CONDANNANDO AL MASSACRO


 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

#Abd al-Fattah Sa'id Husayn Khalil al-Sisi, generally known as #Abd al-Fattah #al-Sisi, is a politician and military #Egyptian, sixth, and current #President of the #Egyptian #Republic. ] what DOES PERFORMANCE FUNNY IN SATAN? [ BECAUSE if HE 666 IS A Darwin gender, why, he so much suffering, if, takes it in the ass?
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

30/12/2016, DIO BENEDICA L'EGITTO DI SISSI.. CHE TRA SCOSSONI E SINGULTI SEMBRA IMBOCCARE LA STRADA GIUSTA: E NESSUNO DOVREBBE DIRE CHE, IO NON PREMIO LA BUONA VOLONTÀ DEI MUSULMANI! il mio Prete è salito sull'altare con una casula che aveva, ai lati di una croce centrale: due lettere ricamate: una (ALFA) e l'altra avrebbe dovuto essere una (OMEGA) ed invece era uno scarabocchio che se non era un simbolo satanico, non significava niente! (queste sono le casule che i nostri preti vanno a comprare da negozi specializzati! ) EGITTO - STATI UNITI. Governo e cristiani contro l’ingerenza Usa nella ricostruzione di chiese distrutte dai jihadisti. Loula Lahham. CERTAMENTE GLI USA POSSONO DARE FINANZIAMENTI, PER REALIZZARE QUESTI RESTAURI, MA, NOI NON CI POSSIAMO FIDARE DELLA CIA E DEI SUOI SACERDOTI DI SATANA! [ 30/12/2016, 10.51 EGIPTO – ESTADOS UNIDOS Gobierno y cristianos se oponen a la intromisión de EEUU, en la reconstrucción de iglesias destruidas por los yihadistas Loula Lahham El Congreso americano está examinando una ley que autoriza la supervisión de la obra de reconstrucción de iglesias y edificios atacados por los extremistas islámicos. Desde el 2013 hasta hoy, suman un total de 84. Para las autoridades de El Cairo y para los grupos cristianos del país es una norma ilegítima y constituye una injerencia. Padre Greiche: ¿Dónde estaba Estados Unidos cuando los Hermanos musulmanes incendiaban las iglesias? El Cairo (AsiaNews) – Al día siguiente del desmantelamiento de grupos extremistas islámicos en los barrios de Rabea y Al-Nahda, el gobierno egipcio –por boca del vocero del ministerio de Relaciones Exteriores- rechaza un proyecto de ley que está siendo considerado por el Congreso de los EEUU. Según los promotores, el mismo tiene la intención de garantizar a los Estados Unidos el control de la obra de reconstrucción de decenas de iglesias que fueron destruidas o incendiadas en el pasado reciente por los movimientos fundamentalistas y yihadistas en Egipto. La ley, por lo tanto, busca conferir a la Secretaría de Estado americano la supervisión de los esfuerzos realizados por el gobierno egipcio en la obra de restauración y reconstrucción de edificios cristianos que fueron dañados desde el 2013 hasta hoy. Se trata, en total, de 84 edificios que abarcan iglesias, escuelas y centros sociales pertenecientes a las distintas confesiones cristianas presentes en Egipto, y que fueron atacados por los extremistas islámicos. A la declaración del Ministerio de Relaciones Exteriores de Egipto, se sucedieron las tomas de posición y los comunicados oficiales de parte de cada una de las Iglesias y comunidades cristianas del país. Para los ortodoxos, el gobierno egipcio ha hecho todo lo que está a su alcance para restaurar las iglesias, usando para ello fondos propios y con la contribución de trabajadores egipcios. En una nota oficial, la cúpula de la comunidad afirma que “el presidente al Sisi ha hecho una promesa y la ha mantenido. Ya se han iniciado las obras en la Boutrossiya [la iglesia donde se produjo el atentado del 11 de diciembre pasado], con la supervisión del equipo de ingenieros de las Fuerzas armadas egipcias. La misma será reparada y estará lista para las oraciones de Navidad (que cae el próximo 7 de enero, según el calendario oriental)”. El pastor Andrea Zaki, que encabeza la Iglesia evangélica (protestante), que cuenta con cerca de 220.000 fieles, también dice estar en contra del proyecto de ley que evalúa el Congreso estadounidense. “Esta es una clara injerencia en nuestros asuntos internos –explica-. El gobierno egipcio siempre se ha mostrado solidario hacia los cristianos y la mayor parte de las iglesias han sido reconstruidas.”. En cuanto a la Iglesia católica egipcia, ésta también ha expresado su rechazo de la injerencia americana en la restauración de los lugares de culto. “Los americanos estuvieron prácticamente ausentes el 14 y el 15 de agosto de 2013, cuando nuestras iglesias fueron incendiadas por los Hermanos Musulmanes” afirmó el vocero, el padre Rafic Greiche. “Su reacción fue vulgar y de una de absoluta frialdad”-agrega. Los ambientes laicos del país también manifestaron su desaprobación, y si bien se distanciaron de las Iglesias o cultos, formaron un muro contra la intromisión extranjera. El intelectual y analista copto Kamal Zakher subraya: “Ante todo, pedimos al gobierno americano que deje de financiar a los grupos terroristas y que deje de brindarles hospitalidad en los Estados Unidos. Es esencial dejar de financiar a los autores de estas devastaciones y de estos incendios, antes que pensar siquiera en reparar los daños de sus acciones o de sus maldades”. Por último, vale la pena recordar que la nueva ley fue promovida en primera persona por el senador republicano Dave Trott, y que será materia de discusión en la próxima sesión del Congreso, en su 114ma sesión, en el mes de enero. Trott considera que aún hay 29 edificios cristianos en 24 sitios disntintos que aún no han sido restaurados. Por su parte, Estados Unidos continúa alertando a sus ciudadanos acerca de los peligros de viajar a Egipto, por los graves problemas vinculados a la seguridad. En este sentido, entre los puntos más calientes figuran el desierto occidental y el área del Sinaí, además de las zonas que rodean la localidad turística de Sharm el Sheikh, sobre el Mar Rojo.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

30/12/2016, DIO BENEDICA L'EGITTO DI SISSI.. CHE TRA SCOSSONI E SINGULTI SEMBRA IMBOCCARE LA STRADA GIUSTA: E NESSUNO DOVREBBE DIRE CHE, IO NON PREMIO LA BUONA VOLONTÀ DEI MUSULMANI! il mio Prete è salito sull'altare con una casula che aveva, ai lati di una croce centrale: due lettere ricamate: una (ALFA) e l'altra avrebbe dovuto essere una (OMEGA) ed invece era uno scarabocchio che se non era un simbolo satanico, non significava niente! (queste sono le casule che i nostri preti vanno a comprare da negozi specializzati! ) EGITTO - STATI UNITI. Governo e cristiani contro l’ingerenza Usa nella ricostruzione di chiese distrutte dai jihadisti. Loula Lahham. CERTAMENTE GLI USA POSSONO DARE FINANZIAMENTI, PER REALIZZARE QUESTI RESTAURI, MA, NOI NON CI POSSIAMO FIDARE DELLA CIA E DEI SUOI SACERDOTI DI SATANA! [ EGYPT-US Government and Christians against US interference in Church reconstruction Loula Lahham US Congress discusses a law authorizing the supervision of the work of reconstruction of churches and buildings destroyed by Islamic extremists. 84 in total from 2013 to the present. Cairo authorities and Christian groups call the norm illegitimate form of interference. Fr. Greiche: Where was the United States when the Muslim Brotherhood burned the churches? Cairo (AsiaNews) – Days after dismantling extremist Islamic groups in Rabea and Al-Nahda, the Egyptian government – through the Foreign Ministry spokesman - has slammed a bill being considered by the US Congress to guarantee US control of the reconstruction work on dozens of churches destroyed or burned in the recent past by fundamentalists and jihadists movements in Egypt. The law therefore wants to assign the US Secretary of State supervision of the efforts made by the Egyptian government in the restoration or reconstruction of Christian buildings damaged from 2013 to today. In total there are at least 84 churches, schools and community centers belonging to various Christian denominations in Egypt, targeted by Islamic extremists. The Egyptian Foreign Ministry statement was followed by official statements from the nations Christian Churches and communities. For the Orthodox, the Egyptian government has done all it could to restore the churches, using its own funds and with the contribution of Egyptian workers. In an official statement the leaders of the community say that "President al Sisi has promised and kept his promise. Work has also already started on Boutrossiya [the church attacked last December 11], aided by engineers of the Egyptian Armed Forces team. It will be recovered and ready for the Christmas prayers (which falls on January 7 according to the Eastern calendar) ". Pastor Andrea Zaki, head of the Evangelical Church (Protestant), which has about 220 thousand faithful, is also contrary to the bill being considered by the US Congress. "This is a clear interference - he explains - in our internal affairs. The Egyptian government has always shown solidarity towards Christians, and most of the churches have been rebuilt”. The Egyptian Catholic Church has joined the rejection of American interference in the restoration of places of worship. "The Americans were almost absent on August 14 and 15 2013, when our churches were torched by the Muslim Brotherhood" says spokesman Fr. Rafic Greiche. "Their reaction – he adds – is cold and inbad taste." Secular circles have also come out against foreign interference. The Coptic intellectual and analyst Kamal Zakher stresses: "First of all, we ask the US government to stop funding terrorist groups, and to no longer provide hospitality in the United States. It is essential to stop financing the authors of this devastation and the fires, before even thinking of fixing the damage of their actions and of their misdeeds. " Finally, it is worth mentioning that the new law was promoted personally by Republican Senator David Trott and will be discussed in the next session of Congress, in its 114th year, in January. Trott believes that there are still 29 Christian buildings in 24 different places that have not yet been the subject of restoration. For their part, the United States continues to warn their citizens about the dangers of travel in Egypt, for serious security problems. Among the hottest spots include the Western Desert and the Sinai area, as well as the area around the resort town of Sharm el Sheikh, on the Red Sea.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

