafricana, il 17 maggio 2015 ha chiesto di pregare per “il caro popolo burundese” invitando tutti a “abbandonare la violenza e ad agire responsabilmente per il bene del Paese”. Dal 14 al 22 novembre la Chiesa cattolica burundese ha lanciato una novena di preghiera per la pace sia in Burundi che in alcuni altri Paesi dell’Africa centrale: la preghiera e la volontà di pace sono le “armi” che mette sul tavolo della riconciliazione nazionale. “La preghiera – conclude la fonte di Aleteia – ci dà la forza di sperare contro ogni speranza“.
http://it.aleteia.org/2015/11/16/pray-for-burundi/?utm_campaign=NL_it&utm_source=topnews_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Nov%2016,%202015%2007:23%20pm
KingxKingdom
COMUNISTI GENDER IDEOLOGIA DI MERDA: LA ROVINA DELLA NOSTRA CIVILTà! ] [  L’Italia dei paradossi: sì alla mostra con Cristo nell’urina a Lucca, no all’arte sacra a Firenze. Anche l'arte diventa fonte di discriminazione. Dall'esaltazione della blasfemia al "divieto d'accesso" per gli scolaretti. Paradossi in Toscana
http://it.aleteia.org/2015/11/14/piss-christ-mostra-blasfema-lucca-arte-sacra-firenze/
KingxKingdom
la legge è uguale per tutti: ora gli USA devono pagare per tutti i loro
 delitti! ]]
http://www.byoblu.com/post/2015/11/12/i-documenti-uk-che-fanno-gelare-il-sangue-da-enrico-mattei-ad-aldo-moro.aspx
I documenti UK che fanno gelare il sangue: da Enrico Mattei ad Aldo MoroPaolo Becchi: Parigi  è un False FlagLe guerre USA? Pianificate. Tutte. 14 anni fa.http://www.byoblu.com/post/2015/11/05/le-guerre-usa-pianificate-tutte-14-anni-fa.aspx
Ecco da dove arrivano tutte le cose che sappiamo dell'ISIS. Chi è Rita KatzGenerale francese: L'ISIS CREATO DAGLI USAhttp://www.byoblu.com/post/2015/11/15/generale-francese-lisis-creato-dagli-usa.aspx
KingxKingdom
I documenti desecretati USA che raccontano la nascita dell’ISIS [[ la legge è uguale per tutti: ora gli USA devono pagare per tutti i loro delitti! ]] Pubblicato 16 novembre 2015 - 19.30 - Da Claudio Messora, NUOVI DOCUMENTI USA - ECCO COME E' NATO L'ISIS.. UN PO’ DI STORIA, E’ il 2004 quando Abu Musab al-Zarqawi fonda al Qaeda in Iraq, nota con l’acronimo di AQI. Nel 2006 viene fatto fuori da un raid USA. Al suo posto arriva Abu Ayyub al-Masri, che annuncia subito la creazione dello Stato Islamico dell’Iraq (ISI). Dopo la sua uccisione, avvenuta nel 2010 in un’operazione congiunta USA-Iraq, capo dell’ISI diviene Abu Bakr al-Baghdadi, che l’anno successivo, nel 2013, dichiara di avere assorbito un gruppo di militanti, supportati da Al Qaeda, che operano in Syria, conosciuto con il nome di Jabhat al-Nusra, o anche Fronte al-Nusra. Il leader dell’ISI dichiara così la nascita dell’ISIL, lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (con il termine di “Levante” ci si riferisce storicamente a tutta l’area che si affaccia sul Mediterraneo dell’est), o anche come Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS). Il Fronte al-Nusra, guidato da Abu Mohammad al-Julani, però nega. Dopo 8 mesi di TFfaide interne, il 3 febbraio 2014 al-Qaeda recide i legami con al-Baghdadi, ma un ramo del Fronte al-Nusra, che opera nella città siriana di Al-Bukamal, si unisce all’ISIL.
abu bakr al-baghdadiE’ interessante notare come al-Baghdadi sia stato prigioniero degli Stati Uniti in Iraq, nel Camp Bucca, dal 2005 al 2009. Qui lo vediamo in una foto diffusa dal Ministero degli Interni iracheno. “Non era tra i peggiori“, ha dichiarato il colonnello Ken King che lo ebbe in custodia. Conosceva le regole e non si metteva mai in pericolo. Gli Usa l’avrebbero consegnato infine alle autorità irachene, con una solida documentazione a corredo, ma in seguito sarebbe stato inspiegabilmente rilasciato. E avrebbe avviato il regime del terrore che tutti noi oggi conosciamo. Quantomeno curioso. Soprattutto in considerazione delle numerose, leggendarie foto che ritraggono il senatore McCain, nei suoi viaggi in Siria tesi a costituire una forza che si opponesse ad Assad, con un giovane che, se non è al-Bagdhadi, ci somiglia in maniera impressionante. McCain Al-Baghdadi raffronto paragone comparison
Insieme al presunto al-Baghdadi, ci sarebbe stato anche il temibile Khalid al-Hamad, soprannominato “il mangiatore di cuori” per via di questo video dove divora il cuore di un soldato pro-Assad.
Khalid al-Hamad McCain. Come che sia, il 29 giugno del 2014 l’ISIL proclama la nascita di un califfato mondiale. Al-Baghdadi si autonomina califfo e il gruppo cambia il suo nome in IS, semplicemente “Stato Islamico”, concetto che viene rifiutato da governi e leader musulmani in ogni parte del mondo.
Il NUOVO DOCUMENTO DESECRETATO USA. Un po’ di storia era necessaria per comprendere che nel 2012 esisteva solo lo Stato Islamico dell’Iraq (ISI), ma l’ISIL non esisteva ancora. Acquisisce quindi particolare significato il contenuto del documento desecretato quest’anno, grazie alle pressioni di Judicial Watch, e redatto il 12 agosto 2012 dalla DIA, la Defense Intelligence Agency degli Stati Uniti d’America. La DIA è la componente del Dipartimento della Difesa (Department of Defense, DoD) che fornisce ai decisori politici e militari, nonché al presidente USA in persona, un servizio di intelligence sia sui governi e sugli stati delle zone calde, che sui protagonisti in genere capaci di influire sul complesso degli equilibri geopolitici, pur non essendo Stati veri e propri. Non è un mistero per nessuno che gli Stati Uniti (e non solo loro) desiderino la caduta del regime politico di Assad in Siria, per acquisire il controllo di un’area altamente strategica come quella che consente ai paesi produttori di petrolio di avere uno sbocco nel Medirettaraneo. Se volete comprendere un po’ meglio la posta in gioco, guardatevi questo video, parlato in spagnolo ma sottitotolato in italiano. SIRIA: LA SPIEGAZIONE DI TUTTO (il video che dovete vedere per capire) E cosa scrive, nell’agosto 2012, la Defense Intelligence Agency? Scrive che i salafiti, i fratelli musulmani e AQI (al-Qaeda Iraq) sono le principali forze che guidano l’insurrezione in Siria, e inoltre che anche l’occidente, i paesi del golfo e la Turchia vogliono far cadere Assad, mentre la Russia, la Cina e l’Iran sono dalla parte del regime. Ecco il passaggio a cui fare riferimento:
Department of Defense - Isis 1. Nel documento, a pagina 3, si spiega che al-Qaeda Iraq conosce bene la Siria perché si è addestrata lì, prima di trasferirsi in Iraq. Si dice poi che l’AQI sostiene le forze che si oppongono ad Assad e che richiama i sunniti alla guerra contro la Siria, in quanto stato infedele.
Poi, nell’analisi sulle possibili conseguenze in Iraq, sostiene che “se la situazione dovesse andare in fumo, c’è la possibilità di creare un principato salafita, dichiarato o meno, nell’est della Siria, e questo è esattamente ciò che i poteri che sostengono l’opposizione vogliono, per isolare il regime siriano“. Si ipotizza quindi che “L’ISI potrebbe anche dichiarare uno Stato Islamico attraverso la sua unificazione con altre organizzazioni terroristiche in Iraq e in Siria”.
Department of Defense - Isis 2Sappiamo dunque che le forze di opposizione ad Assad avevano bisogno della nascita dell’ISIS per abbattere il regime siriano. E lo stesso vice-presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, lo ha sostenuto (“non siamo riusciti a convincere i nostri alleati nel medio oriente a smettere di sostenere gli estremisti in Siria“, guarda il video), mentre l’ex generale Nato Wesley Ckark ha dichiarato che “I nostri amici e alleati hanno fondato l’ISIS per distruggere gli Hezbollah“. Ora, sappiamo con certezza, che gli USA consideravano l’ISIS, fin da prima della sua comparsa, come un modo di isolare il governo siriano, ma sappiamo anche che i suoi alleati lo hanno creato e sostenuto, mentre al Fronte al-Nusra veniva consigliato un po’ di trucco per presentarsi come forza moderata e beneficiare del supporto degli Stati Uniti in termini di armi, che poi finivano però anche nelle mani dell’ISIS. E del resto non si può sapere quanti di quei 60 miliardi di dollari di armi che gli USA hanno venduto all’Arabia Saudita (cioè gli alleati del medio oriente che secondo il vice-presidente degli Stati Uniti d’America hanno finanziato l’ISIS) siano in realtà finiti nelle mani del califfato.
Quello che sappiamo è che l’occidente, per assicurarsi il dominio di un’area strategica del pianeta come quella che dalla Siria conduce all’Iraq e all’Iran, ha fondato, finanziato e supportato in tutti i modi la nascita di un movimento destabilizzatore, fortemente votato alla propaganda, il quale avrebbe poi trovato unico canale di diffusione mediatico quel Site (Search for International Terrorist Entities, il sito di monitoraggio USA degli jihadisti sul web) dove Rita Katz ancora oggi diffonde le rivendicazioni dell’ISIS come se avesse un’esclusiva commerciale e, quasi sempre, senza linkare le fonti (per saperne di più sul site, leggi “Ecco da dove arrivano tutte le cose che sappiamo dell’ISIS. Chi è Rita Katz“).
Ecco perché i commenti di chi oggi invoca crociate contro gli infedeli, presentando uno scenario a senso unico dove qui siamo tutti buoni e di là sono tutti cattivi, riporta verità parziali, molto spesso demagogicamente tese a orientare l’opinione pubblica in favore di un intervento armato che serve molti scopi diversi, tra i quali il ridimensionamento di una forza sfuggita al controllo occidentale non è che uno di essi, mentre il conseguimento dell’obiettivo militare di abbattere Assad e di quello strategico di controllare l’area del medio oriente rappresentano sicuramente obiettivi primari, anche in considerazione del fatto che l’ISIS conta più o meno 50mila uomini. E non è credibile, in nessun modo, che i più potenti eserciti della Terra possano avere una qualunque, anche remota possibilità di non averne ragione – se davvero lo volessero – in meno di 24 ore.
KingxKingdom
io sono troppo sensibile all'amore! CHIUNQUE MI AMA? IO LO AMERò troppo anche! ed io non chiedo a nessuno: "cosa tu hai fatto nel tuo passato?" perché, la misericordia ha occhi soltanto per il tuo futuro: io vivo per realizzare la tua felicità!
KingxKingdom
qualcuno tradisce il NWO per servire Unius REI: chiunque dei miei rabbini sia stato: lui vuole entrare nel mio regno delle 12 tribù di israele e della felicità fratellanza universale! ] [ Error 520 Ray ID: 246569da42ed3d9b • 2015-11-16 18:56:24 UTc Web server is returning an unknown error ] Claudio MessoraCondiviso pubblicamente  -  19:35 ECCO I DOCUMENTI DESECRETATI USA CHE RACCONTANO LA NASCITA DELL'ISIS Gli Usa sono stati costretti a desecretare un rapporto del 2012, dove l'intelligence parla della nascita dell'ISIS come uno strumento utile a rovesciare Assad. http://www.byoblu.com/post/2015/11/16/i-documenti-desecretati-usa-che-raccontano-la-nascita-dellisis.aspx I documenti desecretati USA che raccontano la nascita dell'ISIS - Byoblu.combyoblu.com Gli Usa sono stati costretti a desecretare un rapporto del 2012, dove l'intelligence parla della nascita dell'ISIS come uno strumento per rovesciare Assad.
KingxKingdom
[ ++ INQUIETANTE SCOPERTA > GOOGLE TRADUTTORE TRADUCE "CI RIVEDREMO
PRESTO" IN "INSHALLAH" (VERSO QUALSIASI LINGUA) ++ ] il significato di
questo fenomeno demoniaco è troppo semplice, io ho lasciato sopravvivere
 gli alieni ed i sacerdoti di Satana soltanto perché, loro devono fare
il genocidio della LEGA ARABA!  allora "CI RIVEDREMO PRESTO" IN "INSHALLAH"
KingxKingdom
questa è per me una constatazione troppo vecchia: alieni controllano il
motore di intelligenza artificiale di google ] lorenzoJHWH si divertivano a tradurlo shalomgerusalemme: perché i demoni sono cinici! ] Lega Nord PadaniaCondiviso pubblicamente  [ ++ INQUIETANTE SCOPERTA > GOOGLE TRADUTTORE TRADUCE "CI RIVEDREMO PRESTO" IN "INSHALLAH" (VERSO QUALSIASI LINGUA) ++ a me adesso traduce bene ! We will meet again SOON We'll see you soon
KingxKingdom
my ISRAEL ] GLI USA 666 CIA JABULLON IL GUFO ROTHSCHILD, SONO CAPACI DI ACCENDERE SULLA TERRA IL FUOCO DELL'INFERNO, MA, POI, LORO NON HANNO NESSUNA CAPACITà DI PORRE UN RIMEDIO AI LORO DELITTI! SOLTANTO UNIUS REI PUò RIPORTARE L'AMORE DI DIO NEL MONDO!
KingxKingdom
my ISRAEL ] IO SU KERRY, giustamente, io HO DETTO TUTTO IL MALE DI QUESTO MONDO! e invece, questa volta lui ingenuamente pensa che, ASSAD può chiamare i sunniti che, la ARABIA SAUDITA ha armato con le autobombe che hanno fatto stupri e genocidi di bambini, hanno fatto i cannibali e dire loro: "OK ADESSO FACCIAMO UN GOVERNO DI UNITà NAZIONALE! " no! tutto questo ora non è più possibile! QUì C'è UN PROBLEMA ISLAMICO SHARIA NAZISTA CHE DEVE ESSERE AFFRONTATO CONTRO IRAN E contro: ARABIA SAUDITA, perché a questo punto, dove noi siamo giunti? non è più possibile poter tornare a quelle condizioni che potevano, sia pure, in modo molto difettoso: cioè, potevano poter funzionare come nel passato! E tutti loro soltanto ad una autorità divina come Unius REi si assogetterebbero volentieri! QUINDI, ANCHE VOI DOVETE RINUNCIARE AL VOSTRO NWO DI SATANA! OPPURE SE AVETE LE PALLE, POTETE SEMPRE SCATENARE LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
KingxKingdom
pensare che ci sia una vera democrazia nel crimine REGIME di altro
tradimento massonico ed usurocratico: questa è una bestemmia ma, pensare
 che oggi questa bestemmia sia presente in Turchia islamica: in qualche
modo, questo rasenta le tragi commedie comiche! Turchia: partito curdo, annullare voto. leader dell'Hdp, Demirtas: 'Non è stato libero né equo'
C. S. P. B.Crux Sancti Patris BenedectiCroce del Santo Padre Benedetto
C. S. S. M. L.Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce
N. D. S. M. D.Non draco sit mihi dux
Che il dragone non sia il mio duce V. R. S.Vadre Retro satana
Allontanati satana! N. S. M. V.Non Suade Mihi Vana
Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L.Sunt Mala Quae Libas
Ciò che mi offri è cattivo I.V. B.Ipsa Venena Bibas
Bevi tu stesso i tuoi veleni + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto
Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
==========================
17/11/2015 SRI LANKA
Sri Lanka, l’ira di Vijaya, profugo tamil: “Il governo ci ha traditi” (video)
di Melani Manel Perera
L’uomo vive nel campo profughi di Neethayan, vicino a Jaffna, con la madre, una moglie e due figli. Intervistato da AsiaNews racconta il disagio di dover dipendere dal governo, che non mantiene le promesse: “Vengono ogni tanto a darci del cibo, ma si disinteressano. Non abbiamo soldi neanche per comprare i chiodi per riparare il tetto”.    17/11/2015 MYANMAR
Il Parlamento birmano avviato a fine legislatura. Suu Kyi critica la lentezza del processo
di Francis Khoo Thwe
A Naypyidaw si è riunita per la prima volta dalle elezioni l’assemblea dei deputati. Il presidente della Camera ricorda che si tratta di un parlamento “uscente” e invita a lavorare per il popolo. La “Signora” contrariata dalla lentezza delle procedure che porteranno all’ingresso del nuovo Parlamento. Negli Stati Kachin e Shan si continua a combattere.