30/12/2016, DIO BENEDICA L'EGITTO DI SISSI.. CHE TRA SCOSSONI E SINGULTI SEMBRA IMBOCCARE LA STRADA GIUSTA: E NESSUNO DOVREBBE DIRE CHE, IO NON PREMIO LA BUONA VOLONTÀ DEI MUSULMANI! il mio Prete è salito sull'altare con una casula che aveva, ai lati di una croce centrale: due lettere ricamate: una (ALFA) e l'altra avrebbe dovuto essere una (OMEGA) ed invece era uno scarabocchio che se non era un simbolo satanico, non significava niente! (queste sono le casule che i nostri preti vanno a comprare da negozi specializzati! ) EGITTO - STATI UNITI. Governo e cristiani contro l’ingerenza Usa nella ricostruzione di chiese distrutte dai jihadisti. Loula Lahham. CERTAMENTE GLI USA POSSONO DARE FINANZIAMENTI, PER REALIZZARE QUESTI RESTAURI, MA, NOI NON CI POSSIAMO FIDARE DELLA CIA E DEI SUOI SACERDOTI DI SATANA! [ Al vaglio del Congresso americano una legge che autorizza la supervisione dell’opera di ricostruzione di chiese ed edifici colpiti da estremisti islamici. Sono 84 dal 2013 a oggi. Per le autorità del Cairo e i gruppi cristiani del Paese è una norma illegittima e costituisce una ingerenza. P. Greiche: Dove erano gli Stati Uniti quando i Fratelli musulmani incendiavano le chiese? Il Cairo (AsiaNews) - All’indomani dello smantellamento di gruppi estremisti islamici nei quartieri di Rabea e Al-Nahda, il governo egiziano - per bocca del portavoce del ministero degli Esteri - respinge al mittente un disegno di legge al vaglio del Congresso Usa. Secondo i promotori, esso intende garantire agli Stati Uniti il controllo dell’opera di ricostruzione di decine di chiese distrutte. o incendiate nel recente passato dai movimenti fondamentalisti e jihadisti in Egitto. La legge vuole dunque assegnare alla Segreteria di Stato Usa la supervisione degli sforzi promossi dal governo egiziano nel restauro o ricostruzione di edifici cristiani danneggiati dal 2013 ad oggi. In totale vi sono almeno 84 fra chiese, scuole e centri sociali appartenenti alle varie confessioni cristiane presenti in Egitto, e colpiti dagli estremisti islamici. Alla dichiarazione del ministero egiziano degli Esteri sono seguite prese di posizione e comunicati ufficiali da parte di ciascuna Chiesa e comunità cristiana del Paese. Per gli ortodossi, il governo egiziano ha fatto tutto ciò che poteva per restaurare le chiese, usando fondi propri e col contributo di lavoratori egiziani. In una nota ufficiale i vertici della comunità affermano che “il presidente al Sisi ha promesso e ha mantenuto la sua promessa. Sono già iniziati anche i lavori alla Boutrossiya [la chiesa oggetto dell’attentato dell’11 dicembre scorso], curati dal team di ingegneri delle Forze armate egiziane. Essa sarà recuperata e pronta per le preghiere di Natale (che cade il prossimo 7 gennaio, secondo il calendario orientale)”. Il pastore Andrea Zaki, capo della Chiesa evangelica (protestante), che conta circa 220mila fedeli, si dice anch’egli contrario al disegno di legge al vaglio del Congresso statunitense. “Questa è una chiara ingerenza - spiega - nei nostri affari interni. Il governo egiziano si è sempre mostrato solidale verso i cristiani e la maggior parte delle chiese sono state ricostruite”. Quanto alla Chiesa cattolica egiziana, anch’essa ha espresso il suo rifiuto all’ingerenza americana nel restauro dei luoghi di culto. “Gli americani erano pressoché assenti il 14 e 15 agosto del 2013, quando le nostre chiese venivano incendiate dai Fratelli musulmani” ha affermano il portavoce p. Rafic Greiche. “La loro reazione - aggiunge - è stata di completa freddezza e di cattivo gusto”. Disapprovazione viene manifestata anche dagli ambienti laici del Paese che, seppur distanti da Chiese o culti, fanno muro contro l’ingerenza straniera. L’intellettuale e analista copto Kamal Zakher sottolinea: “Prima di tutto, chiediamo al governo americano di smetterla di finanziare gruppi terroristi e di non fornire più loro ospitalità negli Stati Uniti. È essenziale smettere di finanziare gli autori di queste devastazioni e di questi incendi, prima ancora di pensare a sistemare i danni delle loro azioni e delle loro malefatte”. Infine, vale la pena ricordare che la nuova legge è stata promossa in prima persona dal senatore repubblicano Dave Trott e sarà oggetto di discussione nella prossima seduta del Congresso, nella sua 114ma edizione, a gennaio. Trott ritiene che vi siano ancora 29 edifici cristiani in 24 posti diversi che non sono stati ancora oggetto di restauro. Da parte loro, gli Stati Uniti continuano ad allertare i loro cittadini in merito a pericoli di viaggi in Egitto, per problemi gravi legati alla sicurezza. Fra i punti più caldi vi sono il deserto occidentale e l’area del Sinai, oltre che le zone circostanti la località turistica di Sharm el Sheikh, sul mar Rosso.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

FANNO FALSA TESTIMONIANZA E METTONO A MORTE PERSONE INNOCENTI, ANCHE PER INVIDIA COME IL CASO DI ASIA BIBBI! 05/01/2017, 11.46. E POICHÉ I SAUDITI APPROVANO TUTTO QUESTO: DEVONO ESSERE MESSI A MORTE: CON TUTTI I LORO COMPLICI: DOBBIAMO PREPARARCI PER QUESTA GUERRA CONTRO LA LEGA ARABA ORA CHE I DISSAPORI CONTRO LA RUSSIA SONO CADUTI! PAKISTAN Lahore, cristiano evangelico accusato di blasfemia, avrebbe strappato pagine del Corano Shahbaz Babu rischia la pena capitale. È incolpato di aver scritto il suo nome sulle pagine del libro sacro dell’islam, ma il cristiano è del tutto analfabeta. La denuncia sarebbe una ritorsione per questioni economiche. L’arrestato è popolare anche tra alcuni musulmani perché organizza incontri di preghiera. Lahore (AsiaNews/Agenzie) – Un cristiano evangelico del villaggio di Kamahan, vicino Lahore, è stato arrestato con l’accusa di blasfemia e ora rischia la pena di morte. In base alla denuncia del musulmano Haji Nadeem, Shahbaz Babu avrebbe dissacrato il libro sacro dell’islam scrivendo il proprio nome sulle pagine, che poi avrebbe fatto a brandelli e disperso per strada di fronte alla moschea di Peer Baba Gujjar. Gli attivisti della British Pakistani Christian Association riferiscono però che il cristiano è del tutto analfabeta, pertanto non avrebbe mai potuto scrivere il suo nome sul testo. L’arresto è avvenuto il 30 dicembre scorso, ai sensi dell’articolo 295B del Codice penale pakistano. Dopo la denuncia, Babu, 41 anni, sposato e con tre figli, è stato portato alla stazione di polizia di Nishtar. In seguito, per scongiurare eventuali rappresaglie da parte dei musulmani e assicurare la sua protezione, è stato trasferito nella stazione di Model Town, in un altro distretto di Lahore. Gli attivisti riportano che nessuno lo ha visto apporre il suo nome sul Corano. La denuncia potrebbe essere una ritorsione nei confronti della sua famiglia, dato che l’accusatore avrebbe questioni patrimoniali in sospeso con George Masih, il fratello dell’arrestato. Masih è il proprietario di un florido negozio di alimentari, del quale da tempo Nadeem tenterebbe di appropriarsi. Il cristiano evangelico è inviso ai musulmani locali per il fatto che organizza incontri di preghiera nella sua abitazione. Da 15 anni molti cristiani, ma anche diversi fedeli islamici, partecipano agli incontri e chiedono benedizioni e piccole guarigioni. Alcuni amici dell’arrestato riferiscono che la sua crescente popolarità avrebbe provocato un clima di insofferenza tra i seguaci di Maometto, soprattutto perché la moschea di Peer Baba Gujjar si starebbe spopolando. Altri fanno notare che sarebbe quanto meno strana la dinamica dei fatti: Babu avrebbe profanato il Corano in segreto, ma poi lasciato le prove sotto gli occhi di tutti. In Pakistan le offese a Maometto sono punite con la morte. Chiunque si esprima contro la “legge nera” sulla blasfemia rischia anch’egli la galera e la vita. È il caso di Shaan Taseer, il figlio dell’ex governatore del Punjab Salman Taseer ucciso nel 2011 dalla sua guardia del corpo per aver difeso Asia Bibi, la madre cristiana accusata di oltraggio al profeta e richiusa in carcere dal 2009. Shaan Taseer di recente ha pubblicato sui social network un messaggio di Natale in cui chiede di pregare per coloro che sono accusati ingiustamente. Il gruppo islamico Tehreek Labaik Ya Rasool Allah ha emesso una fatwa contro di lui, giudicandolo “condannabile a morte”.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