17/11/2015 INDIA
Militante indù: Cristiani servi dei maoisti, ecco perché non li hanno mai attaccati
di Nirmala Carvalho
Indresh Kumar, esponente del “braccio armato” del partito induista al governo, accusa la comunità cristiana dell’India di avere “accordi segreti” con i militanti naxaliti. Presidente del Global Council of Indian Christians: “Provocazioni false e pericolose, vogliono distruggere l’India secolare e multi-religiosa”.    17/11/2015 MONGOLIA – CINA
Mongolia, sindacalista si dà fuoco contro la vendita delle miniere alla Cina
“Il governo – ha detto prima del gesto l’uomo, non identificato – non sostiene più la nostra compagnia, le famiglie dei lavoratori sono oramai costrette a fare la fame. Ecco perché mi darò fuoco, per il popolo della Mongolia e per i nostri bambini”. Al momento il 90% delle esportazioni mongole finisce sul mercato cinese; inoltre, il 49% delle aziende operanti sul territorio nazionale è di proprietà cinese
17/11/2015 NEPAL
Nepal, manca gas per cucinare: code chilometriche per comprare legna da ardere
di Christopher Sharma
Iniziata la vendita ufficiale di legname dalle riserve statali. Si abbatteranno alberi fino ad esaurimento della domanda. 14 ore di fila per comprarne un chilo: “Siamo in coda per la sopravvivenza. Da giorni mangiamo solo riso battuto”. L’embargo non ufficiale dell’India continua da quasi due mesi.    17/11/2015 VATICANO
Papa: no a cristiani “mondani”, nei quali la “doppia vita” distrugge l’identità
“La mondanità spirituale ci allontana dalla coerenza di vita ci fa incoerenti”, uno fa “finta di essere così” ma vive “in un’altra maniera”. “Lo spirito cristiano, l’identità cristiana, mai è egoista, sempre cerca di curare con la propria coerenza, curare, evitare lo scandalo, curare gli altri, dare un buon esempio”.
17/11/2015 VIETNAM
Saigon, edifici cattolici nel mirino dei comunisti. Suore in campo contro l’esproprio
di Thanh Trung
Tre strutture appartenenti alla Congregazione delle Amanti della Santa Croce di Thủ Thiêm sono contese dall’amministrazione locale. Secondo l’accordo fra governo e cattolici, gli edifici devono ospitare scuole; il distretto vuole modificare la destinazione d’uso. I vertici della Chiesa locale e i fedeli accanto alle religiose nella loro battaglia.     17/11/2015 RUSSIA - FRANCIA
Musulmani russi contro il terrorismo: in nessun caso rappresenta l’islam
di Nina Achmatova
Parla il vice presidente del consiglio dei muftì e dell’amministrazione spirituale dei musulmani di Russia: negli attentati non vi è nessuna giustificazione; organizzazioni terroristiche vogliono creare conflitti tra musulmani. Il patriarca di Mosca invita a combattere l’estremismo anche sul piano culturale.
17/11/2015 ARABIA SAUDITA - STATI UNITI
Washington vende armi all’Arabia Saudita per 1,29 miliardi di dollari
Previste forniture di armamenti e pezzi di ricambio. Fra le armi anche 13mila bombe “intelligenti”. Il Congresso ha 30 giorni per approvare l’accordo, ma il via libera appare scontato. Si rafforza l’asse fra Usa e sauditi, dopo le tensioni per l’accordo nucleare iraniano. La regione mediorientale il il luogo dove si vendono più armi al mondo.     17/11/2015 EGITTO-ISLAM
Al Azhar: La lotta contro lo Stato islamico deve essere ideologica
Il problema del terrorismo islamico non è solo di sicurezza: occorre un controllo sull’insegnamento nelle moschee e fra gli imam per correggere le interpretazioni letteraliste e salafite del Corano. Al-Azhar si offre per un centro educativo in Europa, ma chiede anche “protezione” dagli estremisti.
17/11/2015 CINA
Pechino, il Partito celebra il riformista Hu Yaobang. Ma non lo riabilita
L’ex Segretario ha riabilitato milioni di persone cadute nelle campagne volute da Mao Zedong, ha aperto la Cina al mondo e ha preparato la transizione dall’economia statalista a quella di mercato. Accusato di aver “tollerato la liberalizzazione borghese”, è stato purgato: alla sua morte, nel 1989, sono scoppiati i moti di Tiananmen. A cento anni dalla sua nascita il Pcc pronto a commemorarlo “per sfruttare la sua buona immagine”.    16/11/2015 LIBANO
Chiese orientali: I governi del Medio Oriente non possono più garantire pace e sicurezza
Gli attacchi sanguinosi di Parigi (e Beirut) nel comunicato finale della sessione annuale dell’Apecl. Patriarchi e vescovi chiedono alle potenze mondiali di elaborare “soluzioni pacifiche” ai conflitti, garantendo l’unità territoriale. Collaborazione pastorale fra Chiese orientali, nullità del matrimonio ed elezione del presidente gli altri temi al centro dei lavori.
16/11/2015 BANGLADESH
Il Bangladesh festeggia i 150 anni delle Suore della Carità
Un giubileo commemorativo si è tenuto a Jessore, alla presenza del vescovo e dei fedeli. L’istituto religioso è stato fondato nel Paese asiatico grazie a tre suore italiane. Ora ci sono 21 conventi e 109 consacrate. Le suore della carità operano con le fasce più povere della società, soprattutto nei centri tessili dove le donne vengono sfruttate.     16/11/2015 INDIA
Mumbai, sopravvissuta ai pogrom di Kandhamal: Ho perso tutto tranne Gesù
di Kanaka Rekha Nayaka
Il racconto straziante di Kanaka Rekha Nayaka al Congresso eucaristico nazionale. Nei massacri del 2008 è stata testimone diretta del martirio di suo marito, trascinato con una catena al collo e decapitato dagli estremisti per aver rifiutato di convertirsi all’induismo. Gli assalitori, arrestati dopo i pogrom, oggi sono di nuovo in libertà.
17/11/2015
RUSSIA-FRANCIA-ISLAM
Putin: L’aereo russo sul Sinai caduto per un attacco terrorista. Hollande apre a un’alleanza con Mosca e Washington
Gli esperti hanno trovato tracce di esplosivo sui resti dell’aereo e sugli oggetti dei passeggeri. I servizi segreti russi mettono una ricompensa di 50 milioni di dollari per chi dà informazioni che portino alla cattura degli autori dell’attentato che ha fatto 224 morti. Il presidente francese spera nella collaborazione con Russia e Usa. Putin accusa: Anche Stati del G20 sostengono lo Stato islamico.
Parigi (AsiaNews) – È stato un attacco terrorista a far cadere l’aereo russo lo scorso 31 ottobre, dopo circa 20 minuti di volo da Shark el-Sheikh a San Pietroburgo, uccidendo 224 persone. Lo ha dichiarato oggi il presidente Vladimir Putin, commentando un incontro tenutosi ieri sera con i responsabili della sicurezza  e della difesa.
“Non è la prima volta – ha detto – che la Russia si trova di fronte a barbari crimini terroristi… Le lacrime non saranno asciugate dalle nostre anime e dai nostri cuori. Ciò rimarrà per sempre. Ma non ci fermeremo nel trovare e punire gli autori”.
Alexander Bortnikov, capo dei servizi segreti (Fss) ha dichiarato che fra i rottami dell’aereo e sugli oggetti dei passeggeri sono state ritrovate tracce di esplosivo di fabbricazione straniera. Con ogni probabilità la bomba conteneva circa un chilo di esplosivo.
Le conclusioni della Russia arrivano a due settimane dalle dichiarazioni Usa e britanniche che avevano subito parlato di attentato terrorista. Vi era stata anche una rivendicazione dello Stato islamico (SI) della penisola del Sinai che parlava di “punizione” per l’impegno russo in Siria affianco a Bashar Assad.
I servizi segreti hanno offerto una ricompensa di 50milioni di dollari per chi dà informazioni che portino alla cattura dei responsabili dell’attacco. Allo stesso tempo, Putin ha dichiarato che i bombardamenti russi sulle postazioni dello Stato islamico in Siria non si fermeranno.
Le rivelazioni del presidente russo cadono a pochi giorni dagli attentati terroristi di Parigi, anch’essi rivendicati dallo SI e giustificati come una risposta ai bombardamenti della Francia contro l’Isis in Siria.
Il presidente francese Francois Hollande ha definito un “atto di guerra” la serie di attentati che hanno ucciso 129 persone e fatto 400 feriti. Anch’egli ha deciso di continuare la lotta contro l’Isis in Siria, ha prolungato lo stato di emergenza in Francia per 3 mesi e ha richiesto poteri speciali per il presidente in casi di emergenza, suggerendo un cambiamento della costituzione.
La prossima settimana Hollande si recherà a Washington e a Mosca per tentare di costruire una coalizione contro lo Stato islamico.
Fino ad ora, gli Stati Uniti si sono impegnati in una coalizione – che comprende anche alcuni Paesi arabi – per bombardare postazioni Isis in Siria e Iraq, ma senza molti risultati. La Francia ha deciso di partecipare ai bombardamenti qualche giorno prima della decisione russa, presa su richiesta del presidente siriano Bashar Assad.
A dividere le tre potenze vi è proprio il destino di Assad. Per Usa e Francia egli dovrebbe abbandonare il campo prima di una discussione sul futuro assetto della Siria. Per la Russia, Assad e il suo governo sono l’unica possibilità per non far precipitare nel caos la Siria, già provata da quasi cinque anni di guerra.
Un altro problema messo in luce due giorni fa da Putin ad Antalya, alla fine dell’incontro del G20, è che vi sono almeno 40 Stati nel mondo che finanziano l’Isis e fra questi “anche alcuni membri del G20”. Con ogni probabilità Putin si riferiva all’Arabia saudita e alla Turchia, la prima sostenitrice di gruppi islamici contrari ad Assad; la seconda sospettata di essere un corridoio di sicurezza per far entrare nuove reclute dell’Isis in Siria e far uscire petrolio da vendere di contrabbando.
===========================
chi fomenta odio, e violenza che non sono un atto di legittima difesa va all'inferno! NEW DELHI, 17 NOV - Ashok Singhal, controverso leader nazionalista indiano fondatore del movimento 'Vishwa Hindu Parishad' (Consiglio mondiale indù), è morto oggi all'età di 89 anni in un ospedale vicino a New Delhi dove era stato ricoverato per problemi respiratori. Fervente difensore dell'induismo di fronte alle presunte "continue aggressioni" dell'islamismo e del cristianesimo, Singhal capeggiò un movimento che nel 1992 portò, fra gravi tensioni con i musulmani, alla distruzione di una moschea.
========================
Forces rally to defend Christian Syrian town from IS
Published: Nov. 13, 2015 by World Watch Monitor
Efforts are being rallied to save one of the last remaining centres of indigenous Christian presence in the Levant against a renewed jihadi attack.Militants of the theologically-based “Islamic State” have come within 3 kilometres of the Syriac Orthodox town of Sadad in western Syria, the Assyrian ...
    Syria Assyrians Homs Islamic State
Latest News
    Egyptian Copt's 'faked Facebook blasphemy' acquittal delayed
    Published: Nov. 17, 2015
    Bishoy Garas has always maintained his Facebook profile was hacked
    An Egyptian Christian, jailed for 38 months on unsubstantiated charges, has had his expected ...
    Myanmar's Christians cautiously hopeful
    Published: Nov. 12, 2015
    Kevin Osborne / Fox Fotos / Lonely Planet Images
    In Myanmar, Aung San Suu Kyi’s party, the National League for Democracy , has won a landslide ...
    BJP's Bihar defeat a vote against ‘intolerance’
    Published: Nov. 12, 2015 by Anto Akkara
    BJP supporters gather in Amethi, Uttar Pradesh, in May 2014 to listen to Narendra Modi speak shortly before his election victory.
    Indian Prime Minister Narendra Modi's visit to the UK – a first visit by an Indian head of state for ...
    Fleeing Boko Haram – nowhere to run, nowhere to hide
    Published: Nov. 12, 2015
    37 Assyrian Christians released in Syria
    Published: Nov. 9, 2015
    India: village church attacked, Christians hospitalised
    Published: Nov. 6, 2015
    Global Church meets to seek unity in face of persecution
    Published: Nov. 6, 2015
    UN report focuses on children’s rights
    Published: Nov. 5, 2015
    Pakistan NGO tackles demeaning low-caste word for ‘Christians’
    Published: Nov. 2, 2015
QUEL PORCO MAOMETTO islamico: SALMAN SAUDI ARABIA SHARIA IL NAZISTA: regista e padrone di tutta la GALASSIA JIHADISTA MONDIALE: internazionale: di morte contro tutti gli infedeli ed apostati blasfemi sciiti, tutti maniaci religiosi islamici? ha comprato dai satanisti massoni così tante armi, ma, lui si è riempito di così tante armi, che secondo me, dovrebbe impedire a tutti di fumare: ma, non so come potrebbe fare, con il problema della auto-combustione dato che li c'è tanto sole! Però, ne la GERMANIA, e neanche gli USA mi hanno dato ancora una percentuale sulla vendita delle loro armi!


contratto solenne ed ETERNO con, il king Saudi Arabia ]: 1. se, tu rinunci, alla Sharia, e mi dai: 2. la madiana, e la Idumea (gr. ᾿Ιδουμαία) fino alla proiezione del falso monte Sinai, fino al mare.. 3. io ti distruggo volentieri l'abominevole stato massonico di Israele, della falsa democrazia massonica, senza sovranità monetaria, 4. faccio il Regno di Palestina, raccolgo tutti i palestinesi del mondo! 5. faccio una alleanza eterna con te, e ti restituisco la sovranità monetaria, a te e a tutto il mondo! [ e poi, io voglio vedere chi sarebbe così scemo, soltanto, da pensare di volerti fare del male! ]
politicalUniusREI
king Saudi Arabia mio amico -- lol. ovviamente Darwin ha anche detto: che, Obama Gender è un prodotto OGM della Spa, Monsanto! lol. ... ma, tu vedi, nelle mani di che balordi Bidenberg, Rothschild il fariseo, il vero super satanista, ha dato il potere!che cosa, io ti dicevo prima, circa degli ignoranti? li senti come sbraitano? quando loro non capiscono qualcosa, gridano, per fare capire, agli ingenui, che, loro sono dotti, che, loro hanno la scienza, ed invece, sono un nulla, che non hanno capito: proprio niente! .. ed infatti, nessuno di loro avrebbe il coraggio, per dire a me: io sono Bush, e credo, che, tu sbagli, per questo motivo, ecc.. e il perché, te lo dico io: "loro non hanno un motivo valido contro di me!" lol. ecco perché, Darvin aveva ragione, quando, lui ha detto, che, i satanisti Bush e Kerry sono due scimmie!