IO SO CHE MOLTI RIMARRANNO ATTONITI PER LA MIA MAGNANIMITÀ, MA IO NON RITENGO CHE BISOGNA FARE IL GENOCIDIO DEGLI ISLAMICI, SOLTANTO PERCHÉ LA LEGA ARABA HA PROGETTATO, E MESSO E LE BASI PER FARE IL NOSTRO GENOCIDIO.. MA, CI DOBBIAMO CONVINCERE: NOI, IL GENERE UMANO, NOI NON POSSIAMO EVITARE DI DICHIARARE GUERRA ALLA ARABIA SAUDITA! 05/01/2017, MYANMAR Il governo birmano “ripulisce” le prove delle violenze contro i musulmani Rohingya È l’accusa lanciata da attivisti e ong internazionali, che criticano i risultati pubblicati da una commissione governativa. Al termine dell’inchiesta il panel “indipendente” ha smentito violenze, aggiungendo: “La presenza di moschee è una prova del fatto che non è in atto una persecuzione”. Anche la minoranza musulmana del Myanmar piange il suo piccolo Aylan. Yangon (AsiaNews/Agenzie) - Attivisti e organizzazioni pro diritti umani accusano il governo birmano di cercare di “ripulire” le tracce delle violenze contro i Rohingya nello Stato di Rakhine, nell’ovest del Myanmar. Una presa di posizione netta e durissima delle associazioni umanitarie, mentre il governo di Naypyidaw sbandiera i risultati di una commissione di inchiesta secondo cui non vi sono prove di “genocidio” nella regione a maggioranza musulmana. Ieri, infatti, una commissione governativa, allestita su richiesta della premio Nobel per la pace e ministro birmano degli Esteri Aung San Suu Kyi, ha respinto le accuse di abusi da parte delle forze di sicurezza. Al contempo, resta aperta una indagine contro un gruppo di poliziotti ripresi - in un video amatoriale - mentre picchiavano in modo brutale alcuni abitanti di villaggi Rohingya. Negli ultimi mesi sono aumentate in modo esponenziale le violenze fra il Tatmadaw (esercito governativo) e quello che i soldati definiscono “un gruppo militante di musulmani Rohingya” nello Stato Rakhine. I Rohingya sono una minoranza musulmana - di poco più di un milione di persone - originaria del Bangladesh, alla quale il Myanmar non riconosce la cittadinanza e i cui membri abitano in campi profughi sparsi in più parti del Paese. Dall’inizio di ottobre, il bilancio parla di almeno 90 persone uccise e circa 34mila sfollati. Il Tatmadaw continua a passare di villaggio in villaggio ripulendo il territorio dagli elementi ribelli. A nulla sono valsi finora gli appelli alla pace fatti dal card. Charles Bo, arcivescovo di Yangon e da altre personalità locali e internazionali. La popolazione Rohingya parla di esecuzioni sommarie, arresti arbitrari, stupri, case date alle fiamme nel contesto di una campagna ribattezzata dal governo “operazione di pulizia”, volta a colpire quanti avrebbero sferrato attacchi contro i militari birmani. Naypyidaw continua a smentire con forza le voci di abusi e di genocidio, però continua a impedire l’accesso all’area a giornalisti indipendenti e operatori umanitari. Aung San Suu Kyi, un tempo icona dei diritti umani, è da tempo al centro di polemiche e accuse internazionali ; la “Signora”, infatti, non avrebbe mai assunto una posizione a difesa della minoranza musulmana, avallando - seppur in maniera tacita - le violenze commesse dalla maggioranza buddista e dall’esercito contro i Rohingya. Da qui la decisione della ministro degli Esteri (e Consigliere di Stato) di formare un panel “indipendente”, che ha respinto le accuse di violenze. Nella nota diffusa al termine dell’indagine si afferma che la presenza di “popolazione Bengali [termine usato dal governo per identificare i Rohingya, ndr], la crescente presenza di Mawlawi (studiosi islamici), moschee ed edifici religiosi sono prova del fatto che non vi è in atto un genocidio o una persecuzione religiosa”. Diversa la posizione di attivisti e associazioni pro diritti umani, che continuano a rilanciare le accuse di violenze. Phil Robertson, vice-direttore per l’Asia di Human Rights Watch (Hrw), sottolinea che la commissione sembra operare più come “un meccanismo di pulizia del governo”, piuttosto che un organismo che intende promuovere giustizia. Matthew Smith, fondatore del gruppo Fortify Rights, aggiunge che l’esercito “ha commesso crimini e atrocità” che la commissione “sta cercando di ripulire”. A conferma del clima di violenze, la terribile immagine che sta circolando in queste ore sui siti web e giornali, che ritrae un bambino Rohingya di nemmeno due anni riverso sul terreno, privo di vita. Uno scatto che ricorda il dramma del piccolo Aylan Kurdi, naufragato nel settembre 2015 sulle coste curde mentre cercava - con la famiglia - di raggiungere l’Europa. Oggi anche i Rohingya in Myanmar piangolo il loro piccolo Aylan: si tratta di Mohammed Shohayet, 16 mesi, che fuggiva dallo Stato Rakhine per raggiungere il Bangladesh con la madre, lo zio e il fratello. Egli sarebbe morto affogato, quando la barca con la quale attraversava il fiume Naf è affondata colpita dalle pallottole dell’esercito governativo.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

09/01/2017, STUPRI RELIGIONI E MATRIMONI FORZATI IN NOME DI: LILITH ALLAH E SUO MARITO MAOMETTO PEDOFILO! ]05/01/2017, 13.37 PAKISTAN Lahore, arrestati 110 imam: osannavano l’assassinio di Salman Taseer Shafique Khokhar L’arresto è avvenuto nel giorno dell’anniversario della morte dell’ex governatore del Punjab, ucciso perché aveva difeso la cristiana Asia Bibi. Attivisti e persone comuni hanno sfidato le minacce di morte e partecipato alla commemorazione funebre. Lahore (AsiaNews) – La polizia di Lahore ha arrestato ieri un gruppo di 110 imam mentre festeggiava l’omicidio di Salman Taseer. L’arresto dei religiosi islamici è avvenuto nel giorno del sesto anniversario della morte dell’ex governatore del Punjab, "punito" perché aveva difeso la cristiana Asia Bibi e si era espresso contro la “legge nera” sulla blasfemia. Ad AsiaNews alcuni attivisti denunciano il clima di fanatismo religioso e la profonda contraddizione presente nel Paese. “Da una parte – afferma Rana Kashif Javed – il governo del Pakistan esprime a gran voce l’intenzione di rendere effettivo il Piano di azione nazionale e riaffermare la supremazia della Costituzione e dello Stato di diritto; dall’altra gli estremisti religiosi scendono in strada e bloccano la capitale della provincia del Punjab, attuando una grave violazione dei diritti umani fondamentali”. Secondo l’attivista, “tutto questo rappresenta una costante minaccia per il nostro Paese”. Gli imam sono stati bloccati e arrestati sul Main Boulevard del quartiere Gulberg, dove stavano inscenando un raduno per celebrare la morte dell’ex governatore. L’intenzione dei religiosi islamici era quella di bloccare la città e impedire la commemorazione funebre. Sfidando le minacce dei radicali, attivisti e altre persone comuni si sono riuniti invece a poche decine di chilometri di distanza, nella zona di Lalik Chowk. Syeda Deep, l’organizzatore della veglia, riferisce che i partecipanti hanno sventolato cartelloni, intonato slogan e acceso candele contro il terrorismo e il fondamentalismo religioso. “Sono venuti qui – dice – nonostante le minacce di morte e hanno ribadito che non si faranno sopraffare dalla paura dei mullah neo fascisti”. Samson Salamat, presidente cristiano del Rawadari Tehreek Movement (Movimento per la tolleranza), afferma: “A Lahore l’intolleranza religiosa ha raggiunto i massimi livelli mentre gli islamici chiedevano di bloccare la veglia funebre. Tutto ciò è ridicolo, se si considera che Mumtaz Qadri, l’assassino reo confesso di Salman Taseer, è stato ritenuto colpevole dalla legge dello Stato e impiccato”. Ciò che hanno tentato di fare gli imam, continua, “è una grave violazione delle libertà e dei diritti fondamentali. La cosa ancora più grave è che tutto ciò avviene in presenza di una Piano d’azione nazionale che chiede in modo chiaro a governo e istituzioni di fermare tali attività”. Salamat ritiene che il Pakistan “non sarà un Paese pacifico fino a quando lo Stato stesso non attuerà azioni risolute contro i gruppi militanti che commettono ‘crimini di odio’ e diffondono l’intolleranza nella società”. L’ex governatore del Punjab, dice in conclusione Kashif Javed, “era un governante onesto. È un atto incostituzionale il modo in cui la sua famiglia e altri suoi sostenitori [il figlio è stato colpito da una fatwa per aver chiesto di pregare per coloro che sono stati incolpati ingiustamente di blasfemia, ndr], che difendono la legge, la pace, la tolleranza e l’uguaglianza, sono presi di mira”.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri10 hours ago
Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio. Breivik fa saluto nazista in Corte. HA ucciso 77 ragazzi innocenti, e il suo unico diritto è quello di essere fucilato 77 volte! NON PUÒ SOPRAVVIVERE A SE STESSA UNA DEMOCRAZIA DI QUESTO TIPO: CHE HA TANTO DISPREZZO PER I PARENTI DELLE VITTIME, nel tempo dei sauditi salafiti wahhabiti, protetti dalla CIA SPA NWO: alto tradimento Costituzionale il signoraggio bancario: REGIME MASSONICO BILDENBERG E I SUOI COMPLICI: NELLE SPA BANCHE CENTRALI! Strage Utoya, Breivik fa saluto nazista, A udienza su violazione suoi diritti in carcere. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/01/10/strage-utoya-breivik-fa-saluto-nazista_6b209803-e547-4343-9e15-bc720c795ac5.html
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri10 hours ago
09/01/2017, STUPRI RELIGIONI E MATRIMONI FORZATI IN NOME DI: LILITH ALLAH E SUO MARITO MAOMETTO PEDOFILO! ]09/01/2017, 12.52 PAKISTAN Sindh, el gobierno rechaza la ley contra las conversiones forzadas. Cristianos e hindúes: gran desilusión Kamran Chaudhry En noviembre la norma fue aprobada por unanimidad por la Asamblea provincial. Consideraba ilegales las conversiones extorsionadas debajo de los 18 años y en el matrimonio. Cada año 1000 muchachas fueron obligadas a repudiar la propia fe. Entre los diputados que han redactado la ley, 13 recibieron amenazas de muerte. Lahore (AsiaNews)- El gobierno de la provincia de Sindh, en Pakistán sud-oriental rechazó la ley que castiga las conversiones forzadas con penas hasta la cadena perpetua. Recibida por las minorías religiosas del país como un verdadero cambio que intenta asegurar la plena libertad de credo y contener las conversiones forzadas, la norma fue aprobada por unanimidad por la Asamblea provincial el pasado noviembre. A AsiaNews, activistas cristianos e hindúes expresan un “gran disgusto” y lamentan un peligroso volver atrás en el respeto de cada confesión. Mukhee Lal Chand, presidente del Consejo general hindú en el distrito de Jacobad, denuncia: “No podemos hacer nada para impedir los raptos y las conversiones de nuestras hijas menores de edad. Esta es realmente una injusticia. Necesitábamos mucho de esta ley”. Las conversiones forzadas al islam, en particular de las muchachas, representan una verdadera plaga para los ocho millones de fieles hindúes. Según un informe de la Comisión asiática por los derechos humanos, cada año al menos 1000 jóvenes mujeres son obligadas a contraer matrimonio islámico y a renegar la propia religión. La semana pasada Saeeduzzaman Siddiqi, gobernador de Sindh, rechazó la Criminal Law (Protection of Minorities). La normativa fue propuesta por Nand Kumar, diputado musulmán. Establecía que si se hubiese manchado del crimen de conversión forzada, frecuente en los matrimonios islámicos donde la mujer es obligada a abrazar la fe del marido, habría tenido que descontar de cinco años de cárcel hasta la cadena perpetua. En lo que se refiere a las conversiones de menores de edad, la ley decretaba que ninguno debía ser juzgado, en el caso la elección se hubiese realizado antes de llegar a la mayoría de edad (18 años). Del mismo modo, la conversión de un menor habría sido reconocida, después de cumplir los 18 años. Después de haber pasado por la Asamblea, los partidos musulmanes habían criticado como “anti-islámica” la ley sobre las minorías y pidieron la inmediata anulación. El senador Siraj Ul Haq, jefe del Jamaatt-i-Islami, había denunciado la nueva norma como “un intento de crear desórdenes entre musulmanes y las minorías”. Inmediatamente después 13 diputados que habían redactado el texto, entre los cuales tres ministros, recibieron amenazas de muerte. Peter Jacob, director católico del Centre for Social Justice declara: “El rechazo de la ley va contra la libertad de religión. Pedimos con urgencia al gobierno de Sindh focalizar sobre las divisiones sociales y pedir el apoyo del Pakistán People Party al gobierno. Aquellos que protestan no han ni estudiado la propia religión, ni la Constitución de Pakistán”. Nasira Javed Iqbal, juez jubilado y activista islámico, agrega: “Quien se tomó el derecho de rever la ley, no es el propietario de la entera provincia de Sindh. Todos deben tomar posición sobre la ley de las minorías”.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri18 hours ago
Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR. Italiani in Turchia, ripresi primi voli: Condizioni meteo restano difficili, centinaia ancora bloccati. [bho] ormai, la sharia ha sollevato un muro di diffidenza, violenza, mancanza di reciprocità, e crudeltà, un muro di 1400 anni tra noi e loro: gli assassini nazisti shariah ci minacciano: perché loro sono gli specialisti del genocidio,con la loro shariah politica teologia della sostituzione! ora, è il terrore! la Lega ONU OCI Araba MINACCIAno di sterminio tutto il genere umano! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/01/10/italiani-in-turchia-ripresi-primi-voli_e2322271-4b9a-4e1f-aeff-8e35372d57d6.html
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri2 weeks ago
my Israel ] il vero amore è litigarello [ X kingdom ISRAEL Im Messiah ] la sottomissione dei musulmani ad Allah è una attitudine demoniaca (le termiti zombies), perché Dio JHWH, non vuole la sottomissione cieca, (non è questo il significato biblico del Dogma). Dio JHWH, vuole il combattimento contro di LUI, lui vuole la lotta, vuole la contesa, contro il Credente! .. è in questo modo, con il contendere contro Dio, che nasce il cambiamento interiore, infatti, la nostra giustizia sfida continuamente la GIUSTIZIA di DIO! ... come a dire il vero amore è litigarello!
BURN SATAN: in Jesu's name Messiah Yitzhak Kaduri
BURN SATAN: in Jesu's name Messiah Yitzhak Kaduri1 month ago
youtube is the only one responsible for all the people who may die in the world! indeed, I am the Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments
youtube is the only one responsible for all the people who may die in the world! indeed,
I am the Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments
BURN SATAN: in Jesu's name Messiah Yitzhak Kaduri
BURN SATAN: in Jesu's name Messiah Yitzhak Kaduri1 month ago (
 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

https://www.youtube.com/user/HellxDesPairTruction really google erase my comment ] [ I am Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments. leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri. I am Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

really google erase my comment ] [ I am Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