Ma, chi è lorenzojhwh Unius REI? lui ha le idee fin troppo chiare! « Verum, sine mendacio certum et verissimum, quod est inferius, est sicut quod est superius, et quod est superius, est sicut quod est inferius: ad perpetranda miracula rei unius. Et sicut omnes res fuerunt ab uno, mediatione unius; sic omnes res natae fuerunt ab hac una re, adaptatione. Pater eius est sol, mater eius luna; portauit illud ventus in ventre suo: nutrix eius terra est. Pater omnis telesmi totius mundi est hic. Vis eius integra est, si versa fuerit in terram. Separabis terram ab igne, subtile a spisso, suaviter cum magno ingenio. Ascendit a terra in coelum, iterumque descendit in terram, et recipit vim superiorum et inferiorum. Sic habebis gloriam totius mundi. Ideo fugiat a te omnis obscuritas. Hic est totius fortitudinis fortitudo fortis; quia vincet omnem rem subtilem, omnemque solidam penetrabit. Sic mundus creatus est. Hinc erunt adaptationes mirabiles, quarum modus hic est. Itaque vocatus sum Hermes Trismegistus, habens tres partes philosophiæ totius mundi. Completum est quod dixi de operatione solis. »
« Il vero senza menzogna, è certo e verissimo... Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento. Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l'ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice. Il padre di tutto, il fine di tutto il mondo è qui. La sua forza o potenza è intera se essa è convertita in terra. Separerai la Terra dal Fuoco, il sottile dallo spesso dolcemente e con grande industria. Sale dalla Terra al Cielo e nuovamente discende in Terra e riceve la forza delle cose superiori e inferiori. Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e per mezzo di ciò l'oscurità fuggirà da te. È la forza forte di ogni forza: perché vincerà ogni cosa sottile e penetrerà ogni cosa solida. Così è stato creato il mondo. Da ciò saranno e deriveranno meravigliosi adattamenti, il cui metodo è qui. È perciò che sono stato chiamato Ermete Trismegisto, avendo le tre parti della filosofia di tutto il mondo. Completo è quello che ho detto dell'operazione del Sole. »
===================================================
e se qualcuno volesse fare una recensione su di me? Giudicate da voi stessi, se gli sarebbe possibile questa operazione! Tutto lo spam del NWO vs di me Unius REI lorenzojhwh
http://www.radiopaniekzaaierwebradio.com/video/lorenzo-jhwh-2of2-miracula-rei-unius-king-of_0:04:30__FIyxoHBicfg.html
[ tutto il crimine, più abietto, della storia del genere umano, fatto commettere, alla LEGA ARABA, da Obama GENDER GMOS, sotto egida Onu meda Amnesty sharia nazi.. ] A Faisalabad manifestazione a tutela dell'universo femminile. Le vittime preferite della violenza in Pakistan FAISALABAD. «Il Governo deve approvare nuove leggi a tutela delle donne, in particolare nei casi di violenza. domestica o per gli abusi commessi dalla "macchina dello Stato", come avviene in carcere quando sono i rappresentanti delle istituzioni a macchiarsi dei peggiori crimini». È quanto hanno chiesto i manifestanti che hanno aderito alla Campagna del nastro bianco, che si è tenuta lo scorso 6 marzo a Faisalabad, nel Punjab. Un'iniziativa intitolata. «Tempo di agire per mettere fine alla violenza contro le donne», indetta a due giorni di distanza dalla festa internazionale della donna dell'8 marzo. Centinaia di persone, provenienti da comunità diverse del Pakistan, così come da differenti estrazioni sociali e confessionali, hanno voluto rispondere all'appello lanciato dagli attivisti di Peace and Human Development (Phd Foundation), Association of Women for Awareness & Motivation (Awam) e Adara Samaji
Behbood (Asb), realtà da sempre in prima fila nella tutela dei diritti umani. I dimostranti indossavano nastri bianchi, come simbolo della ribellione alla violenza contro le donne. Molti i canti e gli slogan contro gli abusi verso l'universo rosa, che si ripetono con troppa frequenza in tutto il Paese. Le persone in piazza hanno chiesto all'esecutivo e al Parlamento di prendere misure concrete. Nel mirino anche le discriminazioni basate sul genere e tutte le diverse forme di violenza — fisica, sessuale, emozionale, economica — che si verificano in famiglia, il più delle volte in un clima di totale omertà. «La campagna — ha spiegato Suneel Malik, direttore di Phd Foundation — intende sensibilizzare soprattutto gli uomini, chiamati a sradicare ogni forma di violenza sulle donne. È una violazione gravissima ai diritti umani, ma che troppo spesso e con grande dispiacere viene accettata senza battere ciglio ed è anche per questo che molte vicende non emergono e passano sotto silenzio. Vengono considerate parte integrante della cultura e del destino, delle donne anche a causa dell'inerzia dello Stato». Gli fa eco Nazia Sardar, direttore di Awam, secondo cui «in Pakistan i casi di prevenzione e repressione degli abusi sono più problematici, perché non vi è un monitoraggio costante ed efficiente. Per questo il Governo è chiamato ad attuare un sistema migliore di controllo, vegliando sull'applicazione, delle normative in materia». In particolare, in Pakistan, è un fenomeno abbastanza diffuso lo stupro di ragazze e bambine delle minoranze religiose. Le donne cristiane sono un obiettivo privilegiato, perché le più vulnerabili e indifese. La maggior parte dei casi non viene nemmeno denunciato alla polizia e, quando accade, spesso gli autori delle violenze restano impuniti. Ed è tuttora vivo nella comunità cristiana il recente caso di Sumbal, la bimba cristiana di 5 anni, vittima di violenza perpetrata da un gruppo musulmani in una strada di Lahore.
ecco tutti il tragico: teatrino islamico, il balletto della morte, per ingannare il genere umano, mentre, in realtà, esiste un solo califfato mondiale sotto egida ONU Amnesty merda, per uccidere Israele! Ovviamente, nessuno è così ingenuo da credere, che, io amo l'Israele dei massoni, di oggi, più di come, io amerò il mio Israele di JHWH di domani, possibilmente nel regno di Palestina, se il Re della Arabia Saudita non si farà uccidere come quel pezzo di merda che lui è! .. e poiché, JHWH Dio è sovrano, poi, il popolo non può cedere la sua sovranità monetaria a nessuno, perché Dio ha fatto di ogni uomo un re.. che è perché, farisei e salafiti sono i ladri! ] [ BAGHDAD, 10. Un'altra domenica di sangue in Iraq. Trentasette persone sono morte, tra cui due donne e cinque bambini, e altre 166 sono rimaste ferite nell'attentato suicida che ha avuto luogo di fronte a un posto di blocco a Hilla, località situata a sud di Baghdad. Secondo quanto hanno riferito fonti della sicurezza, un attentatore suicida, a bordo di un minibus carico di esplosivo, si è fatto saltare in aria in mezzo a una fila di auto in un momento di grande affluenza a un posto di blocco, all'ingresso della città. «Ho visto le fiamme avvolgere il posto di blocco e le auto in fila e molte persone non sono riuscite a uscire dalle loro auto perché la pressione causata dall'esplosione ha bloccato le portiere » ha raccontato uno dei feriti. «Alcune persone sono morte carbonizzate » ha affermato un poliziotto. Nell'attentato, ha riferito l'emittente Al Iraqiya, sono morti anche due dipendenti della stessa tv. Sangue non solo a Hilla. Due soldati sono stati uccisi a un posto di blocco ad Abu Ghraib, a ovest di Baghdad. E a nord della capitale cinque poliziotti e due militari sono morti in due diversi attacchi. Anche marzo dunque si conferma un mese sanguinoso per l'Iraq, dopo che dall'inizio dell'anno le persistenti violenze, in particolare tra sciiti e sunniti, hanno provocato un pesante bilancio di vittime, anzitutto fra i civili. Tutta la malvagità dell'imperialismo sharia, di ONU, Amnesty farisei Illuminati salafita saudita, in Siria, che, distruggerà Israele, perché i nemici occulti sono più pericolosi dei nemici reali! [ questi islamici non hanno il concetto che la vita umana è sacra! ] Due ospedali su tre sono distrutti o inservibili, come il 38 per cento delle strutture mediche di base. Ferme quasi tutte le ambulanze. Non solo: la metà dei medici ha abbandonato il Paese, altri sono stati uccisi o imprigionati, e tra il personale sanitario rimasto, in media, solo uno su trecento ha le competenze per affrontare le emergenze. Nel caso della città di Aleppo i medici rimasti ad assistere una popolazione di più di due milioni di persone sono solamente 36: le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità ne prevederebbero invece 2.500 per centri urbani di analoghe dimensioni.
Mentre Putin, più che giustamente, per motivi di sicurezza nazionale, detta le condizioni del negoziato. Anche la Cina chiede garanzie sulla crisi ucraina.. KIEV. Si intensificano i contatti diplomatici per cercare di stemperare la crisi ucraina. Il presidente cinese, Xi Jinping, ha sollecitato una soluzione politica e ha chiesto a tutti i protagonisti di esercitare calma e moderazione: lo ha fatto nel corso di due telefonate distinte, una al presidente statunitense, Barack Obama, l'altra al cancelliere tedesco, Angela Merkel. «La situazione in Ucraina è estremamente complessa: quel che è più urgente è che tutte le parti in causa mantengano la calma e mostrino moderazione per evitare un'escalation della tensione», ha fatto sapere da Pechino il ministero degli Esteri, citando le parole di Xi a Obama. «Per risolvere la crisi — ha aggiunto — devono essere percorse tutte le strade diplomatiche e politiche». Anche al cancelliere Merkel, Xi ha detto che la situazione in Ucraina è «estremamente delicata» e deve essere affrontata con grande attenzione. E mentre il deposto presidente ucraino, Viktor Ianukovich, terrà domani una conferenza a Rostov sul Don, nel sud della Russia, ieri in.. Crimea si sono registrati i primi scontri tra filo-russi e sostenitori del nuovo Governo di Kiev. Dal canto suo, il presidente russo, Vladimir Putin, continua a difendere la "legittimità" delle autorità locali della Crimea e della consultazione referendaria da esse convocata ma non considerata valida dall'Esecutivo centrale. Putin ha ribadito la sua linea nelle telefonate al cancelliere tedesco, Angela Merkel, e al premier britannico, David Cameron, entrambi fermi su posizioni diametralmente opposte. Ma, secondo Londra, il leader del Cremlino ha assicurato allo stesso Cameron di «voler trovare una soluzione diplomatica alla crisi», promettendo di parlare al suo ministro degli Esteri, Serghiei Lavrov, del gruppo di contatto sollecitato dalle cancellerie occidentali. Putin «ha riconosciuto che è nell'interesse di tutti noi avere un'Ucraina stabile». Più o meno allo stesso momento, la Casa Bianca annunciava che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, riceverà mercoledì a Washington il premier ucraino, Arseniy Yatseniuk, per tentare di trovare una soluzione pacifica alla crisi, nel rispetto dell'integrità dell'Ucraina e con il sostegno economico della comunità internazionale... Secondo molti analisti la linea rossa del Cremlino — al di sotto della quale non è possibile il successo di alcun negoziato — è costituita dalla permanenza della flotta del Mar Nero a Sebastopoli, dalla sicurezza e la tutela (compresa quella linguistica) della minoranza russa, anche tramite una maggiore autonomia locale, e dal mantenimento della neutralità di Kiev, ossia dalla sua non adesione alla Nato. Garanzie difficili da ottenere in questa situazione di inasprita conflittualità internazionale e divisioni interne, con in più l'incognita delle presidenziali ucraine del 25 maggio, dove tutti i candidati favoriti sono determinati avversari di Mosca. Lo si è visto anche ieri, a Kiev, in un'affollata piazza Maidan — cuore della rivolta contro Ianukovich — dove il premier Yatseniuk ha ammonito Putin che Kiev «non cederà un centimetro » della sua terra alla Russia (ma, nemmeno lui il traditore massone, crede a quello che, lui stesso ha detto). E ha promesso, in base al memorandum di Budapest del 1994, la protezione della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, dove mercoledì sarà appunto ricevuto da Obama, come ha reso noto il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. e, tu non pretendere di essere Unius REI, per poter dialogare contro Satana! .. e satana? lui è intimidito da me, perché lui non arriva alle suole delle mie scarpe! ] Fame di Dio. La Parola di Gesù nel Vangelo «ci dà forza, ci sostiene nella lotta contro, la mentalità mondana che abbassa l'uomo al livello dei bisogni primari, facendogli perdere la fame di ciò che è vero, buono e bello, la fame di Dio e del suo amore». Papa Francesco ha commentato così all'Angelus di ieri, domenica 9 marzo, l'episodio delle tentazioni di Gesù durante i quaranta giorni trascorsi nel deserto prima di iniziare la sua missione pubblica. «Il tentatore — ha ricordato — cerca di distogliere Gesù dal progetto del Padre, ossia dalla via del sacrificio, dell'amore, che offre se stesso in espiazione, per fargli prendere una strada facile, di successo e potenza». Ma Gesù «sa bene che con Satana non si può dialogare, ricordiamolo anche noi nel momento delle tentazioni»
Kerry 322 Bush, mi raccomando non andate anche qui, con i cecchini. piuttosto, fate opere di bene! ] Blindati bloccano a Caracas una marcia delle donne, contro la crisi alimentare. #Biden invita #Maduro a dialogare con l'opposizione ( ma è molto difficile che i satanisti massoni possano parlare con lealtà). #CARACAS. [ speriamo che gli USA non usino i loro poteri occulti per fare un Golpe in Venezuela, come lo hanno già fatto, in Ucraina ed in Siria, ecc.. gli USA, ed i sauditi, sono i più pericolosi terroristi del mondo.] La situazione creatasi in Venezuela con il susseguirsi delle proteste antichaviste è allarmante e il Governo del presidente Nicolás Maduro deve «rispettare i diritti universali, compresa la libertà di espressione e di riunione» ma anche: «impegnarsi in un dialogo sincero in un Paese che è profondamente diviso ». La ha dichiarato ieri il vicepresidente, statunitense, Joe Biden. In una lunga intervista al giornale «El Mercurio», Biden, che è giunto a Santiago del Cile dove martedì sarà presente alla cerimonia di insediamento di Michelle Bachelet, ha sottolineato che «rispondere a manifestazioni pacifiche con le forze di sicurezza e milizie armate, demonizzare e arrestare gli oppositori e rafforzare drasticamente le restrizioni sulla stampa non è l'atteggiamento che ci si aspetta da una democrazia che rispetta i diritti umani». Nel frattempo, la protesta nazionale convocata dall'opposizione contro la politica economica del Governo Maduro ha mobilitato migliaia di persone sabato in una decina di città del Venezuela, ma a Caracas la "marcia delle pentole vuote" delle donne antichaviste, che doveva concludersi davanti alla sede del ministero dell'Alimentazione, è stata impedita da un impressionante dispositivo di blocco di mezzi blindati delle forze di sicurezza. Il leader oppositore, Henrique #Capriles ha accusato Maduro di avere «paura delle pentole vuote, perché sa che sono vuote per colpa sua». In Venezuela c'è penuria dei beni di consumo: secondo statistiche dello stesso Governo, oltre il 20 per cento dei prodotti di prima necessità — inclusi la farina di mais, l'olio e la carne di pollo — risulta difficile, quando non impossibile, da acquistare durante la spesa quotidiana.
tutto il male che, un Islam sharia imperialismo strumentalizzato politicamente, da Farisei Illuminati Bildenberg, sotto egida Onu Amnesty, Obama gender ( boh, forse, ObamaGender sarà una nuova manipolazione genetica della Monsanto ), hanno portato, per distruggere il genere umano... e per continuare ancora a rubare il signoraggio bancario a tutti i popoli schiavi! ] [ 2 palestinesi uccisi da soldati Israele Entrambi in Cisgiordania, uno a valico Allenby con la Giordania. 10 marzo, 2 palestinesi uccisi da soldati Israele, TEL AVIV, Un palestinese di 37 anni é stato ucciso stamane dal fuoco di una guardia israeliana al valico del ponte di Allenby (Gerico), al confine tra la Cisgiordania e la Giordania. Lo ha riferito la radio militare israeliana, aggiungendo che il palestinese avrebbe cercato di impadronirsi dell'arma della guardia. Un secondo palestinese é stato poi ucciso stasera nella zona di Ramallah sempre da soldati di Israele dopo che aveva lanciato pietre (e le pietre possono uccidere, infatti, il gigante Golia è stato ucciso con una pietra) contro veicoli israeliani.
Open letter to Hillary, lo sai sono io che comando sul mondo! TU VUOI FARE LA CAMPAGNA ELETTORALE CONtro di me? Allora, conquistami, con-quist-ami, ama me, difendi i martiri cristiani e la tua civiltà ebraico cristiana, non tradirla mai più, se, tu non parlerai di sovranità monetaria costituzionale? Ti perdonerò, per ora!! 11 marzo, Usa 2016: sito e primo spot per Hillary. WASHINGTON, Hillary Clinton non ha ancora deciso ufficialmente se ricandidarsi alla conquista per la nomination democratica. Ma il SuperPac 'Ready for Hillary', il cui account su twitter ha gia' 111mila followers, non perde tempo, lanciando un nuovo sito web e il primo spot già molto cliccato online. La colonna sonora è 'Roar', ultimo successo della pop star Katy Perry. E le immagini descrivono tutta la storia personale dell'ex First Lady, dall'infanzia al suo ultimo incarico.
http://www.reginamundi.info/MiracoliEucaristici/
king Saudi Arabia, ecco perché ti ucciderò, perché, oltre ad un medico, Gesù ha chiesto un avvocato, per essere difeso: cioè, un procuratore, cioè, un Governatore: " io sono il vendicatore del suo sangue: Unius REI! cioè, il vendicare del sangue, di ogni persona innocente, se, è vero, come è vero: che Gesù è anche Dio CREATORE, per vivere nelle sofferenze di ogni uomo! " ] [ ISLAM nazi sharia dei MOSTRI SOTTO EGIDA ONU AMNESTY Obama gender ] Miracolo eucaristico di Bois-Seigneur-Isaac. [Gli apparve un uomo piagato e sofferente che con accorata insistenza chiedeva un medico e un avvocato che potessero prendersi cura della sua causa]. Il miracolo eucaristico di Bois-Seigneur-Isaac, secondo la tradizione, sarebbe avvenuto nell'omonima cittadina belga nell'anno 1405: durante la celebrazione eucaristica l'ostia consacrata avrebbe sanguinato, macchiando il corporale.. nel 1405, a partire dal martedì precedente la Pentecoste, a Jean de Huldenberg, nobile locale, sarebbe apparso ripetutamente in sogno Gesù coperto di piaghe, disse: " io ho bisogno di un avvocato è di un medico, mostrando, le sue piaghe troppo profonde", invitandolo a recarsi nel piccolo santuario situato nel bosco vicino. Il nobile si recò al santuario, per assistere alla messa celebrata dal parroco, Pierre Ost. Durante la celebrazione, al momento dell'offertorio, il sacerdote si accorse che nel corporale era rimasto un frammento della particola utilizzata nella messa precedente, e Jean capì allora il significato del sogno. Il frammento non si staccava però dal tessuto, ma cominciò a sanguinare, e il fenomeno si ripeté nei quattro giorni successivi. Pierre d'Ailly, allora vescovo di Cambrai - e successivamente confessore di Carlo VI, cardinale e legato di Papa Martino V - esaminò la reliquia e avviò un'inchiesta canonica, al termine della quale dichiarò, il 10 ottobre 1413, che il fatto era autentico e di origine soprannaturale. Il corporale, macchiato di sangue, è conservato e tuttora visibile nella chiesa di Bois-Seigneur-Isaac. [Sergio Meloni e Istituto San   Clemente I Papa e Martire, I miracoli eucaristici e le radici   cristiane dell'Europa, ESD Edizioni Studio Domenicano, 2007. Catalogo della Mostra   internazionale "I MIRACOLI EUCARISTICI NEL MONDO",   Prefazione del cardinale   Angelo   Comastri, Edizioni San Clemente, 2006. Renzo Allegri, Il sangue di Dio. Storia dei miracoli   eucaristici, Àncora Editrice, 2005 ].
politicalUniusREI
2_2. king Saudi Arabia ] [ ISLAM nazi sharia dei MOSTRI SOTTO EGIDA ONU AMNESTY Obama gender ]. [ Non mi rimaneva che pregare e piangere, In Pakistan giovani cristiane, in parte minorenni, vengono rapite e costrette con minacce di morte a convertirsi all'islam. Edizioni Paoline 10.03.2014. ] Esemplare il processo, parecchi anni fa, a una cristiana di nome Tamara. La giovane lavorava come cameriera in casa di un musulmano facoltoso, che l'aveva ripetutamente violentata. Tuttavia non aveva alcuna chance di ottenere giustizia in un tribunale. La legislazione, nel frattempo parzialmente modificata, stabilisce che un musulmano può essere condannato per violenza sessuale nei confronti di un non musulmano soltanto se si presentano a testimoniare quattro uomini di buona reputazione e di fede islamica. In parole povere: una donna deve trovare quattro uomini che abbiano assistito allo stupro. Sfugge a ogni logica che dei signori perbene possano stare a guardare senza muovere un dito... Il mio viaggio non mi ha portato da Tamara, ma da molte altre persone i cui diritti sono stati calpestati dal sistema. Ho trascorso diverse settimane negli uffici dello studio legale CLAAS, fondato dal paladino dei diritti umani Joseph Francis per fornire assistenza legale alle minoranze del suo Paese. Sono ormai centinaia i casi patrocinati negli anni dai suoi avvocati, infaticabili nell'impegno affinché i poveri e gli sfruttati non siano stritolati dagli ingranaggi del sistema giudiziario ma ottengano giustizia. Grazie all'intermediazione di CLAAS, le donne intervistate mi hanno accordato ben presto la loro fiducia, nella speranza che il racconto di ciò che hanno vissuto possa mettere al riparo altre donne da situazioni simili e contribuire a cambiare un sistema che rende difficile la vita di tante persone. Le interviste sono state registrate tutte negli uffici dello studio legale. La situazione di quelle donne è tuttora difficile: per Teena (la prima delle giovani ritratte), per esempio, sarebbe impossibile tornare alla casa paterna. Non arriverebbe alla mattina dopo. Ciò che si stenta a credere diventa plausibile osservando la realtà pachistana: il 4 gennaio 2011 è stato assassinato il musulmano Salman Taseer, governatore della provincia del Punjab, l'area più densamente popolata del Paese. Taseer aveva preso le difese di Asia Bibi. Il politico, che era contrario a quei bizzarri articoli di legge, aveva fatto visita in carcere a Bibi già nel novembre 2010 per dimostrarle pubblicamente la propria solidarietà. A sparare a Taseer è stata una guardia del corpo, assunta per la sua sicurezza. La cosa più avvilente è che l'assassino sia stato celebrato ovunque come un eroe. Bibi non si sente affatto sicura in carcere. Più volte persone accusate della stesso "reato" - anche con motivazioni inverosimili o palesemente false – sono state uccise in prigione o mentre uscivano dal tribunale. - Daniel Gerber è giornalista e redattore freelance (tra gli altri per Berner Zeitung, ERF, Radio 32 e Livenet.ch), nonché scrittore (Esoterik, die unerfüllte Suche, Fünfzehn Dollar für ein Leben). E' sposato con Irene e vive nei pressi di Berna. Per conto della casa editrice Brunnen si è recato in Sudan e nella Striscia di Gaza.
1_2. king Saudi Arabia ] [ ISLAM nazi sharia dei MOSTRI SOTTO EGIDA ONU AMNESTY Obama gender ]. Non mi rimaneva che pregare e piangere. In Pakistan giovani cristiane, in parte minorenni, vengono rapite e costrette con minacce di morte a convertirsi all'islam. Edizioni Paoline. 10.03.2014 di Daniel Gerber, "E io ti ammazzo!", urla Quaiser da sopra la spalla e gira verso il basso la mano destra. Il motore da 125 di cilindrata della Honda rossa ulula, la moto scatta in avanti e la ruota anteriore s'impenna. Teena, che è incinta, perde la presa e cade con un grido sull'asfalto caldo. Alcuni passanti inorriditi si affrettano a prestare aiuto alla futura mamma mentre il marito fa dietrofront, ma senza troppo curarsi di soccorrere la giovane donna, che può dirsi fortunata che in quel momento passino pochi risciò, auto e moto. Le persone accorse pensano a un incidente e non sospettano neppure che Quaiser abbia intenzionalmente messo in pericolo la vita della moglie. Teena non voleva vivere con quell'uomo: la giovane cristiana era stata rapita, costretta a convertirsi all'islam e fatta sposare con ogni sorta di minacce. Se non avesse obbedito, non soltanto sarebbe morta, ma avrebbe messo a repentaglio la vita del padre e dei fratelli. Oppure avrebbero accusato suo padre di "blasfemia". Con una simile imputazione oggi in Pakistan si perde ogni sicurezza e talvolta anche la vita. E se l'accusa è palesemente falsa, non importa. Le forze brutali emergenti nel Paese non si fanno scrupoli di ricorrervi per mettere con le spalle al muro i membri delle minoranze. Stringendo a sé il bambino Maria aveva aperto la porta senza fa rumore ed era scivolata fuori lasciandosi inghiottire dall'oscurità. Finalmente, dopo parecchi tentativi falliti, e dopo più di un anno di percosse e di oppressione, la giovanissima madre, ancora minorenne, sentiva di nuovo l'odore della libertà. Troppo a lungo era rimasta in quella famiglia. L'avevano rapita, l'imam aveva certificato il suo "passaggio", estorto, all'islam e il "matrimonio" con un uomo che aveva il doppio dei suoi anni. Una notte, quando il portone d'ingresso era già sprangato, lei aveva trovato la chiave. Di primo mattino, mentre il quartiere era immerso nel sonno, era corsa a un incrocio dove stazionavano alcuni risciò. Tuttavia il denaro le sarebbe bastato a malapena per pochi chilometri e non di certo per il viaggio di tre ore da Gujranwala a Lahore. All'adolescente erano venute le lacrime agli occhi e per colmo di sventura aveva riconosciuto anche l'uomo sul lato opposto della strada: un membro anziano del clan, diretto alla mosche per la preghiera mattutina. Ora si era fermato e la fissava....
Teena e Maria: il loro destino rappresenta quello di innumerevoli altre donne. E in questo mondo quasi non hanno avvocati che perorino la loro causa. Si preferisce distogliere lo sguardo. Tuttavia, minimizzare è fuori luogo quanto commiserare. Anche Asia Bibi rappresenta tante altre. Dopo un futile bisticcio si è ritrovata circondata da un branco infuriato di cui facevano parte anche alcuni dignitari religiosi islamici che gettavano benzina sul fuoco. L'esile donna era stata arrestata. "Blasfemia" era l'accusa, che lei però ha sempre respinto. Dopo essere rimasta in prigione per più di un anno senza mai venire interrogata, il tribunale l'ha condannata all'impiccagione. A centinaia vivono di stenti come lei. Alla fine però nel mondo libero si è levato un grido. Alcune organizzazioni per i diritti umani hanno chiesto la grazia per Asia Bibi e perfino il Papa ha rivolto un appello pubblico per la libertà della donna cristiana. I religiosi islamici si sono mostrati meno tolleranti: Asia non sarebbe stata scarcerata in alcun caso. L'imam della storica moschea Mohabat- Khan di Peshawar ha messo addirittura una taglia di 500.000 rupie sulla sua testa nel caso venisse liberata.
politicalUniusREI
In realtà tutte le migliaia di miracoli eucaristici sono miracoli permanenti. [ open letter to Illuminati Bildenberg, Pharisees salafiti wahhabiti, Islamici: lo giuro nel nome di Gesù: "io Unius REI vi precipiterò all'inferno senza nessuna pietà!"] «La situazione in Ucraina è estremamente complessa: quel che è più urgente, è che tutte le parti in causa mantengano la calma e mostrino moderazione per evitare un'escalation della tensione», ha fatto sapere da Pechino il ministero degli Esteri, citando le parole di Xi a Obama. Anche al cancelliere Merkel, Xi ha detto che la situazione in Ucraina è «estremamente delicata» e deve essere affrontata con grande attenzione.
politicalUniusREI
[my JHWH -- io conoscevo un tipo che diceva: " io voglio tutto io! ", si, ma, lui poi è morto, come un pazzo, perché, ha perso il cervello 10 anni prima di morire! ] Doppi standard, strumento preferito dell'Occidente. Numerosi politici occidentali affermano che l'intenzione della Crimea di diventare parte della Russia sarebbe in contrasto con le norme del diritto internazionale. Ma nel 2008, quando il Kosovo ha dichiarato in via unilaterale la propria sovranità, una serie di paesi europei e gli USA hanno ritenuto del tutto legittimo tale passo. Yanukovich: sono vivo e il presidente legittimo dell'Ucraina. Viktor Yanukovich ha dichiarato di essere vivo e di essere non solo il presidente dell'Ucraina, ma anche il comandante supremo delle forze armate. "Voglio ricordare che non sono solo l'unico e legittimo presidente dell'Ucraina, ma anche il comandante supremo," - ha affermato Yanukovich, parlando con i giornalisti a Rostov sul Don. Ha promesso di ritornare in Ucraina non appena le circostanze lo consentiranno. Yanukovich ha anche dichiarato che "forze oscure" a Kiev vogliono iniziare una guerra civile e ha accusato i partner europei, di aver calpestato i documenti che garantiscono la pace civile in Ucraina. Crimea won't return to Ukraine - speaker of the Crimean legislature. Crimea will not return to Ukraine, speaker of the Crimean legislature Vladimir Konstantinov told reporters on Tuesday. "The Crimea's return to Ukraine is ruled out," he said. Crimean volunteers sworn in to build region's own army. Crimea's pro-Russian authorities are reported to be swearing in volunteer soldiers in a bid to boost the breakaway region's claim for independence from Ukraine. According to Crimea's PM Sergei Aksyonov, 186 volunteers have already vowed to "defend the people of Crimea." They have joined the ranks of some 1,500-strong self-defense forces that the premier described as the republic's "bulwark."
#Putin --- ovviamente: io non posso lasciare ad una Ucraina della NATO, uno sbocco nel Mar Nero, è come se, io dessi a te, una base navale in Canada.. tu capisci che, tu sei un ragazzo intelligente, che, una cosa del genere, sarebbe impossibile da sostenere: per la difesa degli USA! ] ma, di questo sono sicuro: gli ucraini si accorgeranno subito, di che rovina significa, oggi essere: europei sudditi, senza sovranità monetaria, dei Bildenberg massonici, ladri usurai. [ Ianukovich, dice: io unico presidente legittimo (ok! e per tutti i giuristi del mondo, questa è la verità! E se, i satanisti americani, 322 Kerry Bush, Obama crazy gender, loro i pervertiti: vogliono sovvertire la legge, attraverso, il terrorismo?, questa è soltanto una brutta storia per loro! ). "Assolutamente illegittime" prossime presidenziali in Ucraina. 11 marzo, 10:58. Ianukovich,io unico presidente legittimo MOSCA, "Sono l'unico presidente legittimo dell'Ucraina e continuo ad essere il comandante in capo dell'Esercito": lo ha detto il deposto presidente ucraino, Viktor Ianukovich, in una conferenza stampa a Rostov sul Don, est della Russia, trasmessa in diretta tv. Ianukovich ritiene "assolutamente illegittime" le prossime presidenziali in Ucraina e ha annunciato che "appena le circostanze me lo consentiranno, tornerò a Kiev". Parlamento Crimea proclama indipendenza. Russia, prima lettura legge annessione il 21 marzo. 11 marzo, 11:40. Ucraina, si dimette il premier Azarov. Ucraina: via Ianukovich, Kiev volta pagina. Parlamento Crimea proclama indipendenza: Con 78 voti a favore su 81, il Parlamento della Crimea ha dichiarato l'indipendenza dall'Ucraina. Le autorità della russofona Crimea intendono nazionalizzare le navi della flotta ucraina dislocata a Sebastopoli. "La flotta ucraina a Sebastopoli sarà interamente nazionalizzata. Non intendiamo lasciar uscire le navi ucraine da Sebastopoli", ha annunciato il premier locale Serghiei Aksionov, non riconosciuto e ricercato da Kiev. "Abbiamo precluso l'uscita - ha aggiunto - anche alla flotta civile Cernomor Neftegas", che comprende navi cisterna e per l'esplorazione marittima dei giacimenti di gas e petrolio nel Mar Nero. Lo riferisce Itar-Tass. NEWS. Il Parlamento della Crimea approva la dichiarazione di indipendenza. Ucraina: per cittadini europei e` importante distinguere tra informazioni e propaganda. Sulle cose della politica proprio le menzogne, se continuamente ripetute, riescono a sembrare le uniche verità e tutti vi si adeguano. Una clamorosa dimostrazione di questa tecnica fu, durante la guerra che la Nato scatenò contro la Serbia, la storia delle fosse comuni.
politicalUniusREI
Open letter to Benjamin Netanyahu.. ovviamente, ora la PALESTINA è troppo piccola per fare rientrare i palestinesi, che, sono stati espulsi, ma, se la sharia verrà abolita, in tutto il mondo, per fare dell'Islam, soltanto, una religione di pace, e se, io riceverò tutta: l'Idumea, e la Madiana, come dice la Bibbia (tu Unius REI sull'Idumea getterai i tuoi sandali). (e 40 anni di vita, di un popolo nel deserto saudita Madiana, sono giuridicamente sufficienti, per rivendicare, in favore di quel popolo la proprietà! ). per fare il Regno di Palestina (distruggere, quindi, il falso Massonico Israele, senza sovranità monetaria ), ovviamente, tutti i palestinesi potranno ritornare nel mio Regno di Palestina .. contrariamente, anche quelli, che, oggi, sono in Palestina saranno portati via, deportati nel deserto saudita, che, il Re assassino seriale, saudita jihadista terrorista nel mondo intero, non vuole dare a me, per farsi uccidere lui, come un cane da Rothschild! … e poiché, tu hai imparato ad ascoltare me, poi, tu incomincerai ad avere dei risultati importanti!
politicalUniusREI
king Saudi Arabia .. mio caro: la giustizia è eterna immortale, senza preferenze e senza riguardi.. ecco perché, troppe poche persone vanno in Paradiso.. adesso tu capisci, cosa io voglio dire: " io devo costruire il Tempio Ebraico, per tutti gli uomini del pianeta! " .. e non mi importa, se, i farisei razzisti, si offenderanno, perché, io sono stato programmato per calpestare ogni iniquità! .. quindi, quale può essere la differenza, se, è un cristiano, o un musulmano, ecc.. a subire la ingiustizia? Ogni ingiustizia rivendica la sua vendetta, ed ecco perché, io sono le legge del taglione!
politicalUniusREI
king Saudi Arabia .. quando io scrivo un articolo? ci sono tante persone, che, mancano di visione e di profezia, tutte persone egoiste dalla mente ristretta, dal cuore sterile.. loro non sanno avere una visione: per poter benedire: ogni essere umano del pianeta, e nella loro grettezza, non sono come Dio, che, lui il Santo: JHWH, mio Allah, LUI da la vita a tutti, anche ai suoi nemici, e miei nemici ... prima, per loro: disgraziati, di ricevere un inesorabile giudizio.. quindi, io vedo tutti questi infelici, come tanti polli disperati, che vanno sul camion, al macello, e sono in uno stato di agitazione, nella gabbia dei loro peccati,, soltanto perchè, la loro fede: è pari al loro amore.. quindi, meglio sarebbe stato per loro, che, loro non fossero mai nati!
king Saudi Arabia .. se tu hai un poco di pazienza? oggi, io farò con te una alleanza eterna!
king Saudi Arabia .. perché, tu sei meravigliato, che, i satanisti americani sono tutti terrorizzati da me? io sono un esorcista, ed è normale per alieni e satanisti, criminali ecc.. di temere la luce e la legge!