I am Messiah: Yitzhak Kaduri, but, youtube delete my comments
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

christian girls is been abducted by Mohammed shariah his Fader kill
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
è arrivato il momento di colpire la TURCHIA di HITLER Shariah con esclusione dalla NATO, e soprattutto con embargo internazionale! ] [ L'amministratore delegato della fondazione che gestisce il quotidiano turco di opposizione laica Cumhuriyet, Akin Atalay, è stato fermato dalla polizia al suo arrivo dalla Germania all'aeroporto Ataturk di Istanbul. Atalay era ricercato nell'ambito dell'inchiesta che la scorsa settimana ha portato all'arresto di 9 reporter e amministratori del giornale 'anti-Erdogan', compreso il direttore Murat Sabuncu, accusati di sostegno ai "terroristi" della presunta rete golpista di Fethullah Gulen e al Pkk curdo. Lo riporta l'agenzia statale Anadolu. L'operazione contro Cumhuriyet, simbolo della stampa di opposizione al presidente Recep Tayyip Erdogan, aveva suscitato proteste in Turchia e allarmi a livello internazionale per la libertà di espressione in Turchia.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/11/11/fermato-a.d.-giornale-anti-erdogan_db39097c-7444-47ec-b00b-fab20386daa1.html
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Unius REI COMES LIKE A THIEF, e non puoi mai sapere se, tu sei sostenuto, o se .. tu sei sollevato!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR
troppi delitti TRUFFE, CRIMINI internazionali, paradisi fiscali, falso in bilancio, titoli bancari spazzatura, bolle finanziarie, TUTTE AUSPIRATE E PROGETTATE DAI FARISE ANGLO-AMERICANI e loro SOROS la zoccola, IL RELATISMO MASSONICO E SATANISMO SPA BCE FMI BM NWO 666, DELITTI che avvengono tutti e impunemente a spese dei più disperati e poveri del pianeta.. URGE UNA STRUTTURA RAPIDA ED EFFICIENTE! La Cina si prende l'Interpol: Ilvo Testa Evidenti, bastone e carota su Sion per tenere le genti vive ma moribonde, quindi obbedienti. [ 10 novembre alle ore 19:44. Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] https://www.facebook.com/profile.php?id=100013937296030... dobbiamo trovare il modo di liberare ISRAELE da questa oppessione e satanismo del NUOVO ORDINE MONDIALE REGIME ROTHSCHILD BILDENBERG ... ecco perché io sono IL RE DI ISRAELE, PERCHÉ SOLTANTO IL REGNO DI ISRAELE PUÒ SALVARE IL PIANETA DAL SATANISMO! Franco Mele se, tu per un solo istante accendessi le bobbine SHARIAH GENOCIDIO UMMAH A TUTTI i non sunniti salafiti, cioè, se le lampadine del tuo cervello criminale sharia fossero accese, poi, tu potresti rispondere alla mia domanda! Perché, ONU UE i massoni: Regime Bildenberg, alto tradimento: SIGNORAGGIO BANCARIO e tutto il NWO 666, LORO sono i nemici GIURATI di Israele, e sono gli alleati della LEGA ARABA, i nazisti: senza diritti umani, se gli ebrei Rothschild AIPAC: SpA FMI BM NWO loro sono gli ebrei padroni del mondo? Voi da questa follia di alleanza nella NATO NWO? voi ci farete tutti schiavizzare e trucidare!

Wago Wojagish
Immediato mandato d'arresto per la famiglia reale saudita per crimini contro l'umanità.
Michele Corvari
immediata confisca di tutte le società offshore nei vari paradisi fiscali del mondo, e conseguente redistribuzione di liquidità agli stati nazionali di provenienza
https://it.sputniknews.com/mondo/201611113620467-polizia-corruzione-Pechino-Taiwan/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Ilvo Testa Evidenti, bastone e carota su Sion per tenere le genti vive ma moribonde, quindi obbedienti. [ 10 novembre alle ore 19:44. Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] https://www.facebook.com/profile.php?id=100013937296030... dobbiamo trovare il modo di liberare ISRAELE da questa oppessione e satanismo del NUOVO ORDINE MONDIALE REGIME ROTHSCHILD BILDENBERG ... ecco perché io sono IL RE DI ISRAELE, PERCHÉ SOLTANTO IL REGNO DI ISRAELE PUÒ SALVARE IL PIANETA DAL SATANISMO! Franco Mele se, tu per un solo istante accendessi le bobbine SHARIAH GENOCIDIO UMMAH A TUTTI i non sunniti salafiti, cioè, se le lampadine del tuo cervello criminale sharia fossero accese, poi, tu potresti rispondere alla mia domanda! Perché, ONU UE i massoni: Regime Bildenberg, alto tradimento: SIGNORAGGIO BANCARIO e tutto il NWO 666, LORO sono i nemici GIURATI di Israele, e sono gli alleati della LEGA ARABA, i nazisti: senza diritti umani, se gli ebrei Rothschild AIPAC: SpA FMI BM NWO loro sono gli ebrei padroni del mondo? Voi da questa follia di alleanza nella NATO NWO? voi ci farete tutti schiavizzare e trucidare!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

troppi delitti TRUFFE, CRIMINI internazionali, paradisi fiscali, falso in bilancio, titoli bancari spazzatura, bolle finanziarie, TUTTE AUSPIRATE E PROGETTATE DAI FARISE ANGLO-AMERICANI e loro SOROS la zoccola, IL RELATISMO MASSONICO E SATANISMO SPA BCE FMI BM NWO 666, DELITTI che avvengono tutti e impunemente a spese dei più disperati e poveri del pianeta.. URGE UNA STRUTTURA RAPIDA ED EFFICIENTE! La Cina si prende l'Interpol: quali prospettive? 11.11.2016 Giovedì nel corso della 85° sessione dell'assemblea generale dell'Interpol in svolgimento in Indonesia il vice ministro della Sicurezza Pubblica della Repubblica Popolare Cinese Meng Hongwei è stato eletto nuovo direttore dell'organizzazione internazionale di polizia criminale. Il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato che Pechino plaude questa decisione ed è intenzionata a rafforzare la cooperazione con gli altri membri dell'organizzazione. Sul perché l'elezione di Meng Hongwei sia così importante per la Cina ne parla con Sputnik il vice direttore dell'Istituto di Asia e Africa dell'Università Statale di Mosca Andrey Karneev. "Nel settembre 1984 la Cina è stata accettata nel corso della 53esima sessione dell'assemblea generale dell'Interpol, svoltasi in Lussemburgo. Nel verbale ufficiale dell'Interpol, pubblicato sulla rivista "International Criminal Police", era così scritto: "la domanda di ammissione nell'organizzazione presentata dalla Repubblica Popolare Cinese ha generato un lungo dibattito ed è stata accolta solo dopo una seconda votazione." Naturalmente il ritardo era dovuto principalmente al fatto che Pechino chiedeva simultaneamente l'esclusione di Taiwan dall'organizzazione. Lo si affermava esplicitamente nella richiesta di ammissione nell'organizzazione della Cina ricevuta dal segretariato generale dell'Interpol nel maggio 1984. Per la Cina, entrata in un periodo di riforme ed apertura, l'appartenenza all'Interpol era un segnale sull'allargamento dei rapporti con il mondo esterno, la prova della volontà delle autorità cinesi di contribuire alla lotta contro la criminalità internazionale. Oggi, quando la campagna anti-corruzione è diventata una parte importante della politica interna di Xi Jinping, la cooperazione di Pechino con le forze dell'ordine dei Paesi stranieri è di particolare rilevanza. In conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione, contro la criminalità organizzata transnazionale ed altri accordi internazionali, la Cina sostiene la cooperazione giudiziaria con più di 100 Paesi nel mondo. Il nuovo segretario dell'Interpol Meng Hongwei è nato nel 1953. Nell'aprile 2004 è stato nominato vice ministro della Sicurezza Pubblica, nell'agosto dello stesso anno ha guidato l'Ufficio centrale nazionale dell'Interpol in Cina. Pertanto ha grande esperienza di collaborazione con la sede centrale dell'Interpol a Lione. La durata del mandato del nuovo direttore dell'organizzazione è di 4 anni. Questo periodo verrà probabilmente sfruttato dalla Cina per intensificare gli sforzi per portare davanti alla giustizia i funzionari corrotti in fuga all'estero. Inoltre il nuovo direttore dovrà affrontare un tema particolarmente delicato, come il desiderio di Taiwan di ottenere lo status di osservatore presso l'organizzazione. Questa aspirazione di Tapei è attivamente supportata dai membri del Congresso degli Stati Uniti, ma nell'organizzazione stessa con riferimento al principio di una sola Cina c'è una predisposizione negativa. Alcune organizzazioni occidentali per i diritti umani hanno criticato la decisione dell'assemblea generale in merito all'elezione di Meng Hongwei. Dichiarano in particolare che la Cina sfrutterà questo ruolo per reprimere i difensori dei diritti umani nel Paese. Per queste illazioni sembra non esserci alcuna ragione. Lo statuto dell'Interpol "vieta rigorosamente" di impegnarsi in attività di matrice politica, militare, religiosa o razziale. L'Interpol concentra gli sforzi sulla lotta contro crimini come la corruzione, la tratta di esseri umani, la violazione dei diritti di proprietà intellettuale e il riciclaggio di denaro "sporco".
 https://it.sputniknews.com/mondo/201611113620467-polizia-corruzione-Pechino-Taiwan/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA e le sue BESTIE di SATANA ALLAH ] perché all'INFERNO continuano a lottare contro il Signore Onnipotente JHWH il Dio Vivente di ISRAELE? [ Perché sono cattivi invidiosi, e nel giorno del giudizio universale, loro non vogliono essere disintegrati soltanto loro! [[ tutti gli amici di Bush 666 e Rothschild Bildenberg loro non hanno nessuna speranza di prendere il Regno, durante il mio mandato terreno di Governatore Universale e per i prossimi 100 anni!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA e le sue BESTIE di SATANA ALLAH ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! [ ... i miei ministri angeli Esercito del Signore, Carro di Israele e sua cavalleria? non mi fanno mai ripete due volte una sola delle mie parole.. e quì, tutti i sacerdoti cannibali di Satana e della CIA nella NATO, loro sanno che per salvare la tua vita? io ho sprecato troppe parole!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.
 (
 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA e le sue BESTIE di SATANA ALLAH ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! ... CI SONO DIVERSI MOTIVI PER CUI IO SONO IMMORTALE: io sono gratuità e altruismo assoluto, non sono fazioso, e non sono religione culto! MA C'È UN SOLO MOTIVO PER CUI IO SONO DIVINO: "io sono rivestito di Cristo Gesù di Betlemme Messia nostro unico Signore e redentore"
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA e le sue BESTIE di SATANA ALLAH ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! ONESTAMENTE, COME FACCIO IO UNIUS REI, A LASCIARE IN VITA DEI CRIMINALI ASSASSINI SERIALI COME VOI? MEGLIO PER VOI CHE NON FOSTE MAI NATI! NON AVRESTE MAI DOVUTO LASCIARVI CONDURRE DAI ROTHSCHILD SPA FED FMI SULLA STRADA DEL DELITTO! [ Afghanistan, Algeria, Azerbaijan, Bahrain, Bangladesh, Bhutan, Brunei, Myanmar, Central African Republic, China, Colombia, Comoros, Djibouti, Egypt, Eritrea, Ethiopia, India, Indonesia, Iran, Iraq, Jordan, Kazakhstan, Kenya, Kuwait, Laos, Libya, Malaysia, Maldives, Mali, Mexico, Niger, Nigeria, North Korea, Oman, Pakistan, Palestinian Territories, Qatar, Saudi Arabia, Somalia, Sudan, Syria, Tajikistan, Tanzania, Tunisia, Turkey, Turkmenistan, United Arab Emirates, Uzbekistan, Vietnam,Yemen,
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! [ African countries continue to move into the Top 50. Sixteen countries in the Top 50 are from Africa, seven in the Top 20. One of the two newcomers to the list is Niger (#49). Among the countries just below the Top 50, that will no doubt feature in future lists, no less than nine of the 15 under the Top 65 are African and mainly sub-Saharan countries. Islamic extremism in the world today has two hubs, one in the Middle East, the other in sub-Saharan Africa. In numerical terms at least, though not in degree, the persecution of Christians in this region dwarfs what is happening in the Middle East.
More states are lawless, with minorities suffering at the hands of violent groups