[ lol. ] super iper, more super highest super merda di Obama GENDER‏ [ lol. ]
/user/YouTube/discussion [google CIA 666 youtube NSA] [ non mi importa, se, voi chiudete per la terza volta, questa pagina.. io non so come fanno, ma, i miei ebrei mi seguiranno sempre, ovunque, io andrò! ] amen. C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. Croce del Santo Padre Benedetto. amen. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce. amen. V. R. S. +. Amen! Vadre Retro satana. Allontanati satana!
amen. N. S. M. V. +. Amen! Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane
amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo
amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! IN NOMINE PATRIS, ET FILII ET SPIRITUI SANCTO + Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
Yitzchak Kaduri, [ quando la merda di Obama GENDER, sarà entrata nella Chiesa Cattolica, cioè, la grande e definitiva apostasia: ( finirà il millenarismo ) poi, inizierà il tempo di satana e saranno momenti angosciosi.. . perché, satana sarà liberato dall'abisso per camminare sulla terra! ti giuro nel nome di Gesù: non avrò pietà per questi traditori! ] politicalUniusREI
@UN, EU, NATO, USA, Satanists, Freemasons, Herman Achille Van Rompuy is [IMF synagogue of Satan, the Arab League] - how can you say, we are good parents, because, our children will be rich, and will rule, on a planet, transformed, in a single herd of slaves?
@ ONU, satanisti, massoni, Herman Achille Van Rompuy è [sinagoga FMI, di satana, Lega ARaba ]-- come potete voi dire, noi siamo dei buoni genitori, perché, i nostri figli, saranno ricchi, e domineranno, su di un pianeta, trasformato, in un solo branco di schiavi?
attuale governo golpista in carica, il quale non vuole aprire un'indagine sugli eventi ei cecchini di Bush 322 Kerry [ma guarda che strana coincidenza ] I CECCHINI DI MAYDEN IN KIEV ERANO SICARI DEL GOVERNO FANTOCCIO PRO-EURO-NATO, IN CARICA per il golpe. Intercettata conversazione telefonica tra Catherine Ashton e il ministro degli esteri dell'Estonia (che ha poi ufficialmente confermato). Ministro degli esteri dell'Estonia: "I cecchini che hanno sparato e ucciso sia manifestanti che poliziotti (oltre 100 morti e circa 1000 feriti) a Kiev erano sicari dei leader dell'attuale governo, il quale non vuole aprire un'indagine sugli eventi". [ma guarda che strana coincidenza ] VIDEO ORIGINALE IN LINGUA INGLESE
Breaking: Estonian Foreign Minister Urmas Paet and Catherine Ashton discuss Ukraine over the phone
altri video sull'argomento al link
http://syrianfreepress.wordpress.com/2014/03/05/leaked-phone-conversation-between-catherine-ashton-and-estonian-foreign-minister-snipers-who-shot-killed-protesters-and-policemen-in-kiev-were-hitmen-of-the-euro-maydan-leaders/
Jezebel II queen IMF-NWO. king saudi arabia [ dove sei troia? io ti aspetto in Siria! ] Ultime dalla #Siria: Nel #Video (Ing, Fra), L'esercito #Bonifica la località roccaforte Al-Zarah in sobborgo Homs,
- #Comando Generale dell'Esercito: il successo di al-#Zarah è significativo per la sua posizione geografica e la sua importanza per i #terroristi. - Unità dell'esercito uccidono decine di terroristi a #Yabroud, sobborgo #Damasco Campagna. - Un'unità dell'esercito sequestra un pick-up carico di armi e munizioni nella zona di Douma a diretto ai terroristi nella Ghouta orientale di Damasco.
- Al-#Jaafari: La Siria è impegnata a rispettare i trattati sui diritti dei bambini e l'infanzia
- In occasione della #Giornata mondiale della #donna, l'Unione Generale delle donne ha organizzato un sit-in davanti alla sede #UN contro l'ingerenza straniera negli affari siriani
- Marcia popolare a Damasco in sostegno all'esercito e alla leadership siriana
- #Lavrov: Dialogo con i partner occidentali sull'#Ucraina dovrebbe essere equo
- #Idleb: #Attacco terroristico con colpi di mortaio sul parco Al-Zir provoca vittime e ferimenti di bambini
- Il #presidente venezuelano Nicolas #Madura chiede agli Stati Uniti di non coinvolgersi nell'America Latina
http://youtu.be/_J5ITyZRPbs
http://youtu.be/16B2-ulpep4 #Siria, Comando generale dell'esercito annuncia la bonifica totale della località roccaforte dei terroristi in sobborgo #Homs #Zarah
#Siria, l'esercito riprende il pieno controllo sulla località Hasrajyah in sobborgo Homs, 2km distante dalla loro roccaforte Zarah
#Siria, l'esercito avanza in Qalamoun controlla frutteti di Rima e le colline orientali che si affacciano sulla città di Yabroud. #Siria, l'esercito avanza in #Qalamoun riprende il controllo su Mujamma, Talet Katari che si affaccia sulle colline orientali di #Yabroud
Telegramma dal Pt. #Assad a Pt. #Putin esprime solidarietà della Siria a suoi sforzi nel ripristinare la sicurezza e la stabilità in Ucraina
#Siria, esplosione terroristica con autobomba all'ingresso sud di #Hama, informazioni preliminari indicano vittime,feriti e danni materiali. Jezebel II queen IMF-NWO
ex Inviato dell'UN x la Siria, Kofi Annan: ha detto: "Qatar, ArabiaSaudita e Turchia fornivano armi e denaro all'opposizione nonostante miei appelli!" 8 MARZO, FESTA DELLE DONNE. UN OMAGGIO DI TG24Siria. (anche se in ritardo, causa lavoro, accettate i nostri auguri). Per la festa delle donne, facciamo gli auguri a tutte le signore e signorine, affinchè possano acquisire (coloro che non l'hanno giá) tutta la sua forza, tenacia, dolcezza e capacità di resistenza... (nella foto la moglie del Presidente bashar al-Assad, First Lady of Syria, Asma al-Assad, Dio protegga sempre lei e la sua faliglia )
Jezebel II queen IMF-NWO TG 24 Siria. 41 minuti fa [ questa guerra manifesta le vere intenzioni di Maometto l'anima dannata insieme ad Hitler all'inferno, una delle tre facce di satana ]
#Siria, Arrivate a #Damasco, Quartiere Qassa'a, le suore di San Tecla di Ma'aloula, liberate ieri dai terroristi. #Libano: il convoglio della delegazione della sicurezza generale libanese riceve le suore a Arsal: stanno bene, tra poco arrivino in #Siria. Libano: l'arrivo del convoglio, che trasporterà le Suore di Maloula alla Valle Atta sul confine libanese siriano come prevede l'oro accordo. Siria, +18: terroristi mercenari perpetrano nuovo massacro, fucilano 10 civili a Daraa tra cui bambino e anziano
إرهابيون مرتزقة يرتكبون مجزرة مروعة بدرعا بحق عشرة مواطنين بينهم شيخ مسن وطفل, Cambio Piano, Le suore rapite saranno consegnate a Shtura in Libano, e sarà la loro decisione se tornare a Damasco o a Beirut
Jezebel II queen IMF-NWO. Good Deeds Day (63 foto). Domenica 9 marzo, giornata mondiale del Volontariato (Good Deeds day), alcuni studenti israeliani dell'Università di Padova hanno prestato il loro aiuto e sostegno, mediante azioni concrete di solidarietà. L'iniziativa è stata realizzata a Vo', grazie al supporto del Comune di Vo' e del Museo della Shoah e del Paesaggio. Cristiani per Israele-Italia
7 marzo. Domenica 9 marzo, giornata mondiale del Volontariato (Good Deeds day) alcuni studenti israeliani dell'Università di Padova presteranno il loro aiuto e sostegno, mediante azioni concrete di solidarietà. L'iniziativa viene realizzata a Vo', grazie al supporto del Comune di Vo' e del Museo della Shoah e del Paesaggio.
L'iniziativa ha un grande valore sociale, ma anche storico: dove 70 anni prima, durante il regime fascista, questa Villa e questo Comune erano diventati luogo di detenzione per gli ebrei di Padova, il 9 marzo viene portato un messaggio di pace e di solidarietà dai giovani studenti israeliani. Alcuni ragazzi andranno nelle famiglie bisognose e, in collaborazione con i servizi sociali, porteranno il loro sostegno, mentre altri rimarranno a svolgere lavori pratici nel Museo.
La giornata inizierà alle 9 in Piazza Santimaria con i saluti delle autorità della città e la distribuzione dei compiti ai volontari. Jezebel II queen IMF-NWO. Amnesty: le autorità siriane usano la fame come l'arma.. è una totale bugia! [ Amnesty, ONU, USA UE, massoni Illuminati Bildenberg satanisti, sono per la LEGA aRABA, sharia imperialismo, perché loro sono i nazisti che odiano la civiltà ebraico-cristiana! ecco perché lasciano sterminare: 300 dhimmi, ogni giorno.. e per loro è bono tutto questo! ] Amnesty International ha accusato il governo siriano di far morire di fame i civili e di usare la fame come modo di conduzione della guerra. secondo i dati dei difensori dei diritti umani, nel campo profughi di Yarmouk a Damasco sono morte di fame almeno 128 persone. L'organizzazione afferma che migliaia di persone rimaste nel campo vivono in condizioni di "crisi umanitaria catastrofica". Gli abitanti di Yarmouk praticamente non ricevevano gli aiuti umanitari da luglio scorso fino a gennaio di quest'anno, perché la consegna di aiuti umanitari è fallita più di una volta: gli operatori umanitari non avevano il permesso di avvicinarsi al campo. Jezebel II queen IMF-NWO
Yanukovich interverrà con una dichiarazione. [ la sua dichiarazione è inutile.. lo sappiamo tutti che è stato un golpe di USA UE ] Martedì Viktor Yanukovich interverrà a Rostov sul Don con una dichiarazione, comunicano le agenzie di stampa russe, riferendosi ad fonte del suo entourage.
Al momento non sono stati resi noti l'orario e il luogo. 22 febbraio la Verkhovna Rada ha destituito Yanukovich e ha cambiato la Costituzione, nominando Presidente ad interim lo speaker del Parlamento Aleksandr Turchinov.
Le elezioni presidenziali in Ucraina sono state indette per il 25 maggio.
Jezebel II queen IMF-NWO. MrMiddleburg 08/mar/2014. Sim, mas o Inferno existe. E é muito dificil alcançar o purgatorio. Quem será salvo ? Choose the straight and narrow path that leads to eternal life. For many are those who choose the wide road that leads to destruction. ( And nowadays it looks even worse, not better). PEACE. [answer] i farisei Bildenberg Spa, FMI, massoni, prendono gli uomini per la lussuria e la avidità, effimero, menzogne e satanica menzogna gender, ecc.. quindi.. si pentiranno di avere fatto entrare satana nella loro vita! ma, sarà troppo tardi per loro, perché, la paglia brucerà velocemente!
Jewish Satanists and pedophiles bce fed nwo imf imf
Jezebel II queen IMF-NWO
traditori vigliacchi nemici del Regno di Dio! complici dei satanisti farisei salafiti, per la rovina di Israele! ] New York, proteste contro la leva degli ebrei ultra-ortodossi: parassiti usurai strozzini Illuminati, i parassiti del mondo! A New York il 9 marzo si è tenuta la manifestazione contro il servizio di leva nell'esercito israeliano degli ebrei ultra-ortodossi. Alle proteste hanno partecipato oltre 50 mila persone. L'iniziativa è stata organizzata in forma di preghiera, perciò uomini e donne protestavano separatamente. A marzo il Parlamento israeliano esaminerà il disegno di legge, secondo il quale gli ebrei ultra-ortodossi di Israele dovranno fare il sevizio di leva nell'esercito come tutti gli altri. Nel caso di approvazione la legge entrerà in vigore nel 2017.
Domenica scorsa le proteste di massa si sono tenute a Gerusalemme. Le nuove autorità di Kiev dipendono dai nazionalisti radicali. [ ma, chi comanda è il popolo! quindi siano i vari popoli della Ucraina a fare le loro scelte.. la violenza in questo caso è inutile! ] La Russia invita i suoi partner a non considerarla come una delle parti coinvolte nel conflitto in Ucraina, è quanto ha dichiarato il Ministro degli Esteri Serghey Lavrov al termine del suo incontro con il collega tagico Sirodgiddin Aslov. Gli interlocutori hanno discusso i problemi della cooperazione bilaterale ed importanti problemi internazionali. L'Ucraina: le autorità illegittime di Kiev e l'autodeterminazione della Crimea. Il Consiglio della Federazione della Russia sosterrà la decisione del Parlamento della Crimea sullo svolgimento di un referendum. Il capo del Consiglio Valentina Matvieenko lo ha dichiarato ai parlamentari della Crimea che venerdì sono stati a Mosca. Yitzchak Kaduri, [ quando la merda di Obama GENDER, sarà entrata nella Chiesa Cattolica, cioè, la grande e definitiva apostasia: ( finirà il millenarismo ) poi, inizierà il tempo di satana e saranno momenti angosciosi.. . perché, satana sarà liberato dall'abisso per camminare sulla terra! ti giuro nel nome di Gesù: non avrò pietà per questi traditori! ]
Daniele è il fulcro della tensione messianica. L'importanza dell'ispirazione di Daniele per i cristiani è predicata dallo stesso Signore Gesù Cristo, che, ribadisce l'autenticità degli scritti del profeta. Due volte, nei Vangeli, Gesù riporta le parole "dette dal profeta Daniele" (Matteo 24:15 e Marco 13:14). La critica sostiene ciecamente l'assenza del nome di Daniele tra i profeti, quindi questo mitico personaggio, menzionato per tre volte, non può essere il Daniele acclamato nelle profezie di Ezechiele. Gesù pone Daniele al fulcro della storia escatologica, confermando le predizioni del profeta riguardo all'Anticristo, durante il discorso sul monte degli Olivi. Il grande teologo luterano Hengstenberg, viene citato per aver detto: "Ci sono pochi libri la cui autorità divina è così ben confermata nel Nuovo Testamento, e soprattutto da parte dello stesso Signore Gesù, come il libro di Daniele". Infatti la settantesima settimana non solo è menzionata da Gesù, ma tanto Paolo che l'Apocalisse di Giovanni basano i loro pronostici sull'Antimessia e sul secondo avvento del Leone di Giuda, sulle dichiarazioni di Daniele (2 Tessalonicesi 2:1-12; Apocalisse 13). Le accurate ricerche di Sir Robert Anderson (ex capo di Scotland Yard) mirano alla critica degli accusatori di Daniele: "Gli studiosi cristiani scrivono per altri studiosi, spinti dal desiderio di chiarire la verità. Il teologo popolare svende le stravaganze dello scetticismo tedesco al solo scopo di illuminare un pubblico facile ad illudersi". Il grande vescovo Westcott ha affermato che il libro di Daniele è più utile, rispetto all'emergenza della cristianità, di qualunque altro testo ebraico. La sua antitesi teologica, il professor Bevan, ha a sua volta concesso a Daniele una ancor maggiore credibilità cristiana – a malincuore e inavvertitamente, secondo me – affermando: "Nel Nuovo Testamento, Daniele è menzionato solo una volta [in realtà due], ma l'influenza del libro è evidente ovunque".
my JHWH -- sorry, il loro: è sempre un delitto di lesa maestà, contro, di me: Unius REI.. io riprendo ad ucciderli, perché: io ho perso la pazienza, di aspettare la loro ostinata non conversione.. li riceva: pure.. satana all'inferno in eterno, peggio per loro, non sono stati degni di godere la mia felicità e ricchezza!!
Rothschild hell. American Christians raise voices against Boko Haram. AGAINST NAZI SHARIA. against Saudi terrorism: la galassia jihadista nel mondo sotto egida Ono Amnesty Obama gender, 666 Bush 322 Kerry Rothscild shit, criminal, ladri usurai assassino...
From   www.sacbee.com  October 19, 2012 7:32 AM                            
Qur'an (47:4) So when you meet those who disbelieve, strike necks until, when you have inflicted slaughter upon them, then secure their bonds, and either favor afterwards or ransom until the war lays down its burdens. And if Allah had willed, He could have taken vengeance upon them, but to test some of you by means of others. And those who are killed in the cause of Allah - never will He waste their deeds.
(CANAN) Nigerian-American Christians will not sit-by idly as our brethren are being slaughtered in Nigeria by extreme and fundamental terrorists. To this end we are addressing a press conference.
WHERE: National Press Club (Murrow Room)
WHEN: [Tuesday] Oct 23, at 10 a.m. CANAN leaders, some of whom will address the conference include:
Dr. James Fadele, a retired Senior Design Engineer at Ford, now senior pastor and leader of one of the largest Christian denominations in the U.S., Redeemed Christian Church of God. He is the Chairman of the association.
Ms. Oby Ezekwesili, immediate VP of the World Bank-Africa Region, a trustee of the association.
Laolu Akande, the longest serving Nigerian foreign correspondent in the United States and (African) at the UN, who is the association's Executive Director.
Emmanuel Ogebe, a religious freedom advocate, and CANAN's governmental affairs representative.
The challenge that the Boko Haram menace has thrown is that of the good fight of faith. Boko Haram is a threat not only to Nigerians, but to U.S. interests. This much the U.S. Congress have said.
CANAN will take up that challenge and use peaceful and non-violent means to fight back. Christians and innocent Nigerians of all hues have become victims of the senseless killings by the terrorist group. But it is also a challenge to the Nigerian government, its Police Force, and other security agencies in the nation.
We also call upon the US government and all people of goodwill around the world to pay due attention to what is happening in Nigeria, in order to defend our common humanity.
We call on the international community not to remain quiet.
We call on the U.S. government to review its present policy which falls short of correctly designating the Boko Haram as a terrorist group that it is! As for CANAN, formed recently in New York, we shall not keep quiet, and we ask for the support of the American people. CANAN will avail itself of its international contacts here in the U.S. and elsewhere to equip Nigerian Christians against lawlessness and the disturbingly recurrent threat to their fundamental rights. Related: The rape and murder of Pakistan's Christian children
Boko Haram leader issues threat over anti-Islam video
(Video) Lefty Bob Beckel rails against murderous Muslims
A Message from Ex-Muslim in the Boko Haram killing zone!
Boko Haram: An Overlooked Threat to U.S. Security
Boko Haram Warns to Convert or 'Not Know Peace Again'
Africa: Muslims Wage Religious War on Christians
Kenya: At least 15 killed in church attacks
300 Suicide Bombers to Attack Churches
Boko Haram to use Poison in Jihad Against Christians
25 Dead After Multiple Exploding-Muslim Attacks
The Obama Administration's Genocide Denial
Another Exploding-Muslim Attack on a Church
Boko Haram Suicide Bomber Attacks Church
Boko Haram is Jihad on Christians, says Akinola
Rothschild hell [ CRIMINAL SATANIC aGENDA bILDENBERG NAZI, 666 imf fed ecb spa nWO] From www.reuters.com - October 18, 2012 5:15 PM. (Reuters) - The father of a Bangladeshi man accused of attempting to blow up the New York Federal Reserve Bank denied on Thursday that his son was involved and said he was the victim of a "racist conspiracy". Quazi Mohammad Rezwanul Ahsan Nafis, 21, was arrested on Wednesday and faces charges of attempting to use a weapon of mass destruction and attempting to provide material support to al Qaeda. "This is nothing but a conspiracy. There is still a racist conspiracy there," his father Quazi Mohammad Ahsanullah told reporters in the Bangladeshi capital Dhaka.
 "The intelligence of the USA is playing with a mere boy whom we sent for higher study. The allegation against my son is not true at all. He could not even drive a car. How was he caught with a van?"Nafis appeared in a Brooklyn court on Wednesday. The criminal complaint against him said he had entered the United States in January and that he had said he was in contact with members of al Qaeda overseas.
The complaint said he had travelled by van with a man to a New York warehouse where Nafis assembled what he thought was a 1,000-pound (450-kg) bomb. The man he believed to be an accomplice was in fact an undercover agent working for the FBI and the explosives were not in working condition. He was arrested later in a hotel near the bank. Nafis had been a business student at North South University, a prestigious private institution in Bangladesh, before leaving to study computer science in the United States.
His father, a senior vice president of a private bank, said Nafis was the more religious of his two children, but in no way a fanatic. He told reporters he had asked the government for help "so that our son will not fall victim to an arranged story". "He fell into trap," he said. "We talked with him 24 hours before he was arrested."
http://www.youtube.com/user/RaikenXion [AGAINST] il mio gigante è alto 12.000 km [ tu vuoi combattere contro di me a morte? ] ... Udii l'uomo vestito di lino, che stava sopra le acque del fiume. Egli alzò la mano destra e la mano sinistra al cielo e giurò per colui che vive in eterno dicendo: «Questo durerà un tempo, dei tempi e la metà d'un tempo; e quando la forza del popolo santo sarà interamente spezzata, allora tutte queste cose si compiranno»". (Daniele 12:5-7)? "Poi vidi un altro angelo potente che scendeva dal cielo, avvolto in una nube; sopra il suo capo vi era l'arcobaleno; la sua faccia era come il sole e i suoi piedi erano come colonne di fuoco. Egli aveva in mano un libretto aperto [cioè un rotolo] e posò il suo piede destro sul mare e il sinistro sulla terra; poi gridò a gran voce, come un leone ruggente; e quand'ebbe gridato, i sette tuoni fecero udire le loro voci" (Apocalisse 10:1-3). this is: I am UNIUS REI! Obama bestia, uccidi tutti i copti, in Egitto, sono dhimmi shiavi, come tutti i dhimmi, in Nigeria, per il tuo califfato mondiale, sharia imperialismo nazi! ] gli Stati del Nord della Nigeria, hanno dato somme di denaro enormi, a tutti i cristiani, che, in Moschea del sud, era disposti a fare apostasia, contro, il cristianesimo.. in questo modo, sono gli Stati del Nord della Nigeria, che dichirano di essere: i Boko Haram.. per il califfato mondiale. Quindi tutta la LEega ARABA e la ARABIA SAUDITA, sono i Boko Haram!
Taqiyya - Lying for Allah. [ Obama, uccidi tutti i copti, in Egitto, sono dhimmi shiavi, e tutti i dhimmi, in Nigeria per il tuo califfato mondiale! ] /user/YouTube/discussion [google CIA 666 youtybe NSA] [ non mi importa, se, voi chiudete per la terza volta, questa pagina.. io non so come fanno, ma, i miei ebrei mi seguiranno sempre, ovunque, io andrò! ] amen. C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. Croce del Santo Padre Benedetto. amen. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux
Croce sacra sii la mia Luce. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce
amen. V. R. S. +. Amen! Vadre Retro satana Allontanati satana! amen. N. S. M. V. +. Amen!
Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane
amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo. amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!
IN NOMINE PATRIS, ET FILII ET SPIRITUI SANCTO +
Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! Universal BROTHERHOOD
 King Saudi Arabia -- this is YOUR sharia nazi Bildenberg, UNDER EGIDA: ONU Amnesty 322, NWO, love UMMA worldwide caliPHate nazi, aRAB lEAGUE, and kill Israel dhimmi slaves ! ] Nigeria: nuovo attacco Boko Haram, almeno 39 morti. La strage é avvenuta in un villaggio nel nord-est del Paese, Mainok. 02 marzo, 43 killed in suspected Boko Haram attack on Nigerian school . KANO (NIGERIA) - Un nuovo attacco in Nigeria, presumibilmente del gruppo integralista islamico Boko Haram, ha provocato la morte di almeno 39 persone. Lo riferiscono alcuni testimoni. La strage é avvenuta ieri sera in un villaggio nel nord-est del Paese, Mainok, contemporaneamente all'attentato che a Maiduguri ha causato 35-50 morti. In base a quanto si é appreso da testimoni, gli abitanti si stavano preparando alla preghiera della sera quando decine di uomini con indosso uniformi dell'esercito hanno attaccato il villaggio di Mainok, 50 km a ovest di Maiduguri, lanciando granate e sparando con fucili mitragliatori sulla folla. La notizia di questa seconda strage è arrivata oggi, in quanto le comunicazioni con la remota zona nord-orientale della Nigeria sono difficili.
Universal BROTHERHOOD [ King Saudi Arabia -- this is YOUR sharia nazi Bildenberg, ONU Amnesty 322, NWO, love UMMA worldwide califfate nazi, and kill Israel dhimmi slaves ! ] Muslims killed 500 Christians in Nigeria freedom religion Koran. Riproduci video. who approved the killing of Christians? with his children: he must carry the weight it! why, Christians Are Persecuted, Martyred, and Killed Worldwide!@Muslims-by when Muhammad: Been is called: "the… 00:03:16. Aggiunto il 05/02/2012. 10.158 visualizzazioni. Nuovo commento sul tuo video. Muslims killed 500 Christians in Nigeria freedom religion Koran. Edgar Gutierrez. People should watch this.
Nessuno Unius REI. quando, noi riusciremo a vedere delle notizie che non siano ideologicamente colorate in ANSA massonica bildenberg? ma, io credo in un mondo senza imperialismi.. e se, voi mi seguite tutti questo è possibile! /user/YouTube/discussion [CIA 666 NSA] -- ma, quanta paura tu hai, di fare apparire, su questa pagina il mio : /user/politicalUniusREI [ordine esecutivo 11110 Unius REI. CIA 666 tanto lo sanno tutti, che sei stato tu, insieme a Rothschild Spa FMI, ad uccidere: "John Fitzgerald Kennedy" ordine esecutivo 11110 Unius REI. [ lol. ] super super super merda di Obama GENDER‏ [ lol. ] /user/YouTube/discussion [google CIA 666 youtube NSA] [ non mi importa, se, voi chiudete per la terza volta, questa pagina.. io non so come fanno, ma, i miei ebrei mi seguiranno sempre, ovunque, io andrò! ] amen. C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. Croce del Santo Padre Benedetto. amen. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Che il dragone non sia il mio duce. amen. V. R. S. +. Amen! Vadre Retro satana. Allontanati satana! amen. N. S. M. V. +. Amen! Non Suade Mihi Vana. Non mi persuaderai di cose vane amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. Ciò che mi offri è cattivo amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! IN NOMINE PATRIS, ET FILII ET SPIRITUI SANCTO +. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! Yitzchak Kaduri, [ quando la merda di Obama GENDER, sarà entrata nella Chiesa Cattolica, cioè, la grande e definitiva apostasia: ( finirà il millenarismo ) poi, inizierà il tempo di satana e saranno momenti angosciosi.. . perché, satana sarà liberato dall'abisso per camminare sulla terra! ti giuro nel nome di Gesù: non avrò pietà per questi traditori! ] ordine esecutivo 11110 Unius REI [ open letter to Rothschild: "cosa è questa merda tua?" ] Solidarietà del Vescovo Rustenburg, con le famiglie dei lavoratori in sciopero, in Sud Africa. Con i minatori contro la piaga della USURA
ordine esecutivo 11110 Unius REI notizia del 2014-01-10 20:06:37 [ criminal satanic Obama Gender 666 ] In piazza a Roma per la famiglia e la libertà di espressione. In piazza per garantire la libertà di espressione e preservare matrimonio e famiglia. Questo sabato alle 15.30 in piazza Santi Apostoli a Roma la Manif pour tous Italia organizza una manifestazione con l'adesione di tutte le associazioni cattoliche impegnate nella difesa della famiglia e contro la proposta di legge Scalfarotto sul contrasto all'omofobia, definita una "legge bavaglio". Al microfono di Paolo Ondarza il portavoce dell'organizzazione Filippo Savarese:
R. - Noi saremo in piazza per dire che il decreto legge Scalfarotto contro l'omofobia lede questo principio - libera espressione delle opinioni -, perché sostanzialmente andrà a punire coloro i quali credono che il matrimonio sia l'unione esclusiva tra un uomo ed una donna. D. - Voi riproponete l'esperienza della Manif pour tous, il movimento francese sorto dopo l'approvazione della legge contro l'omofobia. Lì, si è verificata questa imposizione di un pensiero unico? R. - Si è verificata in toni drammatici. Manif pour tous ha per logo una famiglia stilizzata tinta di rosa. Ecco, al giorno d'oggi, chi gira in Francia, a Parigi, per la strada, con una maglietta con quel logo addosso, viene fermato dalla gendarmeria e se non si toglie la maglietta - che è considerata ormai un motivo politico - viene condotto in questura e riceve la sanzione tipica di chi manifesta senza l'autorizzazione. Questa è un'estremizzazione da contrastare e bisogna far di tutto perché in Italia non si instauri questo clima di pensiero dominante che, volendo evitare delle discriminazioni, ne crea di reali e molto peggiori.
D. - Quando lei dice: "Chi gira con questa maglietta", si riferisce ad un caso che è accaduto: una persona che girava con una maglietta rappresentante appunto questa famiglia – padre, madre con i due bambini - è stata fermata ...  R. - È possibile trovare delle cronache in Rete ...
D. - Ma, si sono verificati altri casi nel momento in cui lei dice: "Chi gira anche oggi con questa maglietta"?
R. – Sì, si sono verificati dei casi: un ragazzo è stato fermato, il papà di una famiglia che stava passeggiando per il parco è stato fermato dalla gendarmeria, la quale gli ha chiesto di togliersi questa maglietta. Ma, questa stessa immagine era stata usata da un importante istituto di credito per promuovere una polizza per le famiglie. Qui, si usava questo logo in modo neutro. Questa banca è sta accusata di comportamento omofobico. È iniziata una gogna mediatica, e la banca ha dovuto ritirare questa immagine dal proprio sito. È un po' come il "caso Barilla" in Italia. D. - È paradossale, anche perché Manif pour tous vuol dire proprio Manifestazione per tutti, cioè consentire a tutti di potersi esprimere, non imporre un pensiero unico ... R. - Perché noi crediamo che le ragioni che sosteniamo siano ragioni di natura antropologica, e la ragione umana può aderire a queste argomentazioni qualunque siano le convinzioni e le strutture politiche, religiose. Ne è la prova il fatto che moltissime persone di orientamento omosessuale condividono questa nostra posizione. All'evento parteciperà il presidente di Homovox, un'associazione di omosessuali francese, per dire che quello che sta accadendo non è espressione di un'unica comunità di omosessuali o altre categorie simili, ma è un movimento ideologico che riguarda soltanto una piccola parte.
D. – Dunque, una manifestazione laica che coinvolge tante sigle; prima citavamo Homovox, ma non sarà la sola
R. - Non sarà la sola, tant'è vero che in Francia le manifestazione erano caratterizzate dal fatto che i partecipanti brandivano non la Bibbia, ma il Codice civile che riconosceva la natura reale del matrimonio nella società. Quando noi diciamo che la famiglia è una società naturale fondata su un uomo ed una donna, non citiamo la Bibbia ma citiamo la Costituzione italiana all'articolo 29. Quindi, sicuramente le religioni, la filosofia, gli studi antropologici danno un sostegno, possono dare una comprova, ad un fatto che, però, per natura e per ragione può essere comprensibile a chiunque.
D. - Secondo quel diritto naturale che però oggi si tende a sovvertire in nome di una nuova teoria che ha tutte le caratteristiche di un'ideologia, quella del gender ...