Libya is the country that the world forgot in 2015, but enters the Top 10 for the first time ever. It is a lawless state divided into three separate regions, with IS affiliates gaining more territory rapidly. The small Church, made up of Believers from a Muslim Background, has to dive deep to survive, and migrant Christians, particularly from Sudan and Eritrea, are also targeted. Dozens have been killed this year, often in grisly beheading scenes videoed and broadcasted by Islamic State (IS or ISIS). In war-torn Yemen the Saudi-led forces make it even harder for the few Christians remaining. Syria will enter its fifth year of civil war, and Iraq remains divided into three countries – the Kurdish part, the IS part, and the Shia part. In all three it is getting worse for Christians too.

Large scale, historic Christian migration
12.5 million Middle Easterners are refugees, though few know what the percentage of Christians is of the refugee total. It must be considerable though. Aleppo was one of Syria’s most Christian cities, but by the spring of 2015 the numbers of Christians in the city had gone down from approximately 250 000 to roughly less than 40 000 in the four years of the war. Less known are the tens of thousands of Christians leaving the 12 sharia states of northern Nigeria, where 27 million Christians live in second class citizen status, and now many thousands are fleeing the anti-Christian violence of Hausa-Fulani herdsmen in the Middle Belt region. This has created enormous numbers of internally displaced people in northern Nigeria, many of whom are Christians. In Kenya many Christians are fleeing from the Muslim majority areas. Tens of thousands continue to brave the desert and trafficking gangs to leave Eritrea, many ending up in Europe, where the United Nations Refugee Agency (UNHCR) said in November 2014 that 22% of all refugees reaching Italian shores were from Eritrea alone. Even Pakistani Christians are fleeing to countries in South East Asia claiming asylum on grounds of persecution.

Extremism remains very well financed
Evidence exists that Saudi Arabia and Qatar have financed IS, primarily as a means of curbing Iranian expansion, and it has long been known that the Pakistani intelligence bankrolls factions of the Taliban in Afghanistan to maintain a strategic interest in its neighbour. IS too sells oil to the Turks, the Syrian Government and even Kurdish elements, though Western interference may change this. Extremist movements are adept at raising funds from organised corruption and crime. IS, despite their oil revenues, still kidnap Christians for money, and over 300 Christians are currently missing in Syria. In parts of Latin America drug gangs run entire regions, and even impose taxes on churches. In Somalia, Al-Shabaab responded to lost territory by quickly renting themselves out to tribes as enforcers in local disputes. Christians always suffer when these violent movements keep their coffers full. As one local Christian said gloomily, “full coffers also mean full coffins.”

Ethnic cleansing as an anti-Christian tactic
In the Middle East and Africa, persecution is taking place in the context of ethnic cleansing or genocide. In north, northeast and Middle Belt Nigeria, Syria, Iraq, Sudan (Nuba Mountains), Somalia, and northeast Kenya, persecution involves a pattern which is systematically backed by a policy of State or non-state actors. In the Middle Belt region in Nigeria, Christians have been forcefully removed from their homes and indigenous land by the Hausa-Fulani settlers. In Kenya Christians were singled out and killed (execution-style) on different occasions. In Sudan, Nuba Christians have been indiscriminately targeted and killed. In all these countries, persecution has been taking place with the intent to remove or even to exterminate Christians.

The Good News
Still, there is good news. As an Indian saying rings, “Children only throw stones at a ripe mango tree,” and persecuted Christians the world over will often say, “We are persecuted because we are doing something right, and this persecution shows we are ripe fruit for Christ.”

Sri Lanka: Buddhist nationalist deposed
A dictatorial President, Mahina Rajapaksa, was unexpectedly defeated in the January 2015 elections after appearing very confident of his victory. He had close ties to two radical Buddhist movements and since then both movements have been quiet. Churches are still attacked by local communities, but consented violence seems to be on the decrease even if it continues to make little difference if Christians complain after an attack.

Kurdish Iraq remains a beacon of freedom
Most of the 120 000 Christians who fled the Nineveh Plain when IS swarmed over it in the summer of 2014 landed in Kurdistan. On the whole they are safe, though there are concerns about an Islamising culture. Still, they experience a haven of peace where they are not preyed upon, and can receive foreign aid whilst awaiting their hopeful return to their homeland.

Pakistan-terror leads to greater church attendance
Pakistan has never been higher on the WWL (#6), and this year it joined Nigeria in attaining the maximum points for violence against Christians and Christian property. Often, however, a single story can reverse a decline, and in one city a volunteer security guard saw suicide bombers approach a church. He tackled them, losing his life in the process. The following week the church was bursting at the seams. Such heroic acts of sacrifice can give courage to a whole faith community, and beyond it!

Syrian refugees continue to find Christ
Many Muslims are finding Christ in the refugee camps of Jordan and especially Lebanon, and upon their return, proceed to plant churches in their communities. An unprecedented level of openness and co-operation between Christians and Muslims remains in Syria. One Syrian pastor from Aleppo said, “We will distribute aid to anyone, and Muslims respect that and come to us, which is a big shift because they used to be taught that Christians would try to kill or poison them.”