R. - Sì, ha tutte le caratteristiche di una dittatura, perché l'aspetto più tragico dell'ideologia del gender non è tanto e non solo nei contenuti - che sono deprecabili perché negano il fatto evidente che le presone sono divise in maschi e femmine - ma soprattutto nei metodi che sono del tutto impositivi. Basti pensare che uno dei cavalli di battaglia di chi sostiene l'ideologia del gender è quella di indottrinare i giovani - i giovanissimi - fin dalle scuole dell'infanzia, addirittura, con questi nuovi concetti che non hanno alcuna base scientifica - ma solo puramente ideologica - violando il diritto veramente sacro di ogni famiglia di scegliere liberamente l'indirizzo educativo dei propri figli. Questo è tragico!
Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2014/01/11/in_piazza_a_roma_per_la_famiglia_e_la_libert%C3%A0_di_espressione/it1-762980
del sito Radio Vaticana
ordine esecutivo 11110 Unius REI
criminal satanic Obama Gender ] Vescovi Triveneto contro il "gender". Mons. Moraglia: differenza uomo-donna ricchezza sociale. Una posizione forte a sostegno della famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna. In occasione della "Giornata per la vita", che ricorre domani 2 febbraio, i vescovi delle 15 diocesi del Triveneto hanno preparato una nota pastorale che sottolinea le emergenze legate alla famiglia e alla vita. Nel testo, vengono evidenziate anche le ragioni per le quali reputano "inaccettabile" l'ideologia del gender. Filippo Passantino ne ha parlato col presidente della locale Conferenza episcopale, mons. Francesco Moraglia, patriarca di Venezia:
R. - I vescovi del Triveneto, guardando un po' a tutte le situazioni che contrastano o rendono difficile la vita, hanno anche voluto guardare la tematica educativa, prendendo spunto proprio dalla frase del Papa: "Il compito educativo è una missione chiave", perché noi riteniamo che nell'educazione si giochi il futuro della nostra società. Il cuore del documento può essere considerato la frase di Papa Francesco, anzi potremmo dire due: una, tratta dalla Lumen Fidei numero 52, dove si parla della famiglia come dell'unione stabile dell'uomo e della donna nel matrimonio, nasce dal loro amore, nasce dal riconoscimento e dall'accettazione della bontà della differenza sessuale, per cui i coniugi possono unirsi in una sola carne. La seconda, tratta dall'Evangelii Gaudium, numero 66, dove si parla proprio della famiglia come della cellula fondamentale della società, luogo dove si impara a convivere nella differenza e ad appartenere agli altri.
D. - Quale aspetto della teoria del gender è incompatibile con la dottrina cristiana?
R. - Quello che ha ribadito anche la Santa Sede nei colloqui di Ginevra, dove la delegazione vaticana ha parlato con il Comitato Onu per la Convenzione dei diritti del Fanciullo e dove, appunto, la delegazione della Santa Sede, per bocca dell'arcivescovo Tomasi, affermava il rifiuto di una teologia del gender, che nega di fatto il fondamento oggettivo della differenza e complementarietà dei sessi, divenendo anche fonte di confusione sul piano giuridico. Questa, potremmo dire, è un'altra luce che ha illuminato la riflessione dei vescovi del Triveneto.
D. - Un altro aspetto del documento è la necessità di affermare i termini "madre" e "padre", che in alcune occasioni, e anche in Veneto, si è cercato di cancellare…
R. - E' espressione di una sensibilità e cioè la libertà di educare da parte dei nostri genitori, che devono essere informati, che vogliono essere informati giustamente circa tutto quello che viene proposto in un progetto educativo ai loro figli. Noi vescovi ci siamo mossi proprio ritenendo quella frase dell'Evangelii Gaudium di Papa Francesco, in cui il Santo Padre dice che nessuno può esigere da noi vescovi che la religione sia relegata in sacrestia, nell'intimità delle persone, senza alcuna influenza sulla vita sociale e nazionale e senza preoccuparci per la salute delle istituzioni e delle società civili, senza esprimerci sugli avvenimenti che interessano i cittadini. Quest'altro punto è stato per noi fondamentale, è stato per noi una riflessione importante proprio pensando di offrire qualcosa di bene alla nostra società, per un confronto e anche per guardare con più fiducia al futuro.
Ultimo aggiornamento: 1° febbraio
Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2014/01/31/vescovi_triveneto_contro_il_gender._mons._moraglia:_differenza/it1-769050
del sito Radio Vaticana
ordine esecutivo 11110 Unius REI
criminal satanic Obama Gender Gmos Monsanto Spa ] Ue: al voto il rapporto Lunacek per i diritti Lgbt. La protesta corre online. "Un voto che mette in discussione la credibilità del Parlamento Europeo". Così Luca Volontè, già presidente del Partito Popolare Europeo, alla vigilia del voto di oggi a Bruxelles, senza dibattito in aula, sulla relazione Lunacek per la promozione dell'agenda gay-Lgbt nelle politiche Ue. Contro il testo, che ricalca il rapporto Estrela già bocciato dall'Europarlamento, sono state già raccolte sul sito citizengo.org quasi 190mila firme. Quale il contenuto della relazione? Paolo Ondarza lo ha chiesto a Luca Volontè:
R. – E' una road-map, a livello europeo, per proteggere i cosiddetti diritti delle persone omosessuali. Si invitano i Paesi membri ad adottare un vero e proprio matrimonio tra persone dello stesso sesso, a dare libero accesso all'adozione e alla fecondazione in vitro e alla maternità surrogata per queste coppie, ad introdurre norme che possano azzerare ogni tipo di critica nei confronti non dell'omosessualità, ma della ostentazione di essa attraverso la ideologia Lgtb, da parte di tutti coloro che pensano che il dato sessuale maschio-femmina, la complementarietà maschio-femmina sia l'unica – sinora – base certa sulla quale si è evoluta la civiltà.
D. – Qualora la relazione Lunacek venisse votata, e quindi passasse, che effetti ci sarebbero?
R. – Di fatto, come tutte le risoluzioni avrebbe l'effetto di raccomandazione: certamente, ogni Paese sarà libero di adottare questa risoluzione. Tuttavia rimane un grande sconcerto per l'uso del prezioso tempo del Parlamento europeo su queste materie.
D. – Il rapporto Lunacek mira anche a dare direttive in ambito di istruzione, quindi di educazione scolastica, in ambito medico-sanitario, nell'ambito dell'informazione, di mass media …
R. – Certo: il rapporto conformerebbe quei primi tentativi, seppur molto gravi, che anche in Italia si stanno introducendo attraverso leggi-bavaglio nei confronti dell'informazione, primi tentativi di introdurre la decostruzione psicologica dei bambini attraverso l'ideologia del gender nelle scuole … E ovviamente, tutti coloro che nel nostro Paese, come in altri Paesi, hanno tentato di introdurre queste normative, avranno un elemento in più su cui fondare le proprie convinzioni e cercare di promuovere i propri privilegi.
D. – Ma c'è effettivamente bisogno di catalogare diritti specifici per una singola categoria di persone, quale può essere quella Lgbt, piuttosto che focalizzare l'attenzione sui diritti umani, in senso più generale?
R. – Non ce n'è nessuna necessità. Tutte le indagini dimostrano casi veramente numericamente poco rilevanti di violenze o discriminazioni nei confronti degli omosessuali: forse al massimo qualche decina all'anno, e nella maggior parte dei casi si usa violenza non per il fatto che la persona a cui si sia usata violenza sia omosessuale, ma per altre ragioni.
D. – Si ha proprio l'impressione che quanto sta avvenendo non risponda al sentire comune della gente, ma sia qualcosa che venga quasi imposto dall'alto …
R. – Sì, esatto: è proprio un'imposizione da parte di una lobby Lgtb fortemente finanziata – purtroppo – da alcuni governi e purtroppo anche, talvolta, attraverso alcuni progetti dalla Commissione europea, che con la scusa di voler vedere attuati i diritti umani per tutti, di fatto impongono i diritti umani privilegiati per il proprio uso e consumo e discriminano invece gli altri cittadini.
D. – Il voto sulla relazione Lunacek al Parlamento Europeo probabilmente non sarà preceduto da alcun dibattito: è così?
R. – Sì: avendo poche ragioni da dibattere nel Parlamento, coloro che promuovono questi diritti non hanno nessuna intenzione di aprire un dialogo con chiunque la pensi in maniera diversa. Devo dire che sono perplesso – come penso lo siano moltissimi cittadini europei – dal fatto che, dopo che il Parlamento europeo aveva bocciato qualche mese fa un rapporto-fotocopia di questo – il rapporto Estrela –sullo stesso argomento, riapra la possibilità di voto su un rapporto – come dicevo prima – assolutamente identico.
D. – Alla vigilia del voto, come si profila l'esito?
R. – Penso che tutti i parlamentari europei che hanno respinto il rapporto Estrela non possano fare altro che votare anche contro questo rapporto Lunacek. Confido nel recupero del buon senso anche da parte dei presentatori di questo rapporto Lunacek: spero si rendano conto che questo voto non dà nessuna credibilità al Parlamento europeo, piuttosto, continua ad aumentare il discredito che queste istituzioni già hanno nei confronti dei cittadini.
Ultimo aggiornamento: 4 febbraio
Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2014/02/03/ue,_al_voto_il_rapporto_lunacek_per_i_diritti_lgbt._la_protesta_corre/it1-769859
del sito Radio Vaticana
ordine esecutivo 11110 Unius REI
Visita ad Limina dei vescovi polacchi. Mons. Wątroba: attacco alla famiglia, il gender nelle scuole.
        Prosegue in Vaticano la visita "ad Limina" dei vescovi polacchi, un gruppo dei quali anche questo giovedì è stato ricevuto da Papa Francesco. Mercoledì hanno partecipato all'udienza generale in Piazza San Pietro. Il Papa li ha salutati pregando di portare il suo saluto ai sacerdoti, ai religiosi e alle religiose, ai fedeli laici e a tutti i polacchi: "Assicuro la mia preghiera - ha detto - per voi e per coloro che il Signore ha affidato alla vostra cura. Pregate anche per me. Dio benedica voi e la Chiesa in Polonia!". Al centro degli incontri dei presuli con il Papa, in questi giorni, è in particolare la sirtuazione della famiglia. Al microfono di Stefano Leszczynski ce ne parla mons. Jan Franciszek Wątroba, vescovo di Rzeszów e presidente della Commissione per la famiglia della Conferenza episcopale polacca, oggi in udienza dal Papa:
R. – La maggioranza dei polacchi si dichiara credente e appartenente alla Chiesa cattolica. Molti giovani afferrano che la famiglia è per loro un luogo dove possono imparare come vivere, dove apprendono i valori cristiani, dove possono sentirsi sicuri. E' strano, dunque, che ci sia un attacco per distruggere la famiglia. Ultimamente alcune associazioni hanno promosso l'ideologia gender nelle scuole. Vogliono cambiare la definizione di famiglia, distruggere l'identità di uomo e di donna. Il problema è importante, anche perché il Ministero dell'Educazione non si pronuncia contro queste pratiche. Un altro problema è la crescita del numero di giovani che convivono. Nel caso in cui nascano dei figli, questi non vengono istruiti nella fede cristiana.
Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2014/02/06/visita_ad_limina_dei_vescovi_polacchi._mons._w%C4%85troba:_attacco_alla/it1-770067
del sito Radio Vaticana
ordine esecutivo 11110 Unius REI
[ criminal king sharia Saudi Arabia nazi imperialism pharisees Illuminati agenda, fr kill Israel ] 2014-03-08 AFRICA/CENTRAFRICA - "La piattaforma dei religiosi per la pace" negli USA per patrocinare la causa del loro Paese
2014-03-05 AFRICA/CENTRAFRICA - "Se vogliamo la pace, bisogna essere imparziali e condannare tutte le violenze" afferma l'Imam di Bangui
2014-02-26 AFRICA/REP.CENTROAFRICANA - Il lavoro all'università di Bangui continua, nonostante il caos
2014-02-24 AFRICA/CENTRAFRICA - "Via gli infiltrati armati da chiese e moschee": appello dell'Arcivescovo e dell'Iman di Bangui
2014-02-22 AFRICA/REP. CENTRAFRICANA - I gruppi armati occupano le scuole coinvolgendo i bambini nei conflitti
2014-02-18 AFRICA/CENTRAFRICA - "Gli Anti Balaka stanno facendo più danni della Seleka" afferma un missionario
2014-02-14 AFRICA/CENTRAFRICA - "Dio c'è e Dio sa": i significati augurali dei nomi del Premier e dell'Arcivescovo di Bangui, spiegati da un missionario
2014-02-13 AFRICA/CENTRAFRICA - "Non è cristiano chi uccide e caccia il proprio fratello" afferma l'Arcivescovo di Bangui
2014-02-10 AFRICA/CENTRAFRICA - "Non trascinate la religione nel conflitto politico": appello dei leader religiosi
2014-02-07 AFRICA/CENTRAFRICA - "Cristiani e musulmani: lo stesso sangue, la stessa lingua, lo stesso Paese"
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2014-03-05 [ criminal king sharia Saudi Arabia nazi imperialism ] AFRICA/CENTRAL AFRICA - Imam of Bangui: "If we want peace, we must be impartial and condemn all forms of violence" Bangui (Agenzia Fides) - "We cannot ignore what Seleka has done, and provoked today's anti-Muslim reactions", said the Imam of Bangui, Oumar Kobine Layama in an interview with metronews.fr, stating that "some Imams present the situation in the Central African Republic with a partial view; they only denounce the violence of Christians against Muslims, without mentioniong what Seleka has done. (..) When they were in power, they were not able to handle the situation in the Country, they looted and committed violence. If the Central African Muslims had not opted for complicit silence, all this would not have lasted more than a month. If we want peace, we must be impartial and condemn all forms of violence".
Seleka is a coalition of rebel groups, mostly composed of Muslims, who had seized power in Central Africa in March 2013 and then were thrown out by Anti Balaka groups, often described as Christians (although the history of these groups is more complex, see Fides 27/01/2014 ). The Anti Balaka were responsible, in turn, of crimes against Muslims, but also of Christians.
Imam Kobine reiterated that the Central African crisis is "political and military, not religious". "No religious leader in the Country has launched an appeal regarding religious clash: the proof is that we live together", added the Imam, who together with the Catholic Archbishop of Bangui continues to launch appeals for peace and to visit the displaced. (L.M.) (Agenzia Fides 05/03/2014)
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2014-02-10 [ criminal king sharia Saudi Arabia nazi imperialism ] AFRICA/CENTRAFRICA - "Non trascinate la religione nel conflitto politico": appello dei leader religiosi. Bangui (Agenzia Fides) - "Non vogliamo che la religione sia trascinata in un conflitto che è puramente politico". È quanto hanno affermato i principali leader religiosi della Repubblica Centrafricana (Sua Ecc. Mons. Dieudonné Nzapalainga, Arcivescovo di Bangui; il Pastore Nicolas Guerékoyame Gbangou, Presidente delle Chiese Evangeliche, e l'Imam Oumar Kobine Layama, Presidente della Comunità islamica centrafricana), in una conferenza stampa tenuta il 7 febbraio.
Secondo Mons. Nzapalainga "i politici vogliono imporre una guerra religiosa ad un popolo che ha sempre vissuto in armonia", ricordando che in Centrafrica l'80% della popolazione è cristiana, il 10% musulmana e il 10% animista. "Non c'è alcun motivo di trascinare la religione in un conflitto puramente politico" ha aggiunto l'Imam Oumar Kobine Layama.
I leader religiosi hanno inoltre denunciato le interferenze straniere in Centrafrica, che hanno contribuito a trascinare il Paese nella più grave crisi della sua storia, ed hanno invitato, come dice il pastore Guerékoyame Gbangou, a lasciar agire "il Parlamento provvisorio, le forze vive della nazione, la comunità internazionale. Presto si troverà la soluzione".
La situazione in Centrafrica rimane comunque caotica. Domenica 9 febbraio a Bangui almeno 11 persone sono state uccise nel corso di violenti saccheggi in alcuni quartieri della capitale. Tra le persone assassinate c'è anche un parlamentare, Jean-Emmanuel Ndjaroua, che aveva denunciato le violenze contro i musulmani. (L.M.) (Agenzia Fides 10/2/2014)
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2014-02-24 [ criminal king sharia Saudi Arabia nazi imperialism ] aFRICA/CENTRAFRICA - "Via gli infiltrati armati da chiese e moschee": appello dell'Arcivescovo e dell'Iman di Bangui (Agenzia Fides) - Occorre disarmare gli "infiltrati" nelle chiese e nelle moschee per neutralizzare i miliziani e i saccheggiatori che terrorizzano il Paese. È l'appello lanciato da Sua Ecc. Mons. Dieudonné Nzapalainga e da Oumar Kobine Layama, rispettivamente Arcivescovo e Imam di Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, secondo le informazioni raccolte dall'Agenzia Fides. "Che tutti i nostri fratelli che hanno delle armi le consegnino. I militari devono disarmare tutti, nelle chiese e nelle moschee. Troppi centrafricani hanno armi, musulmani e cristiani. Le armi non hanno fatto una scelta di campo" ha affermato Mons. Nzapalainga.