Historic Ecumenical Conference for the Persecuted was held
For the first time in the modern history of Christianity, high ranking leaders and representatives of the various Church traditions gathered together to listen to, learn from, and stand with, persecuted Churches and Christians in the world today. The global gathering of 145 people took place 2 to 4 November 2015 in Tirana, Albania, and included high level representatives from the Roman Catholic Church, the Pentecostal World Fellowship, the World Evangelical Alliance and the World Council of Churches. Pope Francis sent a message hoping that the “shedding of blood” would create a new unity among the world’s churches. Leaders of the world’s great Christian traditions pledged to, “listen more, pray more, speak up more, and do more” for the world’s persecuted believers.
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! [ Somalia has been on the World Watch List since 1993, and almost always among the top ten countries. Christians in Somalia experience very serious pressure in all spheres of life. There is a strong drive to obliterate Christianity from Somalia verging on genocide or ethnic cleansing. Christians are an unwanted group of people in the country.
You can pray Isaiah 41:18: "I will make rivers flow on barren heights, and springs within the valleys. I will turn the desert into pools of water, and the parched ground into springs."
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

SALMAN SAUDI ARABIA ] all'INFERNO sono tutti pronti a giurare e spergiurare, che tu sei innocente di tutta questa tua merda shariah! 04-11-2016 IRAQ. #Iraq: "I weep tears of joy,” says Iraqi church leader
This is the moment hundreds of displaced Christian families have been longing for: the cross, deemed ...

21-10-2016 #EGYPT. Egypt: Alarming signs of instability - please pray! Please pray for the country of Egypt as anxiety and hopelessness grip the hearts of many Egyptians ...

12-10-2016 #LAOS. Laos - Christian father assaulted for possessing a Bible. No sooner had tribal believers, Dennis* and his wife, celebrated the birth of their baby, when ...

28-09-2016 CENTRAL #ASIA. Central Asia - Pray for secret Christian gatherings which will be held in October
Please pray for three Christian gatherings to be held in secret in a Central Asian country next ...

19-09-2016 #NIGERIA. Nigeria: Pray for Esther who managed to escape from Boko Haram
Esther* was among the girls abducted by Boko Haram from the Chibok State Secondary School, Nigeria, ...

07-09-2016 #UZBEKISTAN. Uzbekistan: The president of Uzbekistan has passed away
The president of Uzbekistan, Islom Karimov, has died at the age of 78. The news of his passing has ...

01-09-2016 #NIGERIA. Nigeria: A Nigerian student’s merciful act, met with violence
Tajudeen did not anticipate that his help to a fellow student would lead to eight people being ...
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Hei John Forbes Kerry ] ma, al tuo 322 "teschio con le ossa", è rimasto il midollo? oppure, è tutto osso buco? Perché all'INFERNO Satana ha preprato per te, la tua degna accoglienza!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Quando Erdogan ha detto: ""ALEPPO è una città turca irredenta!!"" poi, tutti i demoni infernali di Hitler sono entrati dentro di lui!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Lorenzo Scarola · Teologia. a Roberta Scapigliati NON bisogna essere faziosi fino a diventare dei corrotti! e se tu non sei un corrotto, vuoi scommettere? vediamo se sarà Hezbollah a sparare il prossimo colpo o se sarà Israele? Israele reagisce soltanto dopo avere subito una aggressione! ed è grave che ASSAD abbia rifornito Hezbollah di missili che sono stati portati in LIBANO.. e questo è l'unico motivo per cui i suoi depositi di missili sono stati colpiti! https://it.sputniknews.com/mondo/201611053590770-Russia-geopolitica-Medioriente-Libano-Assad/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
io non ho ordinato ad ISRAELE di sporcarsi le mani nel genocidio sharia siriano portato avanti dai sunniti salafiti, e tanto meno io non ho ordinato di aiutare in nessun modo il terrorismo shariah al NURSA Saudita.. ecco perché l'attuale Governo Israeliano dovrà comparire davanti al mio tribunale: infatti, lui è il responsabile di vite di israeliani e di soldati siriani innocenti! ... israeliani sono andati in Siria ad addestrare Al NURSA! https://it.sputniknews.com/mondo/201611053590770-Russia-geopolitica-Medioriente-Libano-Assad/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR. quando la libertà può diventare un terrorista nel Regime Rothschild SALMAN Bildenberg la NATO! Spari ad aeroporto Ataturk, due arresti, Spari della polizia dopo che moto aveva forzato posto di blocco
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/11/06/spari-ad-aeroporto-ataturk-due-arresti_4557f889-fd77-41c3-a8de-dc4af0782d16.html
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

Sergio DIM UNITI PER LA DESTRA (Esteri): Cari amici vi propongo il discorso più importante di Donald Trump. Una chiara e forte denuncia della finanza speculativa globalizzata che, afferma, manipola i Clinton e la stampa. Ecco il testo tradotto in italiano da Riccardo Perrone e reperito sulla pagina Facebook di Magdi Cristiano Allam. Il nostro movimento è nato per sostituire un fallito e corrotto establishment politico con un nuovo governo controllato da voi, il popolo americano. L'establishment di Washington e i gruppi finanziari e di comunicazione che hanno fondato esistono per un'unica ragione: proteggere ed arricchire se stessi. L'establishment ha trilioni di dollari in gioco con queste elezioni. Coloro che controllano le leve del potere a Washington, e per gli interessi particolari globali, fanno accordi con queste persone che non hanno il vostro bene in mente. La nostra campagna rappresenta una reale ed esistenziale minaccia, come non hanno mai visto prima. Questa non è semplicemente una fra le tante elezioni: questo è un bivio nella storia della nostra civiltà, dove si deciderà se noi, il popolo, rivendicheremo il controllo sul nostro governo. L'establishment politico che sta cercando di fermarci, è lo stesso gruppo responsabile dei nostri disastrosi accordi commerciali, massiccia immigrazione illegale e politiche estere che hanno dissanguato il nostro Paese. L'establishment politico ha portato la distruzione delle nostre fabbriche e posti di lavoro, che sono andati in Messico, Cina e in altri paesi in tutto il mondo.
È una struttura di potere globale che è responsabile delle decisioni economiche che hanno depredato i nostri lavoratori, ripulito il nostro Paese della sua ricchezza, e messo quel denaro nelle tasche di un manipolo di grandi corporations ed entità politiche.
Questa è una lotta per la sopravvivenza della nostra Nazione, e questa sarà la nostra ultima chance per salvarla.
In questa elezione si deciderà se saremo un Paese libero o se avremo solo l'illusione della democrazia, ma saremo di fatto controllati da una élite di persone con interessi particolari che manipolano il sistema, e il nostro sistema è manipolato.
Questa è la realtà: voi lo sapete, loro lo sanno, io lo so, e credo che tutto il mondo lo sappia.
La macchina dei Clinton è al centro di questa struttura di potere: l'abbiamo visto di prima mano nei documenti di Wikileaks, nei quali Hillary Clinton incontra in segreto personaggi di banche internazionali per complottare sulla distruzione della nostra sovranità al fine di arricchire questi poteri finanziari globali, gli interessi particolari dei suoi amici e dei suoi donatori.
Con tutta franchezza, lei dovrebbe finire in galera! La più potente arma dispiegata dai Clinton sono i media, la stampa.
Qui dobbiamo fare chiarezza: i media del nostro Paese non si occupano più di giornalismo. Anche loro sono al servizio di interessi politici, e sono simili ai lobbisti ed alle entità finanziarie con un definito programma politico. E quel programma non è per voi: è per loro stessi. Chiunque sfidi il loro controllo è tacciato di sessismo, razzismo, xenofobia.
Loro mentono, mentono, mentono e fanno anche peggio: faranno tutto quanto necessario per raggiungere i loro scopi.
I Clinton sono dei criminali: ricordatevelo bene. È tutto ben documentato e l'establishment che li protegge si impegna a coprire fortemente le diffuse attività criminali al Dipartimento di Stato e alla Fondazione Clinton con lo scopo di mantenere i Clinton al potere. Hanno gettato ogni tipo di menzogna su di me, sulla mia famiglia e sulle persone a me care. Non si sono fermati davanti a niente per fermarmi. Ciò nonostante, mi sacrifico per voi volentieri, incassando tutto ciò.
Lo faccio per il nostro movimento, affinché noi potremo riprenderci il nostro Paese.
Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato: era solo questione di tempo.
E sapevo che il popolo americano si sarebbe ribellato, votando per il futuro che merita.
L'unica cosa che può fermare questa macchina corrotta sei tu.
L'unica forza abbastanza forte per salvare il nostro Paese, siamo noi.
L'unico popolo abbastanza coraggioso per cacciare questo establishment corrotto siete voi, il popolo americano.
La nostra grande civiltà deve fare i conti con se stessa.
Non avevo bisogno di scendere in campo, credetemi. Ho costruito una grande azienda e ho avuto una vita straordinaria.
Avrei potuto godere dei frutti e dei privilegi di anni di successi imprenditoriali e delle aziende che ho creato per me e per la mia famiglia, invece di sottopormi a questo spettacolo orripilante di bugie, inganni, aggressioni indegne, chi l'avrebbe mai immaginato...
Lo sto facendo perché il mio Paese mi ha dato così tanto che mi sento tanto forte per restituire ciò che ho avuto al Paese che amo.
Lo sto facendo per i cittadini e per il movimento, ci riprenderemo questo Paese per voi, e renderemo l'America grande di nuovo!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