"Ci sono persone che si infiltrano con le armi nei luoghi di culto, comprese le moschee" gli ha fatto eco l'Imam, lanciando un appello a sostenere le operazioni di disarmo delle forze internazionali, inviate nella Repubblica Centrafricana per aiutare le autorità locali a contenere le violenze. Dopo la cacciata dal potere dei ribelli Seleka, le cosiddette milizie Anti balaka (sotto la cui denominazione vi sono gruppi eterogenei, in diversi casi si tratta di banditi e criminali) hanno scatenato la caccia contro i musulmani, con l'accusa di essere stati complici dei Seleka. I saccheggi hanno ridotto il Paese allo stremo. In un incontro con il Consigliere dell'Ambasciata dell'Ordine di Malta, p. Elkana Ndawatchi, rappresentante dell'Arcidiocesi di Bangui, ha citato un rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, risalente al maggio 2013, secondo il quale su 117 strutture sanitarie visitate nelle zone più colpite dal conflitto, 49 ospedali e centri sanitari sono stati distrutti, mentre l'80% del personale sanitario aveva dovuto abbandonare le aree interne del Paese. a"A Bangui - ha aggiunto il sacerdote - su 24 strutture sanitarie solo 17 sono in grado di funzionare, delle quali 9 sono centri sanitari cattolici. Mentre su 4 ospedali di livello secondario e terziario solo 3 offrono ancora alcuni servizi". Il rappresentate dell'Ordine di Malta ha consegnato alla Chiesa locale 5 milioni di Franchi CFA destinatati ai centri sanitari cattolici ed ha informato che ulteriori aiuti in medicinali sono bloccati nel porto di Douala (Camerun) a causa dell'insicurezza del collegamento stradale tra i due Paesi. (L.M.) (Agenzia Fides 24/2/2014)        
ordine esecutivo 11110 Unius REI
AFRICA/CENTRAFRICA [ criminal king sharia Saudi Arabia nazi ] "Se vogliamo la pace, bisogna essere imparziali e condannare tutte le violenze" afferma l'Imam di Bangui. Bangui (Agenzia Fides) - "Non possiamo ignorare quello che la Seleka ha fatto, e che ha suscitato le odierne reazioni antimusulmane" ha affermato in un'intervista a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, precisando che "alcuni Imam presentano la situazione nella Repubblica Centrafricana con una visione parziale; denunciano solo le violenze dei cristiani contro i musulmani, senza parlare di quello che la Seleka, ha fatto. (..) Quando erano al potere, non hanno saputo gestire il Paese, hanno saccheggiato e commesso violenze. Se i musulmani centrafricani non avessero optato per un silenzio complice, tutto questo non sarebbe durato più di un mese. Se vogliamo la pace, bisogna essere imparziali e condannare tutte le violenze". La Seleka è la coalizione dei gruppi ribelli, in gran parte composta da musulmani, che aveva preso il potere in Centrafrica nel marzo 2013 per poi essere cacciata dai gruppi degli Anti balaka, sovente descritti come composti da cristiani (anche se la storia di questi gruppi è più complessa, vedi Fides 27/1/2014). Gli Anti balaka si sono resi responsabili, a loro volta, di crimini contro i musulmani, ma pure dei cristiani che hanno preso le loro difese. L'Imam Kobine ha ribadito che la crisi centrafricana è "politica e militare, non religiosa", ricordando che alla testa di Seleka, "non c'è nessun Imam" come pure alla guida degli Anti balaka non ci sono preti o pastori. "Nessun responsabile religioso del Paese ha lanciato appelli allo scontro religioso: la prova è che viviamo insieme" ha aggiunto l'Imam, che insieme all'Arcivescovo cattolico di Bangui continua a lanciare appelli alla pace e a visitare gli sfollati. L'Imam infine respinge i tentativi dei gruppi islamisti stranieri come AQMI (Al Qaida nel Maghreb Islamico) e il nigeriano Boko Haram di inserirsi nella crisi centrafricana per, asseriscono loro, "vendicare i musulmani". "Se la situazione di insicurezza perdura e le frontiere rimangono porose, temiamo che possano venire in Centrafrica" ha detto l'Imam. "Ma non abbiamo nulla a che fare con loro. Promettono di vendicare i musulmani, ma di cosa stiamo parlando? Noi musulmani non chiediamo vendetta. Dio ci raccomanda di essere attori di pace. E tutti i cristiani locali non sono impegnati contro i musulmani, anzi alcuni li proteggono in diverse parrocchie del Paese". (L.M.) (Agenzia Fides 5/3/2014)
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2014-03-08 [ criminal king sharia Saudi Arabia nazi ] AFRICA/CENTRAFRICA - "La piattaforma dei religiosi per la pace" negli USA per patrocinare la causa del loro Paese. Bangui (Agenzia Fides) - Sua Ecc. Mons. Dieudonné Nzapalainga e da Oumar Kobine Layama, rispettivamente Arcivescovo e Imam di Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, partono oggi per gli Stati Uniti per cercare di sostenere la causa del loro Paese, sconvolto dalla più grave crisi della sua storia. Secondo le informazioni raccolte dall'Agenzia Fides, a loro si unirà il Pastore Nicolas Grékoyamé-Gbangou, Presidente delle Chiese Evangeliche, proveniente dall'Arabia Saudita dove illustrato alle autorità locali la situazione centrafricana. I tre leader religiosi hanno creato la "piattaforma dei religiosi per la pace", una struttura molto attiva nel cercare di riportare la pace in Centrafrica e nella ricerca di aiuti internazionali per il martoriato Paese.
Prima di partire per gli Stati Uniti, Mons. Nzapalainga e l'Imam Kobine hanno visitato insieme Bossangoa e a Bozoum nel nord del Paese, per lanciare un messaggio di pace e speranza alle popolazioni così duramente provate dalla violenze dei ribelli Seleka e delle vendette dei gruppi anti balaka. Il viaggio dei tre leader religiosi negli Stati Uniti avviene mentre al Palazzo di Vetro dell'ONU si dibatte sulla possibilità di inviare in Centrafrica una missione delle Nazioni Unite per stabilizzare il Paese. (L.M.) (Agenzia Fides 8/3/2014)
ordine esecutivo 11110 Unius REI
[ criminal king sharia Saudi Arabia nazi ] Libero Gossip - oumar kobine layama
gossip.libero.it/search/oumar-kobine-layama‎
... in un'intervista a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, ... e da Oumar Kobine Layama, rispettivamente Arcivescovo e Imam di Bangui, capitale ... di Seleka, perché ricordava ai ribelli (in gran parte musulmani) che "rubare, .
AFRICA/CENTRAFRICA - "Se vogliamo la pace, bisogna essere ...
www.fides.org/.../54734-AFRICA_CENTRAFRICA_Se_vogliamo_la_pa...‎
6 giorni fa - Bangui (Agenzia Fides) - "Non possiamo ignorare quello che la Seleka ha fatto, ... a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, precisando che ... contro i musulmani, senza parlare di quello che la Seleka, ha fatto.
AFRICA/CENTRAL AFRICA - Imam of Bangui: "If we ... - Agenzia Fides
www.fides.org/en/news/pdf/35349‎Traduci questa pagina
6 giorni fa - Bangui (Agenzia Fides) - "We cannot ignore what Seleka has done, and provoked today's anti-Muslim reactions", said the Imam of Bangui, Oumar Kobine Layama in an interview with metronews.fr, stating that "some Imams.
Fides.org | News, photos, and videos of Fides.org - CatInfor.com
catinfor.com/en/category/fides-org/‎
... la Seleka ha fatto, e che ha suscitato le odierne reazioni antimusulmane" ha affermato in un'intervista a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, ...
Quello Che | News, photos and videos of Quello Che - CatInfor.com
catinfor.com/en/tag/quello-che/‎
... la Seleka ha fatto, e che ha suscitato le odierne reazioni antimusulmane" ha affermato in un'intervista a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, ...
Press Report - AFRICA/CENTRAFRICA - "Serve l'ONU": appello ...
www.press-report.it/clanek-8856960-africa_centrafrica-serve-lonu-appel...‎
Dieudonné Nzapalainga, Arcivescovo di Bangui, e Omar Kobine Layama, Imam della ... Bangui - "Non possiamo ignorare quello che la Seleka ha fatto, e che ha ... in un'intervista a metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, ...
Container 2013 | Missioni Sacra Famiglia
www.ufficiomissionario.it/?p=1164‎
17/giu/2013 - Bangui - "Non possiamo ignorare quello che la Seleka ha fatto, e che ... metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, precisando che ...
I difetti di Gesù | Missioni Sacra Famiglia
www.ufficiomissionario.it/?p=1102‎
01/mag/2013 - Bangui - "Non possiamo ignorare quello che la Seleka ha fatto, e che ... metronews.fr l'Iman di Bangui, Oumar Kobine Layama, precisando che ...
Browsing News Entries | Lake Country Parishes-Our Lady of ...
lakecountryparishes.weconnect.com/news/.../8?pag...‎Traduci questa pagina
For this reason, the NGO believes there is a need to monitor any "outbreaks of .... Bangui - "We cannot ignore what Seleka has done, and provoked today's ... said the Imam of Bangui, Oumar Kobine Layama in an interview with metronews.fr, ...
Muslim Seleka Rebels - india photos - Rediff.com
realtime.rediff.com/news/Muslim-Seleka-Rebels?...‎Traduci questa pagina
View Muslim Seleka Rebels photos and latest Muslim Seleka Rebels news and ... the Imam of Bangui, Oumar Kobine Layama in an interview with metronews.fr, .
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2014-02-07 . [criminal king sharia Saudi Arabia ] AFRICA/CENTRAFRICA - "Cristiani e musulmani: lo stesso sangue, la stessa lingua, lo stesso Paese". Bangui (Agenzia Fides)-"Cristiani e musulmani: lo stesso sangue, la stessa lingua, lo stesso Paese"; è lo slogan che si può leggere su un cartello nella parrocchia di p. Dieudonné, giovane sacerdote della diocesi di Alindao, nella Repubblica Centrafricana. Secondo quanto riporta una nota della sezione francese di Aiuto alla Chiesa che Soffre, nel marzo 2013 a causa delle minacce dei ribelli Seleka p. Dieudonné era stato costretto a fuggire in piroga lungo il fiume Mbomou, trovando rifugio nella Repubblica Democratica del Congo.
Dopo qualche mese il sacerdote centrafricano era riuscito a tornare nella sua parrocchia, da dove ha assistito il 5 dicembre all'avanzata delle milizie anti balaka sulla capitale Bangui. Ne è seguito un periodo, non ancora concluso, di vendette e di contro vendette nei confronti degli appartenenti reali o presunti della Seleka, ma anche dei musulmani accusati di aver parteggiato con la ribellione. P. Dieudonné fin da subito è intervenuto per cercare di placare gli animi. L'8 dicembre vedendo attaccare i negozi di alcuni commercianti musulmani, ha chiamato il capo del quartiere e insieme a lui ha tentato di calmare gli esagitati e di proteggere le proprietà dei musulmani.
Da settimane p. Dieudonné ripete incessantemente nelle omelie che la violenza e l'odio sono assolutamente contrari agli insegnamenti del Vangelo. La parrocchia da lui amministrata ha organizzato delle giornate di preghiera e di riconciliazione tra cristiani e musulmani all'insegna dello slogan: "cristiani e musulmani: lo stesso sangue, la stessa lingua, lo stesso Paese".
Anche tra i musulmani si levano le voci di coloro che predicano la pace. In particolare l'Imam di Bangui, Oumar Kobine Layama, che ad agosto ha ricevuto minacce di morte de parte della dirigenza di Seleka, perché ricordava ai ribelli (in gran parte musulmani) che "rubare, uccidere, violentare le donne e terrorizzare la gente, è del tutto contrario a quello Dio esige da noi nel Corano".
L'Imam Oumar Kobine Layama, Mons. Dieudonné Nzapalainga, Arcivescovo di Bangui, e il Pastore Nicolas Guerékoyame Gbangou, Presidente delle Chiese Evangeliche, sono i tre leader religiosi che operano insieme per riconciliare i centrafricani. (L.M.) (Agenzia Fides 7/2/2014)
ordine esecutivo 11110 Unius REI
grazie ANSA Spa, Bildenberg massonica, per tutte queste notizie che tu non hai mai dato! quando vedremo in occidente una stampa che, non sia cristianofobica di farisei pezzi di merda come voi?
ordine esecutivo 11110 Unius REI
open letter to king: terrorist jihad sharia: Saudi Arabia, Imam di Bangui said: condanno i tentativi dei gruppi islamici stranieri come: Aqui ( Al Qaeda nel Magreb islamico ), e il nigeriano Boko Haram, di inserirsi nella crisi centroafricana, per "vendicare i musulmani", "se la situzione di insicurezza perdura e le frontiere rimangono porose - ha spiegato l'Imam, noi temiamo che possano venire in CEntrafrica. Ma noi non abbiamo nulla a che fare con loro. Promettono di vendicare i musulmani, ma di cosa stiamo parlando? Noi musulmani non ciediamo vendetta. Dio ci raccomnda di essere attori di pace. E tutti i cristiani locali non sono impegnati contro i musulmani, anzi alcuni li proteggono in diverse parrocchie del Paese "
ordine esecutivo 11110 Unius REI
open letter to king terrorist Saudi Arabia, criminal masonic system: FMI, ANSA, Spa Bildenberg [ about ] Imam di Bangui, io sto leggendo: Osservatore Romano, 8 Marzo 2014. Anno CLIV n.55(46597) pag.6. [] Imam di Bangui said: " Tutto quello che la Seleka ha fatto, quando erano al potere hanno saccheggiato, commesso violenze. Se i musulmani cetroafricani, non avessero optato per un silenzio complice, tutto questo non sarebbe durato più di un mese. La Seleka è la coalizione dei gruppi ribelli, in gran parte composta da musulmani, che aveva preso il potere in Centrafica, nel Marzo 2013, per poi essere cacciati dai gruppi anti-balaka, sovente descritti come composti da cristiani... eppure, hanno fatto crimini anche contro i cristiani... L'Imam Kobine - riferisce la agenzia FIDES - ha ribadito che nella crisi centroafricana, nessun leader religioso, di nessuna religione, ha mai istigato qualcuno all'odio... la prova è che, noi viviamo insieme, io vivo insieme all'arcivescovo cattolico di Bangui, insieme lanciamo appelli per la pace, insieme visitiamo gli sfollati "
ordine esecutivo 11110 Unius REI
open letter to king terrorist Saudi Arabia, criminal ANSA Spa Bildenberg [] Imam di Bangui, ha detto: " Non possiamo ignorare, quello, che, la Seleka ha fatto, e, che ha suscitato, le odierne: reazioni anti-musulmane, nella Repubblica Centro Africana, Se, noi vogliamo la pace, noi dobbiamo essere imparziali e condannare tutte le violenze!" Questo è quanto lui ha afferrmato in una intervista a metronews.fr, francia l'Imam di Bangui, Oumar Kobine Layama, precisando che: "alcuni Imam presentano la situazione del Paese con una visione parziale; denunciano soolo le violenze dei cristiani contro i musulmani, senza parlare i quello che la Seleka ha fatto. [ queste, sono le affermazioni che, io ho fatto sempre, e che, ora io posso dimostrare: pubblicamente, ai crimiali Bush 322 Kerry ANSA, che, loro hanno sempre saputo la verità, di tutti questi genocidi islamici, in tutto il mondo! ma, con, la menzogna del gender demoniaco, io credo che Obama sia più cattivo e pericoloso di voi! ]
ordine esecutivo 11110 Unius REI
open letter to king terrorist Saudi Arabia [perché, il tuo massonico ANSA, Spa, Bildenberg, non ha mai detto quello che Imam di Bangui, ha detto: " Non possiamo ignorare, quello che la Seleka ha fatto, e che ha susciatato, le odierne reazioni anti-musulmane, nella Repubblica Centro Africana, Se vogliamo la pace noi dobbiamo essere imparziali e condannare tutte le violenze!" ]