PENSIERO NAZI MASSIMALISTA REGIME GENDER BILDENBERG TECNOCRAZIA di usura istituzionale FMI FED BCE BM ] [ Scozia: albergo di lusso punito per “omofobia”. Rodolfo de Mattei. PUBBLICATO IL: 2 novembre 2016. Dalla Scozia arriva un nuovo caso di “gender diktat”. Come riportano diversi quotidiani britannici, “The Marcliffe Hotel”, un prestigioso albergo di lusso di Aberdeen è stato infatti declassato con la revoca delle 5 stelle e “oscurato” sul sito ufficiale del turismo scozzese, per via di alcune dichiarazioni ritenute “omofobe”, rilasciate dal proprietario Stewart Spence, nel corso di una serata di beneficienza organizzata presso il suo hotel dall’Hospitality Industry Trust Scotland (HIT), una charity impegnata nella promozione dell’industria dell’ospitalità nel paese.
I FATTI
Come si è arrivati a questa ennesima “epurazione LGBT”? Tutto nasce dalla denuncia di un ospite presente ad una speciale serata, lo scorso 20 ottobre, intitolata “The Hit Grampian Dinner” organizzata dall’HIT, avente come protagonista lo stesso titolare del Marcliffe Hotel Stewart Spence.

TONI GOLIARDICI
Spence, che non è giovanissimo, in realtà non voleva offendere proprio nessuno. Semplicemente, per scaldare il pubblico ha commesso l’imperdonabile errore di utilizzare i toni goliardici di una volta, non rendendosi conto che, ahinoi, i tempi oggi sono cambiati e certe battute non si possono più fare, pena l’immediata radiazione con annessa gogna mediatica. A nulla sono bastate le immediate scuse di Mr. Spence che, non appena resosi conto della mala parata, si è precipitato a chiedere ammenda “senza riserve” per i suoi “inopportuni” commenti, cercando di illustrare in una e-mail i motivi della propria innocenza: “Non so cosa ho detto, speravo di raccogliere risate parlando come si faceva negli anni ’70, ma non sono stato capito. The Marcliffe è un luogo inclusivo sia per il personale che per i clienti. Diamo il benvenuto a tutti, indipendentemente dal loro orientamento sessuale. (…) Mi dispiace davvero di quanto successo”.

ESCLUSIONE DA VISITSCOTLAND.COM
Ma la frittata oramai era stata fatta. VisitScotland, l’ente che premia gli alberghi scozzesi assegnando le classificazioni a stelle, nel frattempo aveva infatti già provveduto a depennare il Marcliffe dal suo sito, facendo sapere che la struttura alberghiera rimarrà esclusa fino a quando non darà prova, per iscritto, di essere un hotel perfettamente “allineato” in fatto di “non-discriminazione”.
L’ufficio del turismo scozzese ha motivato la propria decisione ricordando come tutti i membri del sistema di Quality Assurance (QA) siano rigorosamente tenuti ad osservare appieno le norme di “equality”.
A tale proposito, un portavoce di VisitScotland ha ulteriormente chiarito il concetto, spiegando:
“VisitScotland sta esaminando la questione dandogli la massima priorità e nel frattempo, abbiamo sospeso l’appartenenza del Marcliffe al QA e la visualizzazione dell’hotel su VisitScotland.com.
Abbiamo avvisato l’hotel che la loro appartenenza come QA e la presenza sul sito è sospesa fino a quando non avremo ricevuto una dichiarazione scritta con la quale si attesta che essi non operano alcuna politica discriminatoria nei confronti del personale e dei clienti e che essi comprando appieno i requisiti di una legislazione appropriata”.
Per aiutare l’Hotel ad accelerare la sua procedura di riammissione il portavoce del principale ente del turismo scozzese ha reso noto di aver anche consigliato al proprietario del Marcliffe Hotel di assumere un apposito team di esperti facenti parte di associazioni LGBT in grado di fornirgli tutto il supporto specialistico del caso:
“Abbiamo rimosso l’hotel dalla lista degli hotel disponibili sul sito web finché non avremo testimonianze scritte che assicurino che la direzione non porti avanti politiche discriminatorie con lo staff e con i clienti e che vengano quindi pienamente rispettate le leggi vigenti. Abbiamo anche consigliato loro di effettuare un corso e chiedere supporto a organizzazioni come Stonewall“.
Contro il Marcliffe Hotel e il suo “imprudente” proprietario si è prontamente schierata anche l’associazione benefica Hospitality Industry Trust Scotland che all’indomani dell’accaduto ha subito pubblicato una nota di condanna per prendere le distanza da quanto successo all'”Hit Grampian Dinner“.

PERSECUZIONE SPIETATA
La vicenda che ha come protagonista Stewart Spence e il suo Marcliffe Hotel è estremamente significativa di quello che è l’opprimente e ambiguo clima culturale nel quale siamo profondamente immersi.
La persecuzione mediatica di coloro che, seppur inconsapevolmente, osano contraddire il diktat etico globale è istantanea e spietata.

UNO STRANO CONCETTO DI TOLLERANZA
L’odierno paradigma culturale, in nome del “principio di non discriminazione”, pretende imporre urbi et orbi la propria visione relativista/nichilista che non ammette credi al di fuori del proprio. Si assiste così al curioso e ormai noto paradosso per il quale non è possibile affermare alcun pensiero o credere in alcun principio o valore che non sia il totalitario dogma dominante. O ti adegui o sei fuori.
https://www.osservatoriogender.it/scozia-albergo-di-lusso-punito-per-omofobia/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

my ISRAEL ] facebook insiste con il dire che mi ha mandato il codice numerico a king.x.kingdom@gmail.com ma non è vero! ISRAELE ADDIO!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

ai coglioni #Russia #CINA ] se anche IRAN dovesse scegliere, tra subire il genocidio dei sunniti, o fare condannare la shariah: genocidio a tutti? CERTO IRAN SCEGLIEREBBE DI SUBIRE IL GENOCIDIO DEI SUNNITI! infatti ASSAD ha sofferto di più quando ha visto di essere stato cacciato dalla LEGA ARABA, che non ad assistere al genocidio del suo popolo, perché i Maomettani sono bestie, non sono esseri umani!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

my ISRAEL ] a te piace prenderlo nel GENDER dai Rothschild! [ Pubblicazione dei commenti sui widget social bloccata ] https://www.facebook.com/Geopolitica-1755052008039571/notifications/
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

#CINA #RUSSIA ] [ VOI SIETE DUE COGLIONI, PERCHÉ per paura di perdere i vostri FALSI, TRADITORI alleati LEGA ARABA, voi non parlate di Unius REI e di Regno di Israele! ] ma ogni shariah è una ideologia fine a se stessa, così in OCI Lega ARABA Salman ha detto a Egitto: " tu devi andare con la Russia, e io devo andare con USA ".. si dividono, per dissimulare il loro nazismo e il loro genocidio contro tutti i popoli! VOI ODIANDO ME, VI STATE CONDANNANDO AL MASSACRO! ... tutti i MOMETTANI shariah vanno cosparsi di benzina e vanno dati al fuoco dell'inferno! [ ADESSO tutti i nemici di UNIUS REI: voi da un cimitero dovete uscire e da un altro cimiterro dovete entrare! + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. vivi o morti! ecco perché voi da un cimitero dovete uscire e in un altro cimitero dovete entrare: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!
leviatan Unius REI i am Messiah Yitzhak Kaduri

 Burn Satana: in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! da un cimitero dovete uscire ed in un cimitero voi dovete entrare DEFINITIVAMENTE! amen Almighty, Amen, Holy, Holy, Holy, Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia.

CINA RUSSIA ] [ VOI SIETE DUE COGLIONI PERCHÉ per paura di perdere i vostri alleati LEGA ARABA, voi non parlate di Unius REI e di Regno di Israele! ] ma ogni shariah è una ideologia fine a se stessa, così in OCI Lega ARABA Salman ha detto a Egitto, tu devi andare con la Russia e io devo andare con USA.. si dividono per dissimulare il loro nazismo e il loro genocidio contro tutti i popoli! VOI ODIANDO ME, VI STATE CONDANNANDO AL MASSACRO